in

La gara a chi stacca la spina al BisConte - Seconda parte

Dimensioni testo

E le parole assolutorie di queste ore del commissario Moscovici alimentano ancor di più i sospetti di Matteo Salvini e dei principali osservatori. Sarebbe interessante conoscere la versione di due pesi leggeri, ma testimoni oculari, come Giovanni Tria ed Enzo Moavero, entrambi con il dente avvelenato per essere stati rimossi dal Premier senza neppure un pranzo di cortesia. Chissà se la verità verrà fuori. Dopo aver mostrato, bluffando, di avere a cuore la questione Mes e di averla studiata, a dicembre l’avvocato degli italiani firmerà la criticata riforma regalando nuovi voti a Salvini, oltre a quelli che gli arriveranno a valanga dalle vittime della Legge di bilancio, da ultimo con il folle pignoramento dei conti correnti.

Per “Giuseppi” quel che conta è fare il turista, è infatti già pronto a partire per l’ennesimo viaggio, questa volta in Ghana. Quando torna farà appena in tempo a godersi il suo appartamento ristrutturato con fondi pubblici a Palazzo Chigi, con super doccia a otto getti d’acqua. Zingaretti, Di Maio e Renzi, se non vogliono finire travolti, devono decidere di far saltare il banco. Per loro stessi ma soprattutto per gli italiani.

Luigi Bisignani per Il Tempo 24 novembre 2019

Lo Stato aguzzino arriva a pignorarci i conti correnti!

Perché Conte cadrà sulle tasse

Caro Zingaretti, portaci al voto!