in

Fazio, Saviano e Burioni: quelli con la verità sempre in tasca

Dimensioni testo

L’unica variante che vorremo vedere, di questi tempi, è un cambiamento della televisione: mentre la maggior parte dei programmi cerca un movimentismo che non faccia addormentare il telespettatore nella palude della noia, alcuni modelli restano fedeli a se stessi: regnanti, festanti e impuniti. Mentre Fabio Fazio dichiara di avere la passione di comprare immobili ecocompatibili il suo Che tempo che fa è l’unica scuola in Italia che non teme la Dad pur facendola.

Ormai gli ospiti sono relegati nella seconda parte della trasmissione, mentre dalle 20 su Rai3 la domenica sera sempre più spazio alle lezioncine: se un tempo era anche gradevole ascoltare un critico d’arte come Flavio Caroli raccontarci la storia dell’arte con competenza e nessun accademismo, da qualche mese Fazio lascia la scrivania alla cattedra di Roberto Saviano e Roberto Burioni. Saviano ci parla sempre delle stesse cose: il pericolo delle infiltrazioni mafiose nella pandemia, lezione che ormai sappiamo a memoria tranne i diretti interessati: i commercianti che rischiano di svendere le proprie attività per poche migliaia di euro alla criminalità organizzata. Perché Saviano non torna ad intervenire sul territorio, come faceva a Casal di Principe quando promuoveva i suoi libri? Farebbe notizia, darebbe spazio davvero, oltre alle parole, a un pericolo che esiste ma che, per adesso, dà da mangiare solo a Saviano.

Intanto pontifica, protetto dal piccolo schermo da Fabio Fazio, tranne poi infrangere il vetro del televisore con le raffiche di mitra della sua fiction Gomorra che sta per arrivare alla 5° stagione. Inutile sottolineare, ancora una volta ma vale la pena ricordarlo, come Gomorra sia per noi fruitori indubbiamente una serie ben fatta, mentre per chi vive tutti i giorni a contatto con la camorra il rischio di emulazione è comprovato. Con una novità: non si sa se è Saviano a prendere spunto dalla malavita o la malavita a prendere spunto da Saviano.

Mentre si continua a parlare di virologi e scienziati come presenzialisti televisivi la miglior tecnica di comunicazione la sta applicando Roberto Burioni. Abbandonati i suoi interventi tra i canali, è ospite fisso di Fazio come divulgatore senza contraddittorio. Con tono rassicurante tra Piero Angela e il Colonnello Bernacca, si è ritagliato dieci minuti alla settimana di lezioni sul Covid. Una mini-lezione, con unico “contraltare” l’ossequioso Fazio. Burioni è severo, ma allo spettatore lascia sempre la speranza, la buona notizia e una boccata d’ottimismo. Un colpo al cerchio e uno alla botte. E anche lui il suo quarto d’ora di gloria e di stipendio lo porta a casa.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
37 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
franceso
franceso
11 Maggio 2021 10:14

che cumulo di sciocchezze questo articolo. in tutte le trasmissione è così. se Saviano ripete le stesse cose è perchè non si sta facendo nulla per impedire le infiltrazioni. se siamo costretti a vedere un virologo che ci fà lo spiegone è perchè in giro si sentono pericolose falsità. sarà pure noioso ma questo è quello che voglio dal servizio pubblico.

Gabriele Camomilla
Gabriele Camomilla
2 Maggio 2021 23:06

Vogliamo parlare d altro? Per esempio di manutenzioni delle infrastrutture. Ma seriamente, non per stereotipi triti e sbagliati.

paolo
paolo
1 Maggio 2021 14:57

certo la televisione di Porro ea un gradino superiore...... e puo permettersi di criticare Fazio…loro fanno parte di una televisione libera senza padroni ….erisaputo ce rete 4 non e di parte….ricordiamo Fede..

Tulipano Nero
Tulipano Nero
1 Maggio 2021 9:45

Cazzzo! Qui c’è la nuova triade!! Che spettacolo. Chissà cosa ne pensano del raider trentenne che ha strappato il biglietto che inneggiava a Mussolini e adesso è stato reintegrato? I soliti ANTI-TUTTO! Chissà se in quel biglietto ci fosse stata una falce e martello e un raider di destra lo avesse strappato??? E poi lo avessero licenziato??? Sul lavoro, quando si violano le regole primarie, fuori!!! Qui siamo in democrazia… Già, peccato però che si è democratici a senso unico. Se la pensa come una parte della politica, sei democratico, se invece la pensi come diversamente sei fascista. Ma l’articolo 21 della Costituzione…?

Renato angioli
Renato angioli
1 Maggio 2021 7:44

Non hanno nessuna verità in tasca esprimono soltanto opinioni. Capisco che per voi destrossi sia dura capire che si possono esprimere opinioni nel rispetto di quelle altrui, ma così è la democrazia bellezza al bagno.

Pacca
Pacca
30 Aprile 2021 22:57

Di fronte ai bidelli è ovvio che alcuni sembrano professori. Sai quei vecchi bidelli di Berlusconi di tanti anni fa ?

Pietro
Pietro
30 Aprile 2021 19:10

Quasi 1000 casi giornalieri di Covid-19 milioni di morti nel mondo e terapie intensive sature! Questo perché non hanno fatto come in Israele,vaccino obbligatorio. Saviano dice sempre le stesse cose, la verità è che oggi si tende a criticare tutto. Burioni e Co. non sanno tutto, non prendono lo stipendio per caso , ci sono anni di studi e non cercano nemmeno delle tecniche per convincere la gente a vaccinarsi,(leggo questo in altri siti), come dei comuni mortali, cercano di portare un po’ d’informazione , non quella distorta che si legge spesso in Internet. Saluti

CLAUDIO
CLAUDIO
30 Aprile 2021 17:44

Manco Dario Argento sarebbe capace di dipingere tre personaggi così….se fossero animali sarebbero ,
FAZIO il Serpente ( per la vocina e perchè senza braccia come tutti i Liguri )
SAVIANO la Nutria ( per l’aspetto bluastro )
BURIONI Il somarello ( perchè raglia senza senso )