in

Prendere in giro gli elettori è pericoloso

Il sondaggio del weekend sul Corriere della Sera, a cura dell’istituto di Nando Pagnoncelli, lo ha certificato, corroborando con i numeri una evidenza politica e sociale: questo governo rosso-rosso nasce nettamente minoritario nel Paese.

E non è questione (solo) di condizione numericamente minoritaria delle forze politiche che lo sorreggono, a fronte di un centrodestra che, se fosse unito, potrebbe guadagnare un’agevole maggioranza assoluta. È questione di contenuti, di temi, di priorità, di orientamenti.

Dimentichiamo per un momento i partiti, e concentriamoci sulle cinque linee-guida che gli elettori hanno consegnato a tutti, alle politiche del 2018, alle Europee di pochi mesi fa, e in ogni analisi, in ogni sondaggio, in ogni rilevazione.

1. Meno Europa e meno dipendenza dall’asse franco-tedesco.

2. Più autonomia regionale.

3. Meno tasse.

4. Più controllo dell’immigrazione.

5. Meno Pd.

Ecco, su tutti e cinque questi punti, il governo Conte bis va in direzione opposta. Ci propone più Europa e più dipendenza rispetto a Parigi e Berlino; si mette di traverso rispetto all’autonomia regionale (ha già iniziato, già dal primo minuto di gioco, una guerra giuridica contro il Friuli-Venezia Giulia); non è certo liberale in economia; minaccia di riallentare la politica sull’immigrazione; e, gran finale, è stradominato dal Pd quanto a facce, poltrone, parole e musica, con i Cinquestelle ridotti a una specie di movimento giovanile dem.

Condividi questo articolo

69 Commenti

Scrivi un commento
  1. Oddio che ridere!!! LOL
    Nn potevo esimermi dall’intervenire per dire la mia sulla diatriba tra il Sal,l’Enzo e il Franco.
    Direi che nn pongo numerazioni al mio voto,ma faccio soltanto presente a Sal che sta approcciandosi con due personaggi che credeno che il Salvini sia uno statista! 🙂
    Nn credo che sia tempo ben impiegato rintuzzare gli strali di coloro che,probabilmente,sicuramente a loro completa insaputa,si sono trovati nella situazione di sfruttare le stringhe per spostarsi tra universi paralleli e su uno degli stessi(a cui decretano di essere l’unico attendibile)il Salvini è “l’ineluttabile”.
    Lascierei che i meccanici quantistici studino l’evento.
    Troppo complicato per dei comuni mortali.

    • Egregio Orlo, se fossi come qualcun altro, in primis, La coprirei di insulti invece preferisco, se del caso, un confronto sereno; tutto ciò premesso, mi permetto di farLe osservare che, nelle innumerevoli diatribe mai nessuno si è dichiarato Salviniano; se essere di cdx oppure, se vogliamo, anche di destra non penso equivalga ad un peccato mortale. Io esprimo le mie idee, giuste o sbagliate che siano. Lei esprimerà le Sue che potrò condividere o meno ma che rispetto comunque. INVECE SIA BEN CHIARA UNA COSA, ANCHE SE QUALCUNO, CERCHERA’ DI FARE LA VERGINELLA ILLIBATA, E COME SI POTRA’ SEMPRE VERIFICARE, GLI INSULTI SONO PARTITI SEMPRE E COMUNQUE DA CHI SI PROFESSA VERGINELLA.
      Saluti.

      • Gli insulti sono stati i tuoi. Avevamo detto: ognuno esprima le proprie idee. Hai ricominciato tu con i tuoi GODO. Te li ricordi o no?
        Comunque che si riparta in modo civile e vediamo.

  2. Bravo Capezzone: il collante che tiene ben salde le poltrone di Pd e 5S, consentirà purtroppo a questo esecutivo di durare, almeno fino a quando il limite della decenza non supererà quello della vergogna. Quel giorno, anche il Presidente della Repubblica dovrà arrendersi al popolo e rimettersi alla sua volontà.

  3. AVVISO IMPORTANTE A TUTTI GLI OSPITI DI NICOLA PORRO.
    Da qualche tempo si è introdotto in questa comunità un nuovo genio (forse incompreso); una persona molto fine, corretta e democratica; infatti chi non la pensa come lui viene tacciato, sempre con la solita eleganza che lo contraddistingue, di essere: fascista, cannoneggiatore di bambini (sic), mezzo uomo, nazista, parassita ed altri epiteti che per pudore ed educazione meglio non ripetere, anche perchè quei bambini, eventualmente sopravissuti ai cannoneggiamenti, potrebbero trarne dei cattivi esempi. Penso che quasi tutti abbiano avuto modo di apprezzare il suo fine linguaggio.
    Scorrendo i suoi scritti, tutti in perfetto stile oxfordiano, mi viene da riflettere: se il tale fosse nato, intorno agli anni 1850 nella madre Russia ed avesse conosciuto il grandissimo scrittore Fëdor Dostoevskij, questi, non avrebbe certamente intitolato uno dei suoi capolavori, “l’idiota” ma “il perfetto idiota” sottotitolo: “storia di un omuncolo fortemente disturbato”. Tra coloro che lo individueranno entro le prossime 24 ore, verrà sorteggiato un vincitore che riceverà l’elenco integrale delle sue espressioni ivi comprese quelle in latino.

  4. Per l’imbecille Franco 84.
    Stai attento alle tue minacce uomo di merda.
    Minacciare le persone è reato. E qui scripta manent.
    Ovviamente le minacce di una merda valgono meno di zero. Fai ridere! Fai pena!

  5. Sicuramente non porta bene prendere in giro i votanti, parlo di quelli a cui stanno sul gozzo le cure della sinistra becera ladra e stupida oltre ogni limite.
    Sempre è stata messa fuori gioco alle elezioni governative, è sempre andata al comando con la truffa, truffa agli italiani almeno quelli che non son stupidi di sinistra.
    Da mezz’ora circa trasmettono il Conte in parlamento che replica all’aula, un vergognoso essere a cui vorrei replicare:
    -Signor Conte, se lei è abituato vendersi lo faccia se riguarda la sua persona ma non a nome mio. Non si vergogna d’aver venduto il deretano degli italiani? Sa, a non tutti piace la vendita o sollazzo dello stesso, venda il suo e si sollazzi quanto vuole ma non si permetta farlo a nome mio e degli italiani che da mesi le stanno dicendo che non vogliono neri, non vogliono le sinistre al governo, non vogliono cretini a comandare, non vogliono venduti a quell’entità affamatrice e criminale detta Ue.-
    Sicuramente al becero Conte non interessa la volontà della maggioranza degli italiani; egli fa parte di un gruppone di farabutti mai visti tutti assieme.
    In aula sta dicendo che il fermo del paese è dipeso da Salvini. Questo Conte è bugiardo ed immondo nello stesso tempo , per fortuna ci sono video, interviste e quant’altro di mesi e mesi che lo sconfessano, i grillazzi dicevano a chiare lettere tramite le tv NO ad ogni ripresa economica, no alle infrastrutture, no ai terremotati, e fregavano quelli di Whirpool e varie aziende andate a rotoli già che sapevano in anticipo che non le avrebbero salvate. Stia zitto piuttosto di fare la figura del pistola e ricordi che il poco di sensato e buono fatto dal governo con Salvini è stata tutto merito dello stesso Salvini, mica lei o gli sgarrupati grillazzi.
    Racconti a reti unite che già da aprile traccheggiava col Pd e faceva scappatine in Ue.
    Il conticino non ha vergogna, ed un essere simile dovrebbe condurre il paese, me?
    Ma per favore, legnate e nessuno sconto si fa ai farabutti e ladri.

  6. C’è un pover’uomo (uomo?) che imperversa -tra i vari troll- che non si è accorto che ci sono state in giro per l’Italia un buon numero di elezioni regionali e le elezioni europee che hanno evidenziato la volontà maggioritaria del popolo. VOTI, non sondaggi, buffone di un troll prezzolato!!
    Ora, essendo caduto il Governo nato dalle precedenti elezioni politiche, La Palice insegnerebbe che è ovvia una nuova chiamata al voto perché così vuole il Popolo sovrano.

    • Scusi Lister se mi permetto, sto seguendo, dall’esterno le schermaglie tra Sal e Franco 84, schermaglie che molto spesso trascendono nella volgarità ed una cosa ho notato: il primo, certamente a corto di argomenti, usa sempre gli stessi monotoni temi, il secondo interviene quando il primo ha gettato la pietra nello stagno. Oggi Sal ha iniziato la giornata attaccando Capezzone ed invitandolo, sostanzialmente a tacere; Franco84 ha ribattuto con un duro attacco anche personale e sono convinto che la diatriba durerà ancora molto tempo, mi chiedo quando finirà perchè, io personalmente, come penso, molti dei commentatori ne ho veramente le tasche piene.

      • Il sig Franco 84 aveva detto di farla finita di insultare. Invece ha ricominciato con gli insulti. E quelli si risponde.
        Non posso criticare Capezzone forse?

          • Se cerchi rogne anche con me accomodati, certamente comportandoti così non otterrai molto successo. Una volta si diceva: tanti nemici tanto onore ma questo non è un campo di battaglia è un blog fatto di persone civili ed educate se poi cerchi la rissa ad ogni costo offendendo a destra ed a manca non ci sono problemi ma quando e, se, Ti inibiranno l’accesso non Ti dovrai lamentare

  7. Oggi, intorno alle 17,00, è accaduto un miracolo! Lo scemo del villaggio (Sal tanto per esser chiari) ha abbozzato un pensiero. Forse era terminato l’effetto degli spinelli e stava vivendo un momento di lucidità; infatti non ha parlato di cannoneggiamenti di bambini in mare ne ha dato dei fascisti ai commentatori. Non vorrei che avesse iniziato una cura disintossicate; se così fosse, troviamocene subito un altro altrimenti come ci divertiremo?

    • To ‘! Riecco il coglione con un grammo di cervello. Fascista e razzista. Ma non avevi detto di non voler più interloquire? E cioè di non rompermi più il cazzo?
      Muto all’ opposizione. Muto!

      • Ammiro il tuo stile e la tua proprietà di linguaggio; finalmente ho notato che il tuo già monotono linguaggio si è arricchito di nuovi termini: complimenti !!!
        Per quanto riguarda l’ultima frase pare che sia tu a rompere il ca… alla maggior parte dei commentatori. Infine ti voglio ridispensare un consiglio: fatti vedere da uno bravo, curati, magari entra in qualche comunità; io ne conosco una che sta a Bibbiano, accettano soltanto bambini ma tenuto conto del tuo quoziente intellettivo forse ti accetteranno e, dopo averti rieducato, ti affideranno a qualche coppia di fatto: provaci, potrebbe essere la tua, e la nostra fortuna.

        • Ripeti sempre le stesse cazzate! La tua capacità di generalizzare i fatti è disarmante. Il riferimento allo psichiatra poi è ridicolo.
          Mi ricordi gli imbecilli che si fanno i selfie con il cazzaro verde.
          Sei tu confessa!

        • Ah! Ho capito adesso! Sei un cazzaro parassita che spara scemenze per innervosire gli utenti.
          E io che mi ero innervosito!
          Non potevano essere vere tutte quelle stronzate che dicil
          Grazie per avermelo detto!

          • Tu Sal non ti puoi definire un utente sei un imbecille e questo non mi fa divertire è un dato di fatto, che, come spero, avrai imparato, si chiama ASSIOMA.

          • SE PROPRIO INSISTI: IDIOTA DECEREBRATO E DEPENSANTE OLTRE A SCEMO DEL VILLAGGIO, SE VUOI CONTINUARE TI RENDERO’ L’IGNOBILE VITA CHE CONDUCI MOLTO MA MOLTO DIFFICILE (SUL WEB) ORA CHE HAI SCOPIAZZATO QUATTRO TERMINI LATINI PENSI DI ESSERE DIVENTATO UN GENIO! MEMENTO, TE LO RIPETO, IDIOTA ERI, IDIOTA SEI E IDIOTA RIMARRAI ORA INIZIERANNO LE DANZE E TUTTI RIDERANNO ALLE TUE SPALLE.

  8. like it or not, da quando esistono i sondaggi, questi documentano – con tutti i possibili errori e le varie sfumature – la volontà del popolo (bue, per lei come per i suoi accoliti ! )

    Quanto alle persone ( eufemismo ) che siedono oggi nel palazzo…… stia pur certo che non le ho elette io, come tantissimi altri… e che anche i buontemponi che li hanno votati oggi hanno aperto gli occhi !!!

  9. SI, FA QUASI TENEREZZA, MANO NELLA MANO CON LA SUA FIDANZATINA ( ??? )…. CUI ANDREBBE DETTO CHE…. SOPRA LA GUEPIERE GENERALMENTE SI INFILA L’ ABITO !!! TRA L’ ALTRO, NON PARLIAMO PROPRIO DI BELEN !!!!

  10. CAPISCE – FORSE – ANCHE LEI, SIG. ORLO, CHE GUARDARE LA “CIVILTA’ PARLAMENTARE” RISULTA DIFFICILE…. UN’IMPRESA IMPROBA, SE DIAMO ALLE PAROLE IL SIGNIFICATO CHE HANNO E NON LE USIAMO ALLA CAVOLO !!!
    E SE LEI QUESTA “CIVILTA’ PARLAMENTARE” L’ AVESSE VISTA NEI SOGNI ????

    • Forse si riferisce a me che ho parlato di civiltà parlamentare? Si chiama procedura parlamentare. Crede forse che se i sondaggi fossero stati favorevoli alla sinistra Salvini avrebbe invocato le elezioni? È giusto che siano i sondaggi a determinare la formazione di una maggioranza?
      Le persone che sono adesso nel cosiddetto palazzo le abbiamo elette noi.

  11. Il Presidente della Repubblica, ritengo che in buona fede abbia agito anche se sotto forte pressione di OTAN UE, e della dittatura della finanza globale, per il bene dell’Italia. Anche perchè le alternative erano 2, o il bisConte rosso, oppure le urne. Ma non sempre agire prudentemente ed a fin di bene è necessariamente la via migliore. Questo governo contro Salvini, è come lo fu per Renzi, una sorta di simil referendum, sulla persona del Capitano e rischia di essere fortemente divisivo, perchè imposto e non legittimato dalle urne, ma da manovre di palazzo. E l’elettore come il risparmiatore, ha un’ottima memoria.

  12. Oh caro Capezzone, tu che hai cambiato 100 casacche, stai un po’ mutino all ‘opposizione.
    Smettila di contare fanfaluche e guarda la civiltà parlamentare. Se riesci a vederla.

    • Se la civiltà parlamentare è quella dei trombati con Conte-Schettino al comando e Renzi primo ufficiale, molto più dignitoso, oltre che sicuro, stare alla larga. Buon naufragio a tutta la compagnia !

    • Eccolo rientrato nei ranghi il nostro troll giallorosso.
      Ieri ti ho spiegato, sperando tu l’abbia capita, la differenza tra verba manent come sostenevi tu e scripta manent. Oggi ti voglio spiegare in maniera molto semplice e schematica la differenza tra “ASSIOMA” e “TEOREMA”
      Se scriviamo, ad esempio: Sal è un idiota; essendo un concetto universalmente riconosciuto si definisce ASSIOMA; Se scriviamo, ad esempio: Capezzone starai all’opposizione per i prossimi due anni si definisce TEOREMA. Chiaro il concetto? A tale proposito è stato commissionato un sondaggio ad un importante Istituto nazionale e riguardante il tuo grado di intelligenza; questi sono stati, purtroppo per te, i risultati:
      Sal è un perfetto idiota:72%
      Sal è un idiota: 18,8%
      Sal è intelligente: 0,2%
      Non so non mi esprimo: 9%
      IN BOCCA AL LUPO!

        • Il tuo gentile invito prevede due soggetti: io sarei, sempre secondo il tuo invito, il donante, non è che ti proponi come ricevente? Ma farebbe un po’ schifo ma sodomizzare un giallorosso, ancorchè idiota, potrebbe anche dare delle grosse soddisfazioni.
          Per quanto riguarda la tua seconda risposta mi sorge un dubbio atroce: non è che da piccolo, facendo il bagnetto, qualche volta sei rimasto un po’ troppo a lungo con la testa e la bocca sott’acqua? A questo punto, essendoti mancato l’ossigeno al cervello si spiegherebbero tutte le tue turbe mentali. Se così fosse potevi dircelo prima e ti saresti attirato qualche battuta cattiva in meno!

          • Sapevo che il tuo accanimento linguistico (seppur privo di ogni spessore) rivelava un chiaro caso di isterica omosessualità latente.
            De gustibus non est disputandum.
            E a proposito di verba e scripta se vuoi ti spiego la coniugazione perifrastica passiva latina. Mai sentita eh?
            Leggi caprone! Studia!

        • VAI PRIMA DA UN BUON NEUROPSICHIATRA, NON TI SALVERA’ MA POTRESTI MIGLIORARE:
          E CON QUESTO BASTA !!! NON HO PIU’ INTENZIONE DI INTERLOQUIRE CON UN POVERO DEMENTE.

          • Idem (è sempre latino capra!)
            Tu fai i tuoi commenti e io i miei e non rompere più la mentula che ti piace tanto (è sempre latino)
            Saluti

  13. La magistratura, adesso, dopo aver dato la caccia a Berlusconi facendolo cacciare dal Parlamento ed aver spampanato quintali di soldi pubblici per tutti quei processi da cui è uscito illeso, sta dando la caccia a Salvini ovviamente lasciando stare tutti gli implicati nella faccenda Bibbiano e dintorni.
    Per quelli attende una manina ( cit. dimaio) che li ricopra di sabbia.

    • Io scarterei gigino perchè è troppo impegnato, con la sua manina, a ripulirsi da quella materia organica maleodorante di cui lo stanno ricoprendo in ogni occasione.

  14. L’esempio più lampante della presa in giro, è il patto di stabilità
    Quando Salvini diceva che andava rivisto, giù insulti, rivolte, e chi più ne ha, più ne metta, manco fosse scritto con il fuoco nell’Universo.
    Ora che lo dicono Matterella e Monti, è cosa buona e giusta …
    Ma davvero credono che non siamo capaci di vedere queste cose?
    (senza parlare di quel fenomeno di DiMaio che prima incontrava i gilet gialli creando un incidente diplomatico, e adesso s’incontra con il ministro degli esteri francese per relazioni più costruttive … un vero tuffo con triplo salto mortale in avanti con quattro avvitamenti e mezzo)

  15. Io, invece, sono convinto che i compagnucci della parrocchietta faranno andare tutto magnificamente. L’Europa è contenta, il Vaticano è in estasi e gli italiani basta che vedano qualche TG (sono tutti uguali) che dice che l’economia è sistemata e ci sarà tre volte Natale l’anno prossimo saranno pronti a dare il plebiscito a quest’unione contronatura.

  16. Quella che sta andando in onda in questi giorni è la più grande presa per il sedere che gli italiani votanti abbiano subito. E’ inutile tornare su argomenti già sminuzzati in questa sede non solo da Capezzone; la sinistra obsoleta ma arrogante dei Renzi e quella pecorizzata degli Zingaretti, sta occupando ancora i posti chiave come accadde ai tempi del pifferaio fiorentino e prima ancora del sonnolento ed imbarazzante Prodi che riusci nel 2006-2007 a mettere un sinistro anche a capo dell’Ufficio inchieste della FIGC tanto per non farsi mancare nulla. Ma le urne sono lì dietro l’angolo, che Mattarella voglia o non voglia, che i brontosauri europei vogliano o non vogliano. Ed allora vedremo quanto rimarrà di PD e 5S alla prova della crocetta sulla scheda. Roba da rivalutare Rizzo ed il suo partito.

  17. Caro Daniele, i primi nodi verranno al pettine quando il nuovo governo inizierà a sfogliare il “libro dei sogni” e verranno cassate le promesse più ridondanti (quasi tutte) sempre nel nome del contenimento del deficit e dell’Europa che, forse, ci concederà qualche mancetta chiedendoci molto in cambio, il tutto, ovviamente, per compensare quanto riceverà la Germania.
    A mio avviso, assisteremo al clou della sceneggiata, e qualcuno inizierà a tremare, quando Fanfaron del Giglio Magico pronuncerà la ormai famosa frase “stai sereno Nicola” e ripartirà la giostra.
    Certamente, al contrario di molti compagni, non godrò se le cose dovessero andar male, perchè ho sempre creduto nelle enormi capacità del popolo Italiano.
    La mia è forse un’utopia: ai posteri l’ardua sentenza.

    • Mi scusi ma mi tocco: non ho nessuna intenzione di diventare “antenato” lasciando in eredità ai posteri un’Italia che vede al timone una banda di Schettini che pur di fare l’inchino all’Europa manderebbe la nave sugli scogli facendo naufragare le pur grandi capacità del popolo italiano. Questi dobbiamo cacciarli noi, fosse solo per la soddisfazione di vederli “risalire in disordine e senza speranza le valli che avevano disceso con orgogliosa sicurezza” (copyright Generale Armando Diaz).

      • Apprezzo il suo commento che, in parte condivido, effettivamente si potrebbe attuare un piano “B” – senza allontanarci troppo dai nostri confini nazionali – ciè copiando in parte dai francesi che, con i gilets jaunes, tante cose hanno fatto rimangiare a Macron (odiato in patria ed osannato in Europa) e continueranno a tenerlo nel mirino con le prossime danze d’autunno. Mi sorge soltanto un dubbio: dopo le squallide sceneggiate di Di Maio ed il compagno di merende Di Battista che volevano ribaltare l’Europa andando a leccare le terga, appunto ai gilets jaunes, salvo poi rimangiarsi tutto rimettersi in riga, saremo in grado di attuare qualcosa di simile? Mi viene in mente il movimento dei forconi che, nel 2011/2012, seppur in forma ridotta, voleva ribaltare tutto; com’è finita? Ciò che preoccupa sono le capriole grilline che potrebbero contagiare molta gente “normale”
        Se pensiamo che il nuovo Ministro degli Esteri, sebbene sia un “depensante” sta iniziando, questa volta, a leccare le terga, in primis, a quei francesi che aveva disprezzato continuano a sorgermi dei grossi dubbi.
        Certamente “Meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora ” ma la magistratura sinistroide quanti “giorni da leoni” ci concederà?

        • Non mi illudo su rivolte popolari, ma i presupposti per fare del parlamento un Vietnam dove il governo dovrà farsi la croce ogni giorno per non inciampare rovinosamente ci sono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.