in

Per investire gli italiani guardano ad orologi, vini ed opere d’arte

Dimensioni testo

Niente redditività da reddito fisso? Così gli italiani che non vogliono lasciare soldi in conto corrente si rivolgono ad altre forme d’investimento. Orologi, opere d’arte, vino. Le scelte sono di varia natura, ma testimoniano le necessità di trovare soluzioni diverse dallo stallo attuale. E attenti alle truffe.

Come gestire la liquidità accantonata in conto corrente? Qualcuno, la investe pianificando il proprio futuro, altri pur di non subire le oscillazioni dei mercati finanziari preferiscono cercare strade alternative. Così cresce sempre di più l’attenzione per gli investimenti in oggetti da collezione, orologi o auto di lusso e per asset sempre più improbabili come il vino.

Justin Gibbs, cofondatore con James Miles dell’indice Liv-ex (London International Vintners Exchange, piattaforma di riferimento del mercato secondario del fine wine), sostiene che lo share italiano nel mercato secondario dei fine wine è in continuo aumento e ad oggi si aggira attorno al 15-16% del mercato.

Lo ribadisce anche Ashley Ling, head of Europe di OenoGroup (Unica società di investimento nel fine wine appartenente al Wine & Spirit Trade Associazione) : “L’Italia continua ad affermarsi come uno dei mercati più forti a livello mondiale. Dopo la più che positiva performance registrata nel 2021, consumatori e collezionisti di tutto il mondo hanno iniziato a percepire maggiormente l’eccezionale valore del made in Italy” e ancora “ il settore dei vini di lusso costituisce da sempre una copertura efficace in presenza di inflazione”.

Ma il vino non è l’unico asset alternativo nel portafoglio dei giovani investitori. Come suggerisce Silas Walton, fondatore e CEO di The Watch Exchange (per la vendita di orologi di lusso) e come riportato poi da Cimafonte, negli ultimi anni si sta assistendo ad una rivalutazione degli investimenti in oggetti da collezione. Complici anche le tendenze verso cui spingono i social media.

I giovani milionari di oggi vogliono possedere ricchezze ma più tutto vogliono poterle mostrare. Queste nuove tendenze e interessi privilegiano oggetti da collezione come per esempio orologi, rispetto a titoli e azioni. Grazie a The Watch Exchange, Walton ha permesso ai trader di monetizzare e fare liquidità anche in tempi brevi, scambiando orologi esclusivi. Questo mercato di nicchia e specifico, ovviamente è accessibile solo ai milionari che possono permettersi orologi con una forbice di prezzi dai 20 mila ai 150 mila euro.

Per chi invece non dispone di un’ampia liquidità da poter investire, c’è la possibilità di rivolgersi al mercato degli orologi di lusso usati. Secondo Reuters, il mercato degli orologi di lusso usati è cresciuto notevolmente negli ultimi anni.

IL MERCATO DEGLI OROLOGI DI LUSSO USATI E L’AUMENTO DEL LORO VALORE

Secondo quanto riportato da Meridiana orologi, l’analista di Kepler Cheuvreux (società europea indipendente di servizi finanziari specializzata in servizi di ricerca, esecuzione, consulenza e gestione patrimoniale) Jon Cox ha stimato la dimensione del mercato dell’usato per un totale di circa 20 miliardi di dollari nel 2020, un terzo del valore totale del mercato. E in particolare, come riportato dall’agenzia internazionale di ricerche di mercato Technavio, il mercato degli orologi di lusso usati sta aumentando le sue dimensioni con un potenziale di crescita di 1,64 miliardi di dollari nel periodo 2022-2024.

Alla base degli investimenti alternativi non c’è solo un fattore sociale, ma anche economico. La crisi economica che ha seguito la pandemia, affiancata da eventi come la Brexit e la disputa commerciale US e Cina ha causato disordini sui mercati mondiali. Questi disordini sembrano aver alzato il prezzo dell’oro al livello più alto degli ultimi sei anni. Al momento infatti, il prezzo dell’oro è al di sopra di 1500 dollari l’oncia.

Di questo aumento, ne hanno quindi beneficiato anche i beni di lusso come gli orologi, che grazie al loro alto profilo di liquidità sembrano essere l’alternativa più sicura agli investimenti in titoli e azioni che ormai sono sempre più in balia delle oscillazioni.

Emanuela Assato, 13 gennaio 2022

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments