in

Perché l’Italia rischia di diventare una preda - Seconda parte

Sembra di rivedere la scena di fine Quattrocento quando l’Italia divenne obiettivo di altre potenze

Dimensioni testo

È la disgregazione che rende drammatico il crollo economico e mette a repentaglio le nostre imprese eccellenti: in Europa le principali nazioni reggono perché hanno istituzioni che funzionano, rapporti equilibrati fra i poteri dello Stato, disegni costituzionali coerenti. Se non nasce una riscossa della politica che riprenda in mano le istituzioni, dalle prove dei prossimi mesi l’Italia rischia, come un tempo, di uscire preda.

Antonio Pilati, 26 aprile 2020