in

Con lo spot di Fedez, Conte ci tratta da grillini medi - Seconda parte

Dimensioni testo

Sembra di rivivere un déjà vu di quanto accaduto in primavera con l’assenza di un coordinamento, una comunicazione contraddittoria tra governo, regioni e comuni, una vaghezza delle norme che genera confusione e interpretazioni discordanti contraddicendo la regola base da seguire in un momento di emergenza: la chiarezza e una comunicazione rassicurante nei confronti dei cittadini. Stiamo entrando nei mesi più difficili sia da un punto di vista sanitario sia economico, una comunicazione trasparente e lineare basata sulla sostanza e sulla forma dovrebbe rappresentare un imperativo per il governo ma purtroppo ad oggi sembrano mancare sia la forma sia la sostanza e a pagarne le conseguenze sono gli italiani.

Francesco Giubilei, 22 ottobre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
53 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
Con lo spot di Fedez, Conte ci tratta da grillini medi - Citytaly
24 Ottobre 2020 5:34

[…] « Precedente 1 2 […]

Lorella Sanguin
Lorella Sanguin
23 Ottobre 2020 21:41

Chissà se mandano una mascherina Louis Vuitton anche a me.

Mariangela
Mariangela
23 Ottobre 2020 14:19

La mia paura è che avendo tutto l inverno e parte della primavera davanti le restrizioni saranno più lunghe del precedente confinamento dato che il virus sopravvive di più nei mesi freddi.

Carlo
Carlo
23 Ottobre 2020 1:54

Fedez. E chi c a z z o è.

Mara
Mara
22 Ottobre 2020 23:11

ma lo spot era per i ragazzini..non ci vedo niente di male se ha ingaggiato due che hanno un seguito con età media molto bassa per far passar il messaggio, io conosco persone anche di 30 anni che imitano la Ferragni quindi non la vedo come un’idea così sbagliata

Mario
22 Ottobre 2020 21:13

#covidismo da stasera lancio questo nuovo hashtag.
Il regime attuale, il Covidismo appunto, è fatto di competenze altalenanti, impreparazione, supponenza, in qualche caso persino di ignoranza.
E non è imposto dall’alto perché il Regime Covidista è lo specchio esatto del tessuto sociale, tanto che lo rappresenta appieno.
Sì, non scomodiamo fascismo o comunismo, non scomodiamo dittature e sospensioni delle libertà. Dietro a tutti questi c’è comunque una perversa dignità. Un programma di potere, un disegno preciso e ben studiato persino una ideologia e un “sistema di pensiero”.
Dietro il #covidismo non c’è niente, se non il semplice nulla che riempie il vuoto di pensiero e di azioni che partono da questo per non atterrare da nessuna parte…

Alessandro
Alessandro
22 Ottobre 2020 20:46

Non ritengo la furbizia una gran virtù. Ovvio che è una utile qualità e che in un mondo di furbi diventa necessità per non soccombere.
Vale il detto “qua nessuno è fesso’ che si può interpretare sia come” non sono meno furbo, non mi lascio fregare”, ma penso si potrebbe anche interpretare come “sono più furbo e ti frego”. Questo a seconda di chi è come lo applica.
Per contro essere all opposto, è sicuramente un problema è comunque non una qualità. .
Ora tra Conte e Fedez chi si è dimostrato furbo è secondo me il secondo che, arricchendosi facendo parlare di sé, ha prontamente pubblicizzato la richiesta di aiuto del primo. É stato abile a cogliere l’opportunità. Tra i due mi pare che qui copra il ruolo del più abile nel curare i propri interessi che poi è il suo mestiere. Lvaltro cura gli interessi di tutti noi.
Ne riparleremo quando arriveranno le scadenze fiscali. Fedez dovrà pagare di più avendo fatturato di più. Il paese avrà fatturato di meno.

Vittorio
Vittorio
22 Ottobre 2020 19:47

Forse è giunto il momento di rilanciare il Corriere dei Piccoli per avere una linea editoriale dell’informazione adeguata al succedersi degli avvenimenti.