in

Fineco: un’offerta sostenibile e costi super trasparenti

La sede di Fineco a Milano
La sede di Fineco a Milano

Dimensioni testo

Carte di pagamento digitali al posto di quelle di plastica, costi dei fondi trasparenti, mutui agevolati per l’acquisto di case a elevata classe energetica e forte impegno per il Superbonus 110%, soluzioni di investimento che includono i criteri Esg, riduzione dei consumi energetici in azienda e riciclo dei rifiuti.  Sono alcuni dei passi concreti per la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile compiuti da Fineco. La piattaforma per investimenti finanziari guidata da Alessandro Foti è infatti fortemente impegnata ad accompagnare la propria strategia di crescita stabile e organica con una serrata integrazione dei principi di sostenibilità sia nellambito del  business sia della gestione delloperatività. Quindi robustezza di bilancio (il 2020 si è chiuso con 9,3 miliardi di raccolta complessiva, più di 1,34 milioni di clienti, un utile netto adjusted di 324,5 milioni e una solidità Cet 1 del 28,56%) e un forte impegno sostenibile del gruppo che ha allineato il piano obiettivi ESG 2020-2023 con i Sustainable Development Goals dell’Onu. Fineco  sta investendo sulla formazione dei propri dipendenti e consulenti in tema di sostenibilità e lo scorso anno ha risparmiato 20,5 tonnellate di carta rispetto al 2019. E quanto alla parità di genere, è la prima società del Ftse Mib con un consiglio di amministrazione a maggioranza femminile.

Tutela dell’ambiente certificazione EMAS

Fineco, che ha già formalizzato la propria policy di gruppo in un apposito documento  “Politica Ambientale”, lavora per ridurre il consumo di plastica e carta nella propria attività quotidiana. La strategia spazia da un lato dalla decisione di installare erogatori di acqua e di consegnare borracce ai dipendenti per limitare l’utilizzo di plastica, dall’altro dalla scelta di utilizzare sola carta riciclata o certificata e di estendere la raccolta differenziata a tutti gli uffici. L’implementazione di un sistema di gestione ambientale ai sensi del Regolamento Europeo EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) comprende tutto il perimetro Italia, ovvero i luoghi dove lavorano i dipendenti e tutti i Fineco Center in cui operano i Consulenti Finanziari. Sarà un’altra prova tangibile della volontà del gruppo di migliorare le proprie performance ambientali: la certificazione, rilasciata da un ente terzo, monitora gli aspetti ambientali come ad esempio i consumi energetici e idrici o la generazione-smaltimento dei rifiuti, oltre alla sensibilizzazione dei clienti sulla possibilità di sottoscrivere prodotti finanziari sostenibili.

Consulenza sostenibili e trasparenza sui costi

Il Bollino “No performance fees”

Fineco  offre soluzioni di investimento che  integrano i criteri Esg nella costruzione dei portafogli: la selezione poggia su specifiche analisi quantitative e qualitative, e si avvale dei rating ESG emessi da provider di primo piano come Morningstar e Sustainalytics. Simile la situazione, sul fronte delle pensioni complementari, con Core Pension, fondo pensione aperto gestito da Amundi e distribuito in esclusiva da Fineco, che dallottobre 2020 ha modificato la propria politica di investimento integrando criteri di selezione basati sulla sostenibilità. Obiettivo trasparenza poi sui costi grazie al bollino verde FAM (No performance fees”) che segnala in un modo immediato i fondi che non applicano commissioni di performance.

 

Per un mattone davvero green

Quanto al capitolo casa, prosegue il successo del mutuo green che permette di finanziare lacquisto di immobili in classe energetica A o B a condizioni vantaggiose rispetto al listino standard. Non solo: è di Fineco – a dirlo sono gli analisi di Mediobanca Securities, quindi una realtà terza rispetto al gruppo – la più aggressiva offerta presente sul mercato per cedere i crediti di imposta sia gli interventi legati a Ecobonus e Sismabonus 110% sia per altre agevolazioni quali, il bonus facciate” e il bonus ristrutturazione”.  La clientela Fineco può quindi ottenere liquidità immediata a condizioni ai vertici del mercato, senza aspettare gli anni previsti per la detrazione o preoccuparsi dei limiti di capienza fiscale.

 

Promossa a pieni voti in sostenibilità

Molti i riconoscimenti che Fineco ha ottenuto dal mercato per il lavoro svolto. Vediamo i principali. Lo scorso anno Standard Ethics – che adotta nelle proprie valutazioni di sostenibilità e governance le direttive delle Nazioni Unite, dell’Ocse e dell’Unione europea – ha migliorato la pagella del gruppo guidato da Foti da EE” a “EE+” – si tratta di un “very strong investment grade” assegnato a società sostenibili con un basso profilo di rischio reputazionale e forti prospettive di crescita a lungo termine. FinecoBank è poi già inclusa nello Standard Ethics Italian Banks Index e nello Standard Ethics Italian Index; fa parte dell’FTSE4Good Index Series (un insieme di indici gestiti dal Financial Times Stock Exchange che misurano le performance ESG) e del Bloomberg Gender Equality Index (GEI) 2021 (che traccia i risultati finanziari delle aziende impegnate nella parità di genere). Inoltre, MSCI ha confermato a FinecoBank l’ESG rating pari ad A, su una scala che va da CCC a AAA, ovvero una valutazione nella media rispetto al settore di riferimento e si è anche posizionata tra le migliori banche a livello internazionale secondo le valutazioni di rischio ESG di Sustainalytics, raggiungendo un ESG Risk Rating pari a 18.7 (Low risk).

 

Impegno sul territorio e charity 

Fineco partecipa in modo attivo a numerose iniziative di sostenibilità, sia livello nazionale sia internazionale, con l’obiettivo di promuovere un business sostenibile nel lungo periodo. In particolare Fineco è firmataria dei Principi del Global Compact e dei Principle for Responsible Banking delle Nazioni Unite; ha siglato un accordo di associazione con Valore D, organizzazione impegnata a garantire una cultura aziendale che valorizza i talenti femminili. La controllata Fineco Asset Management ha aderito ai Principle for Responsible Investment sempre delle Nazioni Unite. Fineco supporta inoltre liniziativa PlasticLess di Lifegate per la raccolta di rifiuti galleggianti nelle acque di porti e circoli nautici italiani. Nel 2020 è stata Main Sponsor di tutte le iniziative del FAI – Fondo Ambiente Italiano, a partire dalle Giornate del FAI allAperto” (un impegno che la banca porta avanti dal 2017 con un percorso di sostegno al Fondo in qualità di Corporate Golden Donor). Infine ha preso parte al progetto del Comune di Milano Cura e adotta il verde pubblico” per la riqualificazione delle aree verdi urbane del capoluogo lombardo.

 

Fineco ha preso parte al progetto del Comune di Milano “Cura e adotta il verde pubblico”