in

Delirio di Monti: “Siamo in guerra, l’informazione sia meno democratica”

Le frasi choc dell’ex premier in diretta tv: “L’informazione va dosata dall’alto”

Dimensioni testo

Per Mario Monti, viviamo in un mondo desueto. La pandemia ce l’ha dimostrato. E il carrozzone più desueto che ci trasciniamo dietro sembra essere la libertà d’espressione e d’informazione.

Incredibile quello che, ieri sera a In onda, su La 7, ha dichiarato il senatore a vita ed ex premier: bisogna “dosare dall’alto l’informazione”, perché siamo “in guerra”. E, per la “comunicazione di guerra”, è opportuno trovare “delle modalità meno democratiche nella somministrazione dell’informazione”. Non che non avessimo capito che tira aria di censura, ma fa sempre un po’ impressione sentire come certe idee vengano serenamente – e, ammettiamolo, pure onestamente – promosse da un uomo che ha abitato per oltre un anno a Palazzo Chigi.

Con le sue tesi, il bocconiano ha lasciato di stucco persino lo studio, per nulla no pass e no vax, della rete di Urbano Cairo. Tanto che la conduttrice Concita De Gregorio, visibilmente perplessa, ha dovuto domandare: chi decide come dosare l’informazione? Ovvia la risposta di Monti: “Il governo, ispirato dalle autorità sanitarie”. Meraviglioso: dopo anni di menate sul ritorno del fascismo, gli espertoni, i professoroni, ci spiegano che in effetti dovrebbero tornare i Minculpop, i ministeri della Propaganda. Purché a decidere siano loro, i sapienti, i saggi, che naturalmente operano esclusivamente per il nostro bene, intuendo cos’è giusto per noi meglio di quanto noi stessi potremmo mai fare. Un concentrato di paternalismo illiberale, misto al profondo disprezzo per le facoltà di giudizio dei cittadini, trattati alla stregua di minorati da addomesticare, instradare sulla retta via tramite la manipolazione e, magari, le menzogne.

Toc toc! Avete capito qual è il risultato di aver adottato, per il Covid, la metafora della guerra? Chiudiamo baracca, burattini, tv e giornali – i pochissimi rimasti non a senso unico – e ci affidiamo anima e corpo a bontà a sapienza di Super Mario Draghi?

Nicola Porro, 28 novembre 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
167 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Brunella
Brunella
29 Novembre 2021 19:39

Toc toc, e il berlusca che fa, congela FUORI DAL CORO E DRITTO E ROVESCIO fino a fine gennaio (chissà) cosa non si fa per salire al colle……….. si passa sopra i morti, noi siamo già svegli, la sveglia serve a qualcun altro???

Aldo Stinga
Aldo Stinga
29 Novembre 2021 19:37

Vedo tantissimi paladini sfegatati della libertà d’espressione e d’informazione.
Della PROPRIA libertà!
Quando e l’ALTRO ad esprimere un’OPINIONE, la stessa libertà d’espressione vale meno della carta igienica, che ha vita brevissima fino all’inderogabile SCARICO!

Giuseppe
Giuseppe
29 Novembre 2021 17:38

Non avevo dubbi che Monti si sarebbe spinto a un dire del genere. Anche xché lui fa parte di quelli che negli ultimi 20 anni hanno contribuito a rendere l’Italia sempre meno competitiva. La follia/megalomania di alcuni esseri “umani” non ha limiti.
Mi piacerebbe sapere quante xsone in Italia sarebbero potute non morire (almeno nel primo anno) se avessimo avuto un “vero” piano pandemico.

adl
adl
29 Novembre 2021 12:30

E’ grazie al discorso del senatore a vita Monti, sull’informazione inoculata come il prezioso vaccino, dall’alto……..che si dimostra la veridicità del “complottista”, mons. Carlo Maria Viganò. Grazie senatore il megastipendio a lei accreditato mensilmente in qualità di senatore a vita nonchè “salvatore” della patria, è e sarà ben speso.

Andrea
Andrea
29 Novembre 2021 9:34

L’informazione è già dosata dall’alto da un po’ di tempo.
Le manifestazioni di protesta in piazza sono terminate, sono state spente.
La gente si sta adeguando
Qua e là qualche pensiero “contro”, ma tutto tace

Il Governo vista ottenendo ciò che si è prefissato, forse anche oltre le aspettative iniziali e il consenso dei cittadini è in crescita
Non vi sembra?

Carmelo
Carmelo
29 Novembre 2021 8:49

Attenzione a mettervi a pecora loro stanno dietro…, son pronti, ma se pensate che sia necessario per la liberta’ condizionata accomodatevi pure, vi siete gia’ abituati, se continuate ad inocularvi non sentirete nulla, come dicono questi scienziati il siero funziona.
Per la vostra felicita’ mettetevi in fila i lupi non aspettano altro.
Saluti, un complottista.

Rosa
Rosa
28 Novembre 2021 23:39

Io non riesco più a sentire parlare di limitazioni! Questi ci hanno preso gusto e non la smetteranno più se noi non usiamo raziocinio e usciamo dalla paura che ci hanno messo addosso

antonio
antonio
28 Novembre 2021 23:19

La pubblicità su tutte le TV è la cosa più rassicurante che possa esistere in questo periodo, guardare la reclam , come si diceva una volta, e seguire l’informazione si ha la netta sensazione di vivere su due pianeti molto distanti.