in

La caduta di Re Arcuri

Dimensioni testo

Vi proponiamo una breve carrellata del meglio del peggio di Domenico Arcuri, Der Kommissar, l’uomo-pasticcio di cui finalmente Mario Draghi ci ha liberato. A rivedere queste scene, sembra incredibile che siamo stati nelle mani di un personaggio simile: dagli auto elogi in conferenza stampa, a quando si vantava di aver predisposto sempre gare pubbliche europee (come no, tipo quella vinta da Benotti e Solis…), a quando assicurava che i banchi a rotelle sarebbero arrivati l’8 settembre, alle minacce di querelare i giornalisti. Infine, la chicca: ospite di La 7, confessava di dormire “molto poco” da quand’era diventato commissario.

Ecco: sapesse noi, che sonni tranquilli abbiamo fatto, sapendo di essere in balia dei suoi svarioni. Sonni tranquilli li hanno avuti molti colleghi giornalisti che ad Arcuri lo hanno trattato come un Re. Vi ricordate la copertina del Venerdì con il succoso elogio di Francesco Merlo? Arcuri Re, titolavano. Oggi è caduto e c’è da scommetterci che i suoi lodatori saranno i primi a cambiare repentinamente opinione.

Nicola Porro, 1° marzo 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
100 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
SILVIO
SILVIO
4 Marzo 2021 17:13

CHI HA PERMESSO AD ARCURI DI PERSEVERARE E PERCHE’ ?

Andrea
Andrea
2 Marzo 2021 21:31

Il Commissario di tutto, campione di niente.

Roberta giudici
Roberta giudici
2 Marzo 2021 17:11

Il codice degli appalti va eliminato subito, abominio x burocrati

Roberta Giudici
Roberta Giudici
2 Marzo 2021 17:10

Il codice degli appalti è un abominio che blocca qualsiasi cosa, un inno alla burocrazia

Erri
Erri
2 Marzo 2021 15:15

Dopo la caduta di Conte sono seguiti in forma di silenzioso rispetto e senza alcun anticipo altri scollamenti che resistevano con colle “Millechiodi” . E non è finita qui perché con il passare del tempo di Conte 1 e 2 ricorderemo solo le sciagure e non gli elogi che si fanno per eliminare le persone incompetenti.

Peppe
Peppe
2 Marzo 2021 13:54

Come al solito unolaqualunque solo perché è di una specifica area politica, perché è cugino di in altro laqualunque, ha i figli che vanno a scuola con… Etcetc diventa importante e per questo si ritiene nel diritto di fare, disfare e spendere come crede. A chi deve rendere conto? A nessun altro che al popolo sovrano e restituirgli tutti i soldi spesi male ed anche quelli che casualmente gli sono “azanzati” in tasca. #attentiavoi #noinondimentichiamo

Giovi
Giovi
2 Marzo 2021 13:27

Non so se gli attenti frequentatori di questa Zuppa, conoscono il vero significato della proposta di Salvini si Euro e Forza Italia, ovvero l’abolizione del codice degli appalti (magari accompagnato dallo scudo penale).
Ecco bravi, avete indovinato, cosa volete che vi dica, questa è l’Italia del nuovo cdx che avanza.

Nella
Nella
2 Marzo 2021 13:02

@Giovi io non sono sicuramente De Amicis ma tu sei sicuramente un CRETINO!!