in

Ferrovie dello Stato prime nella salute di addetti e passeggeri

Al centro Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane

Dimensioni testo

Le Ferrovie delle Stato si distinguono, oltre che per essere uno dei maggiori investitori infrastrutturali del nostro Paese con un impegno profuso di 9 miliardi nel solo 2020, per come hanno protetto e continuano a tutelare la salute di dipendenti e passeggeri dall’emergenza pandemica. A dimostrare il primato del gruppo guidato dall’amministratore delegato e direttore generale Gianfranco Battisti sono due riconoscimenti internazionali super partes ottenuti dal gruppo FS nell’arco di pochi mesi. Prima con la Biosafety Trust Certification che l’Ente di certificazione RINA ha riconosciuto alla controllata Trenitalia per le best pratice contro il contagio e ora con la certificazione WELL Health-Safety Rating ricevuta dall’intero gruppo FS Italiane.

 

Che cosa significa la certificazione WELL Health-Safety Rating

Chi pensa sia facile fregiarsi di queste “patenti” di eccellenza sociale è del tutto fuori strada. La certificazione WELL è infatti sviluppata dallInternational Well Building Institute di New York: si tratta di uno standard che valuta in modo stringente le procedure previste per garantire un ambiente di lavoro sicuro, i protocolli necessari a minimizzare il rischio di contagio in azienda e le azioni compiute per migliorare la capacità di risposta alle situazioni di emergenza. Nello specifico il Gruppo Fs Italiane ha ottenuto la certificazione WELL per tutti i rigidi protocolli di sicurezza che ha sviluppato per minimizzare il rischio Covid in uno degli anni più difficili attraversati dal nostro Paese dopo la seconda guerra mondiale. Sono state quindi per esempio analizzate: le procedure di pulizia e sanificazione degli ambienti di lavoro, la gestione dello smart working e il welfare per i dipendenti dedicato al virus, a partire dai tamponi antigenici rapidi destinati ai lavoratori entrati in contatto con sospetti casi Covid e migliorare la capacità di risposta alle situazioni di emergenza anche con coperture assicurative ad hoc in caso di ricovero da contagio. “Questa certificazione è unulteriore conferma dellimpegno del Gruppo FS per garantire la sicurezza e la tutela della salute delle persone – sottolinea Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane – elementi distintivi dellidentità del Gruppo e fra i principali driver del nostro modello di sviluppo. Il percorso intrapreso da FS, già prima dellemergenza sanitaria in corso, ha lobiettivo di diffondere una cultura della sicurezza responsabile e condivisa, coinvolgendo sempre di più le persone, viaggiatori e dipendenti, nel nostro progetto dimpresa”.

 

Perchè Fs è stata promossa a pieni voti dall’istituto di New York

Il Gruppo FS ha quindi conseguito il WELL Health-Safety Rating, peraltro per  primo in Europa,  dopo una serie di verifiche puntuali che hanno dimostrato la conformità delle misure definite dal Recovery Plan e dai Protocolli Anticontagio di Gruppo ai requisiti previsti dallo standard. La certificazione ha riconosciuto particolare importanza allimpegno del Gruppo nelle diverse iniziative di welfare per fornire assistenza alle persone sia in ambito lavorativo che nella vita privata. FS, sin dai primi giorni dellemergenza sanitaria, ha infatti attivato per tutti i dipendenti una copertura assicurativa in caso di ricovero dovuto a contagio da Covid-19, ha aderito alla campagna vaccinale antinfluenzale offrendo a tutto il personale che ha scelto volontariamente di vaccinarsi un contributo economico per lacquisto del vaccino, ha messo a disposizione 18 strutture della Direzione sanità sul territorio per effettuare tamponi rapidi antigenici a chi ha avuto contatti stretti con sospetti casi Covid. Non solo, per contribuire alla ripartenza del Paese, ha realizzato in collaborazione con la Croce Rossa Italiana lhub vaccinale di Roma Termini e si è proposta al Commissario Straordinario dando la piena disponibilità a vaccinare, con proprie strutture e personale sanitario, tutte le persone del Gruppo. Ci congratuliamo con il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane per aver fatto di tutto per dare priorità alla salute e alla sicurezza dei propri dipendenti e dei viaggiatori, affrontando le questioni centrali legate alla pandemia da Covid-19 e anche quelle più a largo spettro legate alla salute e alla sicurezza nel prossimo futuro – ha dichiarato Rachel Hodgdon, presidente e ceo di Iwbi (International WELL Being Institute) – Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane è la prima azienda WELL Health-Safety Rated in Europa e si inquadra come progetto pilota a sostegno di una ripresa sana e resiliente capace di ispirare anche altri gruppi a ripartire con fiducia”.    Sono molto contenta di aver sviluppato questo progetto con un Gruppo importante sia a livello nazionale che internazionale come Ferrovie dello Stato Italiane. – ha aggiunto Francesca Galati Bolognesi, Engineer, Architect, Leed Ap, WELL Performance Testing Agent –  Questa collaborazione sottolinea e rafforza la dedizione e limpegno costante che il mio team e io abbiamo da sempre dedicato al settore della sostenibilità e del benessere”.