in

I profeti del terrore tacciono solo sugli infetti stranieri

Dimensioni testo

Ci vuole un bel coraggio a parlare di fake news, quando si è produttori e propalatori di maxi balle. Da mesi vogliono terrorizzarci, e non si sono posti limiti: i comitati scientifici e i supervirologi che ci “governano” per interposti avvocati e ministri arrivarono, ad aprile, a profetizzare 150mila persone in terapia intensiva a giugno se ci fosse stata a maggio una riapertura totale. Uno scenario apocalittico, da romanzo distopico. E naturalmente si è rivelata una cazzata, come si dice a Cambridge: in questo weekend i ricoverati in rianimazione in tutta Italia sono stati tra i 65 e i 67. Eppure nessuno si è presentato a dire: scusate, ci siamo sbagliati, abbiamo letteralmente dato i numeri, abbiamo fatto politica e propaganda, abbiamo presentato il peggiore e il più estremo degli scenari possibili come un’ipotesi realistica.

Hanno ammazzato un’economia che già era al collasso; hanno messo sotto i piedi quel tanto (cioè pochissimo) di rispetto dello stato di diritto che ancora esisteva e resisteva; hanno soprattutto usato il “mind control device” più efficace, la paura, come arma per anestetizzare il dissenso e lo scontro politico.

E adesso ci riprovano. Proroga dello stato d’emergenza; gestione mediatica all’insegna dell’allarmismo spinto per evitare che gli italiani vivano anche solo un brandello di normalità estiva; minaccia della mitica seconda ondata (possibile, certo: ma non se ne ha al momento nessuna evidenza scientifica); e soprattutto creazione del terrore intorno ai mitici “focolai”.

Anche qui, contano sul fatto che la nostra memoria sia disattivata, rattrappita, incapace di trattenere un minimo di informazioni. Per mesi, ci avevano spiegato che lo scenario più desiderabile era proprio questo: grande arretramento del contagio, e solo pochi e limitati focolai ultralocalizzati da controllare. Bene, ci siamo arrivati. E invece? Adesso che ci siamo arrivati, ogni focolaio diventa un incubo, un’ombra lunga, uno spauracchio.

Da ultimo, come se non bastasse, alla malafede si aggiunge l’incapacità. Non solo si aggrappano al virus come polizza di assicurazione sulla vita del governo, ma non sono nemmeno capaci di gestire la macchina di una buona e ordinaria amministrazione. Ma vi pare normale che da mesi ci abbiano sfinito con mascherine, distanziamento sociale, metro statico e metro dinamico, persecuzione dei runner, e poi abbiano allegramente fatto entrare – a quanto pare – più di duemila persone dal Bangladesh, dove l’epidemia sta divampando proprio adesso, con circa 600 positivi che – dicono le autorità – si aggirerebbero per l’Italia?

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
75 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
cassandra crossing
cassandra crossing
30 Luglio 2020 11:45

usanza molto diffusa è scambiarsi baci e abbracci a Natale e capodanno, tempo di freddo laringiti e riniti. il motivo è nella saggezza degli antichi che avevano capito l’importanza dell’immunità di gregge. la medicina ufficiale sta ben lontana dai rimedi quasi gratuiti, gargarismi con soluzione molto diluita di amuchina non vengono neanche considerati, rimedi da pochi soldi, clorochina e altri, vengono demonizzati, percentuali di decessi vengono osservate al microscopio a seconda di chi colpevolizzare, migrandi fuggiti erano tutti negativi. sperperare i miliardi ricevuti gratuitamente (quando mai) in banchetti a rotelle e 11 milioni di mascherine al giorno, pazienza tanto sono regali. peccato che rimarranno i debiti. un modo per liquidare l’Italia

