in

Misteri del Covid: calano i casi, resta l’emergenza

Dimensioni testo

Ed eccoci qui a circa un anno e mezzo vissuto con restrizioni della libertà pesantissime in nome della tutela della salute, ma anche quando i dati risultano incoraggianti, spuntano sempre nuove limitazioni, come ad esempio il green pass, realizzando in tal modo un clima da emergenza infinita.

In Italia continua la discesa di nuovi casi di Covid, un segnale che dovrebbe essere in teoria accompagnato da un allentamento delle “norme di sicurezza”, invece, assistiamo a qualcosa d’incomprensibile, da un lato osserviamo un netto miglioramento dell’emergenza e dall’altro l’introduzione di norme sempre più stringenti come il green pass.

Il green pass europeo serve come esenzione da test obbligatori e quarantene quando si arriva in uno stato estero. Dal 1° giugno può essere emesso dagli stati membri dell’Ue, che grazie alla piattaforma Gateway potranno riconoscere quelli degli altri. Il 1° luglio entra in vigore a tutti gli effetti il regolamento che istituisce il certificato Covid digitale come diritto di tutti i cittadini Ue. In Italia il green pass parte il 15 giugno, come ha spiegato Massimo Garavaglia, ministro del Turismo. “Sarà un modello informatico, ma finché non entrerà in funzione potrà essere sostituito da un documento cartaceo”. Le regole però potranno variare da Paese a Paese, con misure meno rigide decise dai singoli governi.

Il green pass rischia di diventare il simbolo dell’emergenza infinita, in quanto, non garantisce un via libera per tutti i viaggi da e per tutti i 27 Paesi dell’Unione europea. È previsto infatti un meccanismo di blocco in cui, all’aumentare dei contagi, i singoli stati possono decidere di far entrare nei propri confini solo le persone negative ai tamponi, facendo cadere la possibilità per chi è vaccinato o si è negativizzato di non sottoporsi ai test. Questo può succedere in particolare dove è segnalata un’elevata presenza di varianti del coronavirus che destano preoccupazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
24 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ste vari
ste vari
4 Giugno 2021 22:59

..credo sia sempre più probabile che l’emergenza sia ormai usata come pretesto per mantenere un certo “controllo” delle libertà personali (ammesso che la cosa non sia stata voluta fin dal principio). La tristezza maggiore è che questo malvagio disegno venga non solo accettato ma condiviso dalla maggioranza e, cosa che mi stupisce sempre più, anche da chi ha un livello di cultura superiore. Il “sistema” risulta quindi avere perfettamente raggiunto lo scopo. Purtroppo.

Alessandro m.
Alessandro m.
4 Giugno 2021 20:31

Mi sento in un mondo che mi sta stretto.
Chi comanda questo giochetto, c’è riuscito proprio bene.
Troppe pecore smarrite!
In pochi si fanno domande,si pongono dubbi e di guardsno intorno.
L’involuzione di specie sta avanzando.

Michele
Michele
4 Giugno 2021 19:18

Siamo messi molto male, si impone il vaccino facendolo passare come l’unica possibilità per tornare alla libertà, di fatto hanno stoppato o fatto passare per fake news le cure che sono state trovate contro il covid, così la gente si è convinta che mascherine e vaccino sono l’unica via, basta vedere in giro quanti sono da soli e con le mascherine, anche sui balconi di casa.

Olympe de Gouges
Olympe de Gouges
4 Giugno 2021 15:04

Se concediamo ai governanti la possibilità di violare i PRINCIPI in nome delle EMERGENZE, li spingiamo a creare EMERGENZE per violare i PRINCIPI.

Nedo Micci
Nedo Micci
4 Giugno 2021 11:37

Non lo dico con lil compiacimento tra le righe di chi ha riserve sui vacvini…ma certo la cosa non e’ da poco ; ieri nel suppervaccinato UK il triplo dei contagi italiani o giu’ di li..l’indiana ? Tutta questa storia ogni giorno ci riserva- cattive – sorprese . Forse perche’ fanno più tamponi ? Viviamo di domande o di parossistiche osservazioni…uh guarda al ristorante no e nei bus si.Come se le due cose fossero omologhe….al ristorante non ci vai e basta, con i bus , inevitabile non usarli, e’ un po’ più difficile…costruirli e gestirli.

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
4 Giugno 2021 10:27

Qualcuno dice che lo stato di emergenza non serve per il Covid, ma il Covid serve per lo stato di emergenza.

Strange
Strange
4 Giugno 2021 9:38

Praticamente hanno abolito Schengen senza abolirlo veramente.

Carlo Piccinelli
Carlo Piccinelli
4 Giugno 2021 3:28

Ragazzi: “ha da passà ‘a nuttata” non possiamo far altro che sperare in questo. Certo che se ci trovassero gusto a non farla passare……