in

Contagi, Delta, vaccini: qualcosa va storto

Dimensioni testo

Come ampiamente riportato dalla stampa nazionale, alias giornale unico del virus, il 30 agosto il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità in Europa, il medico Hans Kluge, ha lanciato l’allarme: se non riprende con vigore la campagna vaccinale, nei prossimi tre mesi il Vecchio continente rischia di avere 236 mila decessi causati dal Covid-19. Questo in estrema sintesi il messaggio ben poco rassicurante di questo ennesimo scienziato del terrore il quale, come era ampiamente prevedibile, ha chiamato in causa la variante Delta, ultimo spauracchio virale di un regime sanitario sempre più globale.

Ora, tirando le somme della recisa presa di posizione di Kluge, i conti di una forsennata campagna vaccinale senza precedenti sembrano proprio non tornare. Infatti, confrontando i dati ospedalieri – a mio avviso quelli più significativi per avere un polso reale della situazione, italiani del 31 agosto del 2020, quando i vaccini erano ancora in fase sperimentale, con quelli del 2021 emerge un quadro per nulla coerente con la visione del luminare belga. Basti dire che se alla fine di agosto dello scorso anno nei nostri nosocomi si contavano 1.288 ricoverati con sintomi, 94 terapie intensive occupate e 24.696 persone in isolamento domiciliare. Quest’anno, invece ahinoi, i degenti con il Covid-19 erano ben 4.252, le terapie intensive 544 e gli individui in quarantena 133.129. Ma qui casca letteralmente l’asino, checché ne dica l’illustre esponente dell’Oms.

Ciò per il semplice fatto che, sempre con dati aggiornati al 31 agosto, nel nostro Paese risultano vaccinate con una dose 42.609.377 persone, il 70,6% dell’intera popolazione; mentre sono 36.668.590, il 60,8%, i vaccinati con due somministrazioni. Percentuali elevatissime, se consideriamo la fascia non vaccinabile per ragioni di età o di salute, che contrastano decisamente con gli attuali e piuttosto preoccupanti numeri ospedalieri, soprattutto in previsione del prossimo inverno. D’altro canto la vicina Francia, che ha vaccinato più di noi, con circa il 72,3% di prime dosi, registra un bilancio di ricoveri e terapie intensive assai più cupo del nostro, con addirittura oltre 2 mila malati di Covid nei reparti di rianimazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
43 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gianni
Gianni
6 Settembre 2021 13:40

Hai visto mai che qualcuno dichiari di aver sbagliato di questi soloni? La colpa la si trova sempre nel comportamento degli altri. Riescono a rinnegare l’evidenza

luca
luca
6 Settembre 2021 8:24

Analisi precisa e razionale; e qui sta il problema, la ragione, e il senso della realtà sono da tempo morti e sepolti sotto, il guano sparso quotidianamente dal Regime. un indottrinamento senza precedenti, ben accolto da milioni di rancorosi, delatori, insoddisfatti che non vedono l’ora di avere qualcuno a da chi incolpare per giustificare la propria pochezza. amen

Davide V8
Davide V8
6 Settembre 2021 1:26

Ioannidis aveva torto dicendo once in a century evidence fiasco.
Con il clamoroso fallimento dei vaccini siamo già a twice in a century.
E non è finita qui.

Benny
Benny
5 Settembre 2021 13:37

Temo che l’immunità di gregge, le riaperture o le non chiusure, e quant’altro si dice, siano solo fumo negli occhi. Pare tanto che l’unico obiettivo sia quello di vaccinare tutti, senza fornire alcuna informazione, in modo da educare il popolo alla fiducia cieca nelle istituzioni, che sono il nome tecnico della dittatura

LeLe68
LeLe68
5 Settembre 2021 11:04

Siamo nel semestre bianco, non si puo scogliere le camere ed indire nuove elezioni.
Ma il tempo passa veloce e i risultati restano perchè sono fatti concreti sotto gli occhi di tutti.
Ora se io vi dico che che cappuccetto rosso si è mangiato la nonna …. e poi dopo un po di tempo vi dico ma no… non è vero … mi votate alle prossime elezioni ?
Meglio continuare a dire che cappuccetto rosso si è mangiato la nonna e quando si arriva alle elezioni nel caso salti fuori la verità …. è stato il lupo a dirlo!!!!

Eugenio Moscadelli
Eugenio Moscadelli
5 Settembre 2021 9:04

Grazie per questo articolo. I numeri parlano chiaro, il “giornale unico del virus” no!

Giuditta
Giuditta
5 Settembre 2021 8:57

Se si dovessero vaccinare tutti non si potrebbe più fare un’analisi tra i decessi covid e i decessi da vaccino.
Inoltre obbligando i vaccini anche agli over 12, ( vaccinazione totalmente inutile ai fini della prevenzione sui decessi), si innalzerebbe il rapporto dei decessi covid su i decessi per vaccino.

Inoltre sul sito del ISS viene dichiarato apertamente che chi finisce in terapia intensiva o è deceduto nei 14 giorni successivi all’inoculazione della prima dose di vaccino, non è da considerare nel conteggio dei vaccinati.

art3mide
art3mide
5 Settembre 2021 8:20

Ho appena visto un servizio su tgcom24 su picchi di contagi e morti nel mondo, dove in 3 minuti, la giornalista avrà ripetuto 10 volte il concetto di immunità in relazione ai vaccini…
Un’altra manipolazione e mistificazione della realtà.