orianasantasubito
orianasantasubito
26 Luglio 2020 20:12

Gentile dottor Porro, mi chiedo e le chiedo:
– come mai ci danno quotidianamente i numeri di diffusione del covid in tutto il mondo (con precedenza, ovvio, da quei cattivoni di Trump e Bolsonaro) e NESSUNO ci dice cosa succede in Africa ? Ricordo di aver visto (e credo di averle mandato) una foto – o video ?- di alcune apparecchiature in uso nelle strade di Tunisi per effettuare dei test sulla popolazione. Ed era nel mese di maggio !!!!
– quando ci dicono ad esempio che SOLO 5-10 migranti sono risultati positivi al tampone…. a nessuno viene in mente che, viaggiando nelle condizioni in cui viaggiano ( se é vero quello che i sedicenti virologi raccontano ) …..SONO TUTTI INFETTATI ? O é tutta una presa in giro ?
– qualcuno ci spiga dopo la quarantena NON RISPETTATA questi signori dove andranno ? a fare cosa ?

marcor
marcor
14 Luglio 2020 10:12

Codesti mentecatti al potere ormai sono riusciti a dividere l’opinione pubblica terrorizzando e lavando il cervello a molti. Compito della stampa libera (se esiste) e dell’opposizione deve essere quello di enfatizzare al massimo le contraddizioni insite nell’attuale operato governativo, come appunto quella del trattamento di favore riservato a ong e clandestini.
Parlare di navi-quarantena come soluzione al problema è da stupidi e farebbe solo dilapidare risorse e incentivare partenze; non dobbiamo essere noi a curare gli infetti degli altri Paesi.

Sal
Sal
14 Luglio 2020 7:57

SOLIDARIETA’
Udite udite.
C’è un tal Fabio Bertoncelli che è disperatamente alla ricerca di virgole!
E’ un vero cacciatore di virgole ossessionato dalle virgole innamorato delle virgole adoratore di virgole! Pretende le virgole ama le virgole nota le virgole le virgole sono la sua vita senza virgole non campa non ragiona si perde si ritrova ma poi senza virgole soffre sta male le virgole sono la sua quotidiana esistenza gli mancano le virgole sogna le virgole una virgola fuori posto (orrore!) virgola qua virgola là virgola su virgola giù una virgola al giorno toglie il medico di torno meglio una virgola oggi che un passato remoto inventato domani evviva le virgole virgola for president regalategli una virgola sempre cara mi fu quest’erma virgola…………….
Insomma un vero signor virgola! Anzi da oggi Il Signor Virgola!
(dopo le figuracce su libri non letti e passato remoto sconosciuto)

PS Chissà come sarà imbufalito nel leggere questo post senza virgole.

Renato
Renato
13 Luglio 2020 21:28

Carissimo Capezzone, tutta la
Mia stima per la tua grandezza di giornalista e persona! Detto questo, con sommo dispiacere , ti dico che quelli come noi hanno voglia a sperticarsi a proferire verità altrimenti subdolamente nascoste: il vero problema italiano è tutto in quel 43 % di escrementi sostenenti le varie sinistre associate insieme ai 5 stalle. Guarda caso lo stesso numero di consensi – a detta dei sondaggi ti vari – che avrebbe giuseppi contucolo attualmente!

Francesco
Francesco
13 Luglio 2020 19:50

Caro Capezzone,condivido tutto,come al solito, e sottolineo che la paura è il loro lasciapassare fino a nuovo ordine o dpcm.

PaoloB
PaoloB
13 Luglio 2020 18:05

Qualche contagiato libero di girare per il Paese è verosimilmente funzionale a chi vuole trovare (o creare) a tutti i costi argomenti con cui giustificare una proroga ad libitum dello stato di emergenza. A questo punto non mi stupirei più di nulla.

Luciana
Luciana
13 Luglio 2020 17:01

Lo stato d’emergenza è dover affrontare giorno per giorno questo
governo incapace, avanti così, non una parola sull’arrivo di gente
con covid, noi invece in attesa di un altro decreto, speriamo di no;
poi: “contagi in aumento anche oggi”! Fermare gli sbarchi no?