in

Mps rovinata dalla sinistra che ora fa finta di nulla

Caso Mps, interrotta la trattativa con Unicredit

mps letta

Dimensioni testo

Alla fine il nuovo amministratore delegato di Unicredit ha alzato l’asticella ad un livello tale che il Tesoro ha dovuto rompere le trattative per la cessione del Monte dei Paschi di Siena. Andrea Orcel è un manager che viene del mercato, e della politica evidentemente se ne infischia. Arrivato all’Unicredit gli hanno spiegato che la banca doveva salvare il Monte. Ha guardato le carte e, con un ristretto numero di fedelissimi, ha fatto quella che in gergo si chiama due diligence: insomma, si è fatto i conti al centesimo. Ebbene, per prendersi la banca senese ha preteso quasi dieci miliardi di euro. È inutile in questa sede specificare esattamente per cosa, basti sapere che dentro ci sono gli esuberi del personale in eccesso, l’irrobustimento del capitale di Siena perché non affondasse Milano e la pulizia totale dei crediti dubbi.

Una dote che il governo non si poteva permettere di pagare. Solo di aumenti di capitale andati in porto e lanciati negli ultimi due lustri, il Monte ha bruciato 13 miliardi (su quasi trenta totali). Senza tener conto di obbligazioni, prestiti e garanzie pubbliche. Quando una banca affonda, non si scherza.

Il Monte non è un fallimento del mercato, ma neppure solo dello Stato. È il fallimento di un gruppo di potere, legato prima al Partito comunista e poi al Partito democratico toscano. Non esiste una storia di fallimento pubblico così targato e così poco denunciato. Il ministro che ha realizzato l’ultimo prestito per la banca è stato eletto nel collegio di Siena per la sinistra e poi ha lasciato il Parlamento per diventare presidente di Unicredit e avrebbe dovuto ripulire i pasticci. Ma che, come abbiamo visto, ha preteso di farlo solo a condizione che la dote coprisse tutti i buchi.

Ora il premier deve usare la sua credibilità europea per una battaglia di retroguardia: comprare più tempo per privatizzare la banca. Avrebbe dovuto farlo entro quest’anno ma così non sarà.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
24 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Andrea G.
Andrea G.
26 Ottobre 2021 15:43

Letta nonostante tutto ha comunque vinto a Siena la citta’ del MPS.
Quindi? E’ inutile…
L’italiano medio (sia di destra che di sinistra) e’ scemo. Punto.

Arianna
Arianna
26 Ottobre 2021 9:46

Ricordo che questa gente comunque è stata ri votata in ogni dove. Quindi ripeto l’italiano c’è o ci fa.

Roberto
Roberto
26 Ottobre 2021 1:57

Sapete quanto costera’ questa follia a noi contribuenti?!! Oltre 50 miliardi di euro!! 30 volte Alitalia in 40 anni!! E NESSUNO CHE FIATA!! IL PD principale responsabile del disastro festeggia l’elezione (ancora?!) del suo segretario nel seggio che fu di Padoan!! Pero’ le pensioni bisogna tagliarle (quota 104, 105 110, 120?) Ma il problema sono i non vaccinati untori e sperperatori di risorse pubbliche vero?!

Flavio Pantarotto
Flavio Pantarotto
25 Ottobre 2021 22:11

Potrebbe anche finire così: Unicredit compra MPS alle condizioni più favorevoli spostando la sede a Milano, lasciando a carico del Governo e quindi dei Contribuenti la “Bad Company” coi suoi debiti; nel frattempo qualche prestanome di Matteo Renzi, coi soldi degli Arabi amici suoi,
opera il “salvataggio” di quest’ultima a condizione di poter mantenere il brand “Monte dei Paschi di Siena”. Pinocchio verrebbe portato in trionfo, riconquisterebbe il suo feudo elettorale e buona parte del PD.
Poi, per rimborsare i “Fratelli” c’è il porto di Livorno: Moby Prince – Agip Abruzzo spiega che cosa può impunemente succedere da quelle parti.

Davide V8
Davide V8
25 Ottobre 2021 20:30

Si potrebbe parlare anche del basket: per anni hanno fatto i fenomeni con metodi più che dubbi (noti a chiunque nell’ambiente), finchè il capo non è stato arrestato ed uno scudetto revocato (uno solo, purtroppo).

Curiosamente qualche giorno fa su La Verità c’era un’intervista al suddetto, altamente improvvida: tanto per parlare di “giudici comunisti” si sono ritrovati a difendere uno scempio che fortunatamente è finito.

Antisportivo e, ovviamente, a spese di tutti.
Scivolone per la Verità, purtroppo.

Algeo Bonaldo
Algeo Bonaldo
25 Ottobre 2021 20:07

Sono convinto che la sinistra tirerà fuori qualche argomento divisivo da far parlare giornali e tv quale distrazione di massa fintanto che ci ciuleranno i miliardi necessari a sistemare Monte Paschi

Algeo Bonaldo
Algeo Bonaldo
25 Ottobre 2021 17:56

Chi ha girato un pò la Toscana, ed in particolare il territorio di Siena, si sarà accorto che in ogni paesino c’è un museo, una bocciofila, un campetto, una cooperativa, ecc. con la targhetta del Monte Paschi. I cittadini che votavano PCI/PD perchè ricevevano contributi in tutto, i dirigenti della Banca (lautamente pagati per obbedire), il potere politico che comandava e ordinava non si ponevano il problema che i soldi finissero, perchè? Ecco confermata la mia teoria, quelli di sinistra hanno un solo neurone e questo non è capace di ragionare.

Algeo Bonaldo
Algeo Bonaldo
25 Ottobre 2021 17:36

Fosse che i komunisti avessero distrutto solo Monte Paschi brinderei con una bottiglia di Ferrari. Negli ultimi 20 anni hanno governato per 15. Abbiamo dimezzato il potere di acquisto dei salari, abbiamo perso 20/30 punti di PIL nei confronti delle altre nazioni (Germania, Francia, Spagna, …. ), abbiamo aumentato la povertà, ….. Penso che le capacità della sinistra di risolvere i problemi sia esattamente come quella di Franceschini che per dare lavoro alla moglie del suo amico inventa una scuola con 30 milioni di euro e la fa direttrice, poi se la scuola in tre anni diploma una ventina di studenti in niente chi se ne frega