in

Qualunque imbecille può inventare nuove tasse…

Diceva l’economista Maffeo Pantaleoni che qualsiasi coglione è in grado di mettere nuove tasse. Quindi questo governo è perfettamente in grado. Ieri il premier Giuseppe Conte bis ha detto che la tassa su bibite e merendine si può fare. Un’idea geniale che risolverà senz’altro i problemi dell’Italia.

La mia dispensa, che potete vedere nel video, è stracolma di merendine e lattine di bibite. Segnalo poi un’altra tassa, quella sui viaggi in aereo, da introdursi con la scusa dell’ambientalismo. Ma non sarà contraddittorio lodare la globalizzazione e tassare il mezzo di trasporto più globalista che ci sia? La generazione Erasmus non ha niente da dire. Concludo come ho iniziato: qualunque coglione è in grado di introdurre nuove tasse.

Alessandro Gnocchi, 22 settembre 2019

Condividi questo articolo

25 Commenti

Scrivi un commento
  1. io inserirei anche una bella tassa sulle cagate e sulle pisciate . un bel dispositivo rileva gr e ml all’interno dei cessi .. poi se la si aggiungesse anche su quelle dei cani allora saremmo a cavallo .

  2. In Umbria, intanto, dopo tanta fatica i partiti al governo hanno trovato un candidato ed è giorno di festa, facile anche da capire. E’ difficile invece comprendere l’euforia di Di Maio e Zingaretti: con il primo che categoricamente afferma: ‘E’ la persona giusta’ e con il secondo che rincara la dose e dice che è: ‘Nome forte’. Ma come fa ad essere la persona giusta e la candidatura forte, se è la sola ed unica persona che ha deciso di correre l’alea? Mentre la verità sembra essere un’altra, e spiegherebbe in un certo senso del perché sia la Federalberghi ad esprimere il candidato. Da Il Messaggero. it: «Migranti, tutti i numeri dell’Umbria tra presenze e costi. Venerdì 10 Novembre 2017: L’ultimo bando per l’accoglienza della scorsa estate per 900 posti, ha visto dieci soggetti partecipanti, e i primi sette hanno esaurito i posti messi a bando. Nel 2014 la spesa per l’accoglienza è stata di 1,7 milioni di euro, nel 2015 di 3 milioni, nel 2016 di 5,8 milioni, la previsione per il 2017 è di circa 8,8 milioni di euro». Di Maio e Zingaretti, il gatto e la volpe al servizio di Conte.

  3. ehhèèèè…èèè!!!! datti da fare vah! riferisci al dottore che,per mio interessamento,Di Meio oggi da New York,financo,ha smentito Conte e non gli fanno mancare le ‘merendine’,anzi…prendi tre e paghi 2 in tutti i supermercati.

  4. Il problema è che questi coglioni aumentano le tasse da piu di 30 anni ,,paradossalmente al sud sono anche più alte senza alcun servizio pubblico degno di questo nome a differenza del nord Italia dove i servizi sono decenti.Domanda non sarebbe ora di fare una marcia come quella di Torino di molti anni fa e non più ripetuta da parte dei cittadini che subiscono tutto ciò in silenzio almeno per il futuro dei nostri pochi figli?o

  5. Ahahahahah! Grande.
    Ora non abbiamo più neanche la libertà di farci una pera di grassi saturi & glucidi variamente complessi, peraltro con merendine già tassate da IVA!
    Sì, coglioni è la parola corretta. Violano la nostra libertà e deresponsabilizzano i genitori, invece dipensare a campagne serie contro il junk-food.

  6. Qualunque imbecille? Piano con le offese, Gnocchi: per imporre nuovi balzelli ad uno dei Paesi più (tar)tassati del mondo servono solo quelli coi controfiocchi, tre narici, nuances rossogialle e scappellamento a sinistra.

  7. Egr.Gnocchi…diciamoci la verità,lo stanno a fare x lei,ca…volo,vista la sua ‘foto’…meno ‘merendine’ et similia e può anche ‘aspirare’ a sostituire Porro appena promosso ‘direttore’ della rete ammiraglia mediaset(copioni del Chicco), nel programma che ora conduce su rete 4 ‘Quarta Repubblica’,che vediamo tutte le settimane,certo,e si libererà il posto.Sta a bere ancora a Coca,e soprattutto quella ‘ciofeca’ manipolata della Coca Zero,anche?Ma è spumante italiano,prosecco nordico,quello che sta a bere?Quello che tanti danni sta procurando al territorio veneto,tra ‘spargimento’ di pesticidi e ‘tagli’ di foreste(come in amazzonia ma senza fuoco,però o con alcuni proprio limitati) dopo i ‘regali’ a pioggia ai viticoltori per allargare la produzione,che ultimamente langue ,anche?Almeno fosse ‘siculo’ della ‘campagna’ COMPRASUD,[ italiano COMPRASUD anche online che malgrado lo schifo 80ennale della SA-RC ti arriva direttamente a casa in 2 giorni s/za spese di spedizione],e che tanto è meglio iniziare a comprare come ‘prossimo originale’ dato che i Zaioti hanno ormai finito i ‘diritti di impianto’ ,e come ue impone x produrlo ,non possono che comprare vitigni al sud o farsi ‘produrre’ in loco direttamente il prosecco:e con sto ca…volo che gli sarà consentito e ‘accontentati’ senza ‘pagare dazio’.NB:E comunque manca qualcosa a sto spot che più ‘convincente’ nel campo alimentare da portare ad esempio non c’è:’A Nutella’,dott.Gnocchi…s’è dimenticato A Nutella’,che pur prodotta a nord rimane sempre ‘A Nutella’…che non potrebbe neanche x sogno permettersi di affermare che dentro quei pensili non c’è un maxi barattolo,e la riserva,anche.NB:Forse non sarebbe stato meglio ‘aspettare’ che in tema tasse ‘CARTA’ cantasse?

      • Gentile art3mide, non si chieda che cosa abbia scritto costui: non lo sa nemmeno lui.
        Il poverino, affetto da dislessia, possiede una scarsa autonomia nella scrittura delle parole; sostituisce/elide lettere ed ha grande difficoltà nell’atto della scrittura in generale. È a conoscenza della sua affezione, ma è in cura da un medico incapace il quale non sa che la dislessia è un disturbo che riguarda anche la capacità di scrivere, oltre che quella di leggere.
        Lui non si rende conto che butta giù una incomprensibile sequenza di parole, bisogna compatirlo. Poverino, è pure rosso: una disgrazia dietro l’altra.

        • C.lister.E…allora te lo scrivi in italiano dato che in maccheronico non l’hai voluto memorizzare…Rosso dallo a tua sorella.

      • eehhèèè!!…èèè…datti da fare vah!,riferisci al dottore che,per mio interessamento,Di Meio,oggi,da New york financo ha smentito Conte e non gli fanno mancare le ‘merendine’,anzi…prendi tre e paghi due in tutti i supermercati.

  8. Gentile Gnocchi,
    ma lei mi copia la dispensa? Credevo avesse messa in vista la mia.
    Purtroppo, d’imbecilli l’Italia è piena, ne scansi uno e te ne trovi un altro, se non mille alla porta, è una lotta ìmpari.
    Si sa che gli imbecilli non sanno avere pensiero, sono refrattari ad ogni logica ed è per questo che per risolvere problemi tassano con foga degna del miglior vogatore mondiale, sono da Guinness dei primati (che per me in questo caso, primati sono scimmie e non record).
    Ha notato che gli imbecilli invece di abbassare le tasse le aumentano per poi dare dei contentini per togliere di qui e di là, tanto per rendere difficile la vita degli italiani?
    Le solite pezze che solo pezze da piedi riescono mettere in pratica; sono ferocemente contraria all’imbecille ed imbecillità che in 70anni hanno prodotto quel che vediamo ogni giorno: feccia.
    Non mi si dica che ho il dente avvelenato verso l”establishement sinistro rosso, è che li ho visti all’opera in ogni ganglio, mi sono informata più che ampiamente sulle loro mentecatte opere, conosco le bestie. Conoscendole sicuramente si è presi da continui conati di vomito che, ancor sicuramente, non permettono di dar loro un misero zero in condotta ed intelletto già che sono la stessa feccia con cui han invaso ogni angolo del buon vivere, civiltà, libertà, amministrazione della cosa pubblica. Un circolo vizioso, feccia che produce feccia.
    Oggi gli imbecilli sono quadruplicati, tassano ancora e niente sanno produrre di buono e sensato.
    Non ci resta che sperare in un cataclisma che li cancelli mentre parlottano tutti assieme di idiozie da propinare agli italiani

  9. Bene Gnocchi! Per la precisione l’economista Maffeo Pantaleoni disse: “Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. L’abilità consiste nel ridurre le spese, dando nondimeno servizi efficienti, corrispondenti all’importo delle tasse.» Roba da fantascienza .. ahahaha .. Detto questo e considerato che nell’evasione fiscale il primo posto sembra essere appannaggio degli industriali responsabili del 32% delle mancate entrate dello Stato, cui seguono banche e assicurazioni per circa un 28% del totale dell’evasione fiscale in Italia, dopo si trovano le categorie più tradizionalmente sotto accusa quali commercianti (12%), artigiani (11%), professionisti (9%). E il restante 8% è riconducibile direttamente alla fascia di lavoratori “al di sopra di ogni sospetto”: i pubblici dipendenti, mi auguro si agisca in modo “opportuno”, altro che voler fare i salutisti/tassator (s)cortesi con quelle fesserie sulle merendine etc. Da questo non so cosa faranno con la legge di stabilità, tuttavia ho la sensazione che il nostro p.d.c. assomigli sempre più a un certo Tsipras. Spero tuttavia (e tanto) di sbagliare.

    • Caro Marcello, in merito a quanto disse il buon Pantaleoni (Economista italiano e Ministro delle Finanze nel 1919, mi ha anticipato (colpa della differenza di fuso orario).
      E disse quel che disse, pensando già a Mister Monti e seguaci PiDioti.
      È quello che ripeto varie volte su Il Giornale (e puntualmente mi crocettano la parola “imbecille”).
      Saluti ivoriani.

      • Non solo crocettano la parola “imbecille” su Il Giornale.. Spero non siano anche loro affetti da certo politically correct che, secondo il sociologo (di sx) Luca Ricolfi nel suo libro “Perché siamo antipatici? La sinistra e il complesso dei migliori” corrisponde a quella malattia (la seconda) per cui «i ciechi prima sono diventati non vedenti, quindi otticamente svantaggiati, senza che la loro vista nel frattempo migliorasse. Dittatura che ha condannato a morte parole di per sé innocenti, come vecchio (anziano), donna di servizio (colf), negro (afroamericano), spazzