in

“Porro razzista su Egonu”. Vi spiego perché è falso

David Carretta mi accusa di essere razzista per i pezzi critici verso la Egonu. Ma ha preso un granchio

porro egonu

Dimensioni testo

Questa mattina mi sono svegliato incazzato. C’è un signore di nome David Carretta che è pagato da tutti noi contribuenti praticamente da quando vive. È un giornalista (si fa per dire) “impiegato pubblico” sia per Radio Radicale che per Il Foglio. Non me ne vogliano quelli di Radio Radicale o del Foglio, anche perché penso che quella sia una radio stupenda mentre il Foglio lo leggo ogni mattina, e continuerò a battermi affinché entrambi abbiano il finanziamento pubblico.

Obiettivamente però, questo impiegato pubblico non può permettersi di darmi del razzista considerato che è evidente che io non lo sono. Altrettanto chiaro è che non sono misogino (come invece dice qualcuna) anche perché, ironia della sorte, io lavoro praticamente solo con donne.

Probabilmente, fra un po’ diranno anche che odio i cani e lì saremo arrivati alla triplice santità del politicamente corretto. Sfiga vuole che nessuna delle tre mi appartenga.

Comunque sia, ammetto che appena ho letto questi insulti ho pensato per un attimo di farci un po’ di soldi querelandolo. Poi ho pensato alla Meloni che stamani è dipinta dal Domani come una terrorista e ho capito che è inutile piagnucolare come una Egonu qualunque. A maggior ragione per gli insulti di uno che metto al livello di Toscani.

Avrei capito se mi avesse dato del cretino, forse avrebbe avuto quasi ragione, ma dirmi che sono un razzista è palesemente falso.

Nicola Porro, 5 febbraio 2023