in

Foibe, la mia commozione in diretta

Dimensioni testo

Ieri sera per celebrare il Giorno del Ricordo abbiamo voluto aprire la puntata di Quarta Repubblica con le testimonianze dei parenti delle vittime delle Foibe. Persone invisibili, persone che per molti anni sono state dimenticate da chi ha sempre voluto negare quei crimini di matrice comunista.

La puntata di ieri l’abbiamo voluta dedicare a tutti loro. E vi assicuro che, in diretta, la mia emozione è stata tanta…

Dalla puntata del 10 febbraio 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
105 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Delia
Delia
16 Febbraio 2020 7:55

Ma quando mai i tedeschi hanno fatto i conti col passato!!! Il 10% della popolazione equivale ai 6.000.000 di morti solo nei campi di concentramento? La loro mira espansionistica i Tedeschi ce l’hanno nel loro DNA. C’ERA NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, NELLA SECONDA E C’E’ ANCORA OGGI BASTA VEDERE CHI COMANDA IN EUROPA. Hanno ragione perche’ noi Italiani abbiamo un governo che non e’ stato eletto dai cittadini e stiamo zitti e buoni, abbiamo le piazze piene di” sardine” che protestano contro Salvini e tanti in buona fede partecipano quasi fosse una scampagnata e non sanno neanche perche’ sono la’ invece di protestare per i diritti sacrosanti quali lavoro, privilegi da parte dei politicanti, pensioni spesso da fame, ecc.ecc., cosa vuoi pretendere? Per inciso le sardine non abboccano ma si pescano con la rete!

gianluca
gianluca
16 Febbraio 2020 4:51

Quello slavo era un regime comunista criminale ma questo modo di trattare l’argomento foibe è ridicolo da ogni punto di vista tranne quello dei politicanti. In ogni guerra esiste la rappresaglia, gli italiani e i tedeschi hanno fatto fuori quasi il 10% degli slavi. Di che parliamo?

Il che non vuol dire glorificarle, badate bene.

Ma chissà perché i tedeschi, che hanno fatto i conti col passato e non usano argomenti così beceri in politica (se non qualche partito di minoranza di estrema destra) non celebrano le vittime tedesche di crimini diguerra da parte dei russi. Come mai eh?

trackback
La medaglia a Tito va ritirata? Scontro Biloslavo-Ferrero - Quarta Repubblica
14 Febbraio 2020 17:54

[…] 10 febbraio Quarta Repubblica ha celebrato il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle Foibe. Tra gli ospiti Fausto Biloslavo, giornalista de Il Giornale, […]

Piero ronco
13 Febbraio 2020 21:19

PRIMA DELLE FOIBE

Giorno del Ricordo…di tutte le vittime

“So che a casa vostra siete dei buoni padri di famiglia, ma qui voi non sarete mai abbastanza ladri, assassini e stupratori.”

Benito Mussolini ai soldati della Seconda Armata in Dalmazia, 1943

“Di fronte ad una razza inferiore e barbara come la slava, non si deve seguire la politica che dà lo zuccherino, ma quella del bastone. I confini dell’Italia devono essere il Brennero, il Nevoso e le Dinariche: io credo che si possano sacrificare 500.000 slavi barbari a 50.000 italiani”

Benito Mussolini

Silvia Filoni
Silvia Filoni
12 Febbraio 2020 19:52

Grazie Nicola per la tua onestà, così impopolare e così preziosa

ORIANASANTASUBITO
ORIANASANTASUBITO
12 Febbraio 2020 17:03

complimenti, dottor Porro, per la sua professionalita’ ed il suo coraggio.

Siamo in tanti ad apprezzarla – lo scopro parlando della sua trasmissione – anche quelli che poi non visitano i siti

Grazie, ad maiora

Sal
Sal
12 Febbraio 2020 16:46

Questo è stato il mio post iniziale sul tema con una battutina sulla lacrimuccia di Porro:

“Anche noi “comunisti” nelle scuola pubblica ogni anno ricordiamo la giornata delle foibe, facendo conoscere alle nuove generazioni un evento tragico di cui ignorano anche il nome.”

Nessun commento di soddisfazione, di approvazione, di consenso. NIENTE

Una massa di ignobili insulti.

Perché? Perché voi ci godete all’idea che noi siamo i cattivi ed del fatto che noi possiamo aver ricordato con dolore quei fatti a migliaia di persone che li ignoravano vi dà soltanto fastidio.

Alla faccia della riconciliazione.

Acunzo Cesare
Acunzo Cesare
12 Febbraio 2020 13:32

Complimenti per la sua trasmissione, vorrei che lei ci parlasse del connubio di magistrati e politici di sinistra perchè tutti i giornali parlano dell’on. Salvini per sviare l’attenzione di noi non comunisti, grazie.

Distinti saluti Cesare Acunzo