in

L’ultima del politicamente corretto: niente attori bianchi! - Seconda parte

Dimensioni testo

Ci credono veramente? Poco importa. Sta di fatto che stiamo assistendo ad una preoccupante riscrittura orwelliana della nostra storia, solo che invece di cancellare i capi del partito caduti in disgrazia, li coloriamo un po’ più scuri. La distorsione, magari fatta a fin di “bene” nel nome dell’inclusività, diventa piano piano una verità dogmatica imposta dal sistema, e chi non è d’accordo diventa automaticamente un estremista di destra. La BBC pochi anni fa ha presentato un cartone animato sulla Britannia romana il cui il protagonista era un centurione nero e la sua famiglia.

Chi ha fatto notare quanto fosse fuorviante far passare una evenienza possibile ma piuttosto straordinaria come un fatto comune, è stato sbeffeggiato e trattato come un ignorante (anche dai giornalisti italiani che hanno riportato la vicenda). L’ignoranza starebbe nel non sapere che l’impero romano comprendeva anche tutto il Nord Africa e quindi fosse pieno di “neri”… come se il Marocco, l’Egitto o la Tunisia avessero la stesse popolazioni dell’Africa subsahariana.

Stefano Varanelli, 31 gennaio 2020