Draghi premier, quale manovra ci aspetterebbe

E se come vado scrivendo ormai da qualche settimana sarà proprio Mario Draghi il prossimo Presidente del Consiglio? L’unico vero inghippo potrebbe essere rappresentato esclusivamente dal tempo di scadenza del mandato da Governatore della Bce. Draghi però, agenda delle consultazioni alla mano, potrebbe avere tutto il tempo per varare il nuovo “Bazooka” promesso della Bce e poi prendere possesso del suo nuovo ruolo alla guida del governo italiano. Ieri, intanto, ha presentato la sua candidatura ufficiale anche Conte, che ha fatto sfapere di essere pronto per un eventuale secondo mandato, questa volta un po’ meno vincolato alle posizioni di Salvini e Di Maio che rischiano di essere i veri sconfitti di questo fortunale estivo. Sono in corso verifiche all’interno dei due blocchi politici. Vedremo.

Ma torniamo a Mario Draghi. La sua presenza darebbe autorevolezza alla finanziaria del prossimo autunno. Conoscendo l’establishment europeo lui saprebbe bene quali leve usare per evitare di ricevere lettere di richiamo per i conti così come, invece, è avvenuto a molti dei governi che si sono succeduti, non ultimo l’esecutivo gialloverde. Draghi conosce i conti di casa nostra. Conosce la distribuzione dei titoli di stato in pancia alle banche italiane e quelli di quelle straniere. Draghi è un uomo del sistema, nel sistema. Draghi rappresenterebbe uno spauracchio nei confronti dello spread regalandoci qualche mese di stabilità nei confronti dei tassi d’interesse.

Draghi quindi saprebbe cosa fare? Ce lo chiediamo comunque, perché una cosa è governare una Banca Centrale, una cosa è ritrovarsi a governare la “res-pubblica”. Quella italiana poi…Oltretutto la sua politica di “tassi negativi” sta incontrando sempre più detrattori proprio nei Paesi del nord Europa, Germania e Svizzera su tutti (tema di cui ci occuperemo nei prossimi giorni).

Qualunque cosa faccia Draghi o chi per lui, non sarà indolore per le tasche degli italiani. Un governo a guida tecnica, così come crediamo avverrà, Draghi o non Draghi, avrà meno timore a fare scelte forti, non dovendosi successivamente confrontare con il consenso elettorale. Quindi, se così fosse, prepariamoci. Il problema del passato è stato che ai “prelievi forzosi”, di qualunque natura siano stati, non hanno corrisposto altrettante attività di ristrutturazione della macchina pubblica e del Paese stesso.

Condividi questo articolo

13 Commenti

Scrivi un commento
  1. Il ricorso ai tecnici è determinato dal vizio dell’italiano medio di votare sempre chi fa allettanti promesse di pranzi gratis. Politici incompetenti e populisti accontentano il bimbo viziato.
    Volente o nolente qualcuno arriva puntuale a presentare il conto. E la colpa di chi è?

  2. Leggendo alcuni commenti si comprende benissimo perché in Italia possono regnare tranquillamente i malfattori nostrani e stranieri o stranierizzati alla Draghi, alla Monti e così via. Gli italiani veri a questi preferiscono chi li ama, chi fa i loro interessi e chi ama davvero la nazione, la nostra nazione, dandone anche dignità, come appunto il nostro capitano Salvini che sopravanza in intelligenza, in dignità ed in onore la marmaglia politica e non che ancora scorrazza per l’Italia.

  3. L’unica terapia, da quando siamo entrati nell’Euro, è tagliare la massa di TUTTI gli emolumenti elargiti dalle pubbliche amministrazioni – stipendi e pensioni – con un prelievo progressivo a scaglioni.
    nel 2001 sarebbe bastato il cinque per cento, nel 2008 occorreva il dieci per cento, ora serve il 15 per cento
    Le alternative presuppongono una svalutazione, che non potremmo effettuare essendo nell’Euro e rispettando le sue regole che ci siamo imposti.
    Se decidessimo di NON rispettare le regole, cosa fattibile essendo ancora uno stato sovrano, basterebbe stampare euro, che è la nostra moneta, ed è diritto degli stati sovrani stampare la propria moneta.

    • Molto interessante , tagliamo a scaglioni anche i debiti che qualcuno ha con le Banche ? Mutui , finanziamenti , prestiti ? Tagliamo a scaglioni gli affitti ? Tagliamo a scaglioni le prestazioni mediche. ?

  4. Trovare un nuovo premier in questa situazione é difficile ma da un punto di vista di persinalitá, di conoscenza dell’amiente internazionale e della sua autoritá personale non c’é nessun dubbio. Avrá priblemi nella giungla amministrativa del paese, ma una scelta accurata di collaboratori di esperienza dovrebbe risolvergli le difficoltá. A paragone di Conte ed anche di Renzi e altri avventurieri c’é una differenza di anniluce.

  5. Draghi sarebbe la pietra tombale sulle aspirazioni di capitan coniglio furbo e sulle bufale in allestimento nei suoi circoletti..solo che non penso che Draghi abbia tanta voglia di bruciarsi sa,endo su un carro guidato 5 stelle -piddi..due partiti con decine di correnti e in stato di implosione imminente

  6. Faccio anche mio il “NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO……..!” del signor ARMANDO TERRAMOCCIA per tutti coloro, tra cui anche Draghi, eventualmente vorrebbe nominare mister Mattarella, come ho detto all’epoca no all’ennesima potenza per Monti e la Fornero e per tutta quella gent…aglia che conosciamo. Il potere è del popolo secondo Costituzione e, dunque, si vada a nuove elezioni come è dovere di fare di un P d R che si rispetti.

  7. “prelievi forzosi”. C’è solo un piccolo particolare: come al solito, saranno solo al NORD, poicé al SUD NESSUNO PAGHERÀ e la MAGISTRATURA STRABICA KATTOKOMUNISTA che ci ritroviamo controllerà che il NORD PAGHI, mentre al SUD guarderà lontano, verso l’orizzonte per verificare che arrivino ancora più clandestini da mantenere, evitando di abbassare lo sguardo per NON VEDERE I VERI EVASORI E MUNGITORI del REDDITO DI CITTADINANZA con il lavoro assolutamente in nero.

  8. Beh, un po’ di lacrime e sangue per mettere i conti a posto non sarebbe male, e le generazioni future ringrazierebbero. Voglio vedere i sindacati impazzire, e non voglio più sentir parlare di redditi di fannullanza.

  9. NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO……………! Non desidero il clone di Monti , non desidero il risorgere della Fornero. Basta con questa dittatura dei poteri forti ! Basta . Devo tradurre Basta ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *