in

Magistrati anti-Salvini, ecco cosa dicevano

Dimensioni testo

L’avversione di una parte della magistratura nei confronti dell’ex ministro Matteo Salvini in realtà non è mai stata solo privata, come stiamo vedendo dalle intercettazioni di queste ultime settimane, ma anche pubblica.

Ecco cosa veniva detto durante due convegni della magistratura dello scorso 2019.

Dalla puntata di Quarta Repubblica del 25 maggio 2020

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
59 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pablo.hollit
pablo.hollit
1 Giugno 2020 22:55

be, non sappiamo chi sia massone e chi no, però potrebbe essere un buon inizio per cercare i massoni( la massoneria è una associazione criminale) e cominciare a buttarli fuori a calci nel cu… dalle varie istituzioni. Tranquilli qualcuno prima o poi dovrà iniziare a buttarli fuori, è solo questione di tempo, la Verità prima o poi verrà a galla e con essa potremmo capire chi è massone e chi no. Chi lo è li potremmo buttare fuori da ogni istituzione, non so, potrebbero imparare l’umiltà facendo lavori comuni, tipo camerieri, elettricisti, potremmo anche far fare loro i muratori, ma con la cazzuola davvero, dopotutto massone deriva dal francese muratore. Quindi potrebbero farlo davvero, li vedrei bene a costruire cose con la pala in mano e il cemento, magari una volta tanto potrebbero rendersi utili e non come adesso fare gli intrallazzatori alle spalle dei cittadini. i massoni si sentono forti e imbattibili ma anche loro verrano messi ai piedi di Ge sù , di fronte a lui infatti ogni gionocchio si pieghi. Chi ha orecchio per intendere intenda

pablo.hollit
pablo.hollit
1 Giugno 2020 22:53

be, non sappiamo chi sia massone e chi no, però potrebbe essere un buon inizio per cercare i massoni( la massoneria è una associazione criminale) e cominciare a buttarli fuori a calci nel cu… dalle varie istituzioni. Tranquilli qualcuno prima o poi dovrà iniziare a buttarli fuori, è solo questione di tempo, la Verità prima o poi verrà a galla e con essa potremmo capire chi è massone e chi no. Chi lo è li potremmo buttare fuori da ogni istituzione, non so, potrebbero imparare l’umiltà facendo lavori comuni, tipo camerieri, elettricisti, potremmo anche far fare loro i muratori, ma con la cazzuola davvero, dopotutto massone deriva dal francese muratore. Quindi potrebbero farlo davvero, li vedrei bene a costruire cose con la pala in mano e il cemento, magari una volta tanto potrebbero rendersi utili e non come adesso fare gli intrallazzatori alle spalle dei cittadini. i massoni si sentono forti e imbattibili ma anche loro verrano messi ai piedi di Gesù , di fronte a lui infatti ogni ginocchio si pieghi. Chi ha orecchio per intendere intenda

trackback
SE QUESTO È… | ilblogdibarbara
1 Giugno 2020 15:49

[…] Se questo è un dittatore (qui) Se questa è una magistratura (pagata da noi) al servizio della giustizia (qui) […]

andrea sabatini
andrea sabatini
1 Giugno 2020 9:59

tutto comincia da mani pulite e da presidenti della repubblica scelti dalla sinistra.L’occupazione dello stato ed una deriva da regime è sempre più attuale e giustificata dai mezzi d’informazione .E’ saltato lo stato di diritto e qualsiasi pudore da parte della magistrature ,capi di stato,partiti.Povera Italia.

Massimo da Rotterdam
Massimo da Rotterdam
31 Maggio 2020 20:42

Uno dei grandi problemi italiani è la mano lunga della politica per cui un magistrato, un imprenditore o qualunque persona voglia far carriera debba conoscere o entrare direttamente in politica per far carriera. Tangentopoli ha di fatto sancito l’ interferenza del potere giudiziario su quello politico, i magistrati nuovi Deux ex machina vennero considerati dall’ opinione pubblica i soli capaci di contrapporsi alla politica corrotta e corruttibile che fino ad allora aveva governato l’ Italia. La soluzione dei mali per far nascere una nuova e migliore classe politica. Gli stessi magistrati che poi direttamente o indirettamente sono entrati in campo per indirizzare la politica in un senso che attraverso le intercettazioni di Palamara è diventato abbastanza esplicito, non essere contro la politica corrotta ma esserne di parte per far figurare corrotta la fazione politica opposta. Berlusconi è entrato in politica non di certo da angioletto, è stato un ottimo imprenditore anche se non sarebbe arrivato a costruire un impero personale di così grande portata senza appoggi politici durante la prima repubblica, ha deciso, o meglio è stato consigliato dai sui vecchi amici, di scendere in campo. Terra a terra, gli hanno detto “o entri direttamente in politica o questi magistrati con l’ appoggio della sinistra ti fanno fuori”. In effetti è cio che hanno cercato di fare imputandolo dei più… Leggi il resto »

Maria Makatea
Maria Makatea
31 Maggio 2020 20:16

I Magistrati non dimentichino mai che IL POTERE GIUDIZIARIO APPARTIENE SOOOLO AL POPOLO (art. 101 c. 1 della Costituzione) la magistratura, che è un ordine, lo amministra e giudica se la legge è rispettata.
Cossiga diceva chi ha la magistratura dalla sua parte governa
Cacciari dalla Gruber : IL PD non può pretendere che la magistratura gli tolga sempre le castagne dal fuoco …..la dice lunga!
Con questa affermazione ha dichiarato che le istituzioni relative al potere giudiziario sono a sostegno del PD ed intervengono facendo delle sentenze a loro favore ! E’ DITTATURA !!

«Ahi serva Italia, di dolore ostello,
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie, ma bordello!»
«Povera Italia ridotta in schiavitù, dimora di sofferenza, nave alla deriva nel pieno della tempesta, non più signora dei popoli, ma luogo di prostituzione!»

Sal
Sal
31 Maggio 2020 19:43

@ leo
Io invece credo che leo e Fabio Bertoncelli siano la stessa persona.
Curioso eh?

Se esiste un onore anche nel multimediale: sul mio onore io non sono Andrea.

gianni
gianni
31 Maggio 2020 13:48

Sono vecchio, stanco, mi limito a constatare:
Craxi
Berlusconi
ora tocca a Salvini…
avanti il prossimo.
Ho visto che l’appellativo ‘democratico’ dissimula sistematicamente (in qualsiasi ambito venga impiegato) una tenace vocazione dittatoriale.
Un cancro… incurabile.