in

Il prof anti green pass: “Non lo accetto: radiatemi”

Dimensioni testo

Pubblico volentieri la lettera che il prof. dell’Università di Padova, Andrea Camperio Ciani, ha inviato al rettore e ai ministri Speranza e Messa in merito all’obbligo del green pass per il personale scolastico.

Collega Rettore,

(non uso superlativi per ciò che segue),

io sottoscritto prof Andrea Camperio Ciani, professore ordinario di codesta libera Università degli studi di Padova, avendo appreso dal decreto rettorale dell’obbligatorietà della tessera green pass per svolgere lezioni, dichiaro formalmente, a lei, e per conoscenza al ministro della università Messa ed al ministro della sanità Speranza, che avrò l’onore e la dignità di rimettere davanti a lei in mio green pass, accettando la sua dimissione dall’insegnamento dei miei corsi di evolutionary psycology, genes mind and social behavior e animal and human behavior, e la radiazione della mia cattedra di insegnamento quale professore ordinario, e sospensione dell’intero stipendio. Io mi prendo la responsabilità di ciò che affermo, e aspetto il suo decreto di radiazione da codesta Università di Padova.

Sottolineo che in una università libera quale credevo fosse, l’appartenenza a tessere di partito, fasciste o di green pass fossero avulse, dato lo spirito libertario e democratico che credevo ci appartenesse. Sono fiero pronipote del prof. Costanzo Zenoni, che rinunciò alla cattedra di Anatomia all’Università di Milano per non aderire al partito fascista. Antenati patrioti, eroi, e pensatori, mi avevano illuso che l’università avesse appreso principi di libertà e democrazia, vedo che così non è e me ne assumo le responsabilità.

Mi rifaccio al patto sociale di Hobbs, che più di trecento anni fa, sanciva quanta libertà il cittadino dovesse abdicare allo stato e quanta tenersela, dichiaro che in nome della libertà, individuale, per tutti i no vax che non condivido, ma tollero, insieme a testimoni di Geova, ed ai timorosi, o male informati, ritengo che discriminarli sia opera liberticida ed oscurantista. Sono quindi fiero di rimetterle il mio mandato ed attendo il suo decreto di licenziamento.

Viva la libertà qualunque essa sia.

In fede,

Prof. Andrea Camperio Ciani

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
133 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Nemesix
Nemesix
6 Settembre 2021 9:41

Onore agli Uomini di Alta Dignità.
Ma tra qualche giorno credo dovrò dire, Onore ai Caduti in battaglia.

Domenico Salimbeni
Domenico Salimbeni
3 Settembre 2021 18:53

Complimenti: Lei è una persona intelligente, quasi un extraterrestre nei confronti della maggior parte dei nostri governanti e dei nostri “scienziati virologi (?)”.

Maurizio
Maurizio
28 Agosto 2021 23:15

Riguardo a Costanzo Zenoni possiamo dedurre da un documento reperibile in rete intitolato ‘Il laboratorio della morte – L’Istituto anatomo-patologico e la cattedra di anatomia clinica’ che il suo ritiro fu dovuto a vicende differenti da quelle millantate:
“quando l’Ospedale stipulò una convenzione con l’Università concedendo l’intero istituto (personale e laboratori compresi) alla facoltà di Medicina e chirurgia. Il posto di capo e di vice capo dell’istituto furono allora soppressi e il personale ospedaliero fu sostituito da quello universitario. Zenoni, deluso e rammaricato, seguì pochi anni dopo la figlia in Toscana e morì il 5 giugno 1941.

nicolò
nicolò
28 Agosto 2021 16:01

Non posso credere che un professore universitario abbia una così scarsa padronanza dell’italiano. Sembra una lettera come potrebbe scriverla chi non ha mai frequentato un corso di studi regolare.
Per entrare nel merito, che c’entra con lo spirito “liberticida e oscurantista” uno strumento necessario per proteggere la salute della collettività in un periodo di crisi pandemica?

Claudio Matta
Claudio Matta
27 Agosto 2021 19:39

Che dire ?..prof. Ciani hai tutta la mia ammirazione e stima .
Viva la Libertà qualunque essa sia !

Patrizia
Patrizia
27 Agosto 2021 19:34

Sei un GRANDE!!!!

Gianluca
Gianluca
27 Agosto 2021 17:34

L’atto di questo professore è tanto degno quanto quello del suo antenato. Purtroppo temo che ad oggi la solidità di questo governo nazista e del suo green pass non vacillerebbe neppure davanti ad un sacrificio come quelli di Jan Palach e dei monaci buddisti in Tibet.

Lino
Lino
27 Agosto 2021 17:33

Opera liberticida e oscurantista? Francamente mi sembra esagerato. Non siamo di fronte all’imposizione di un partito ma ad una logica di rispetto della vita. Ci ripensi, caro professore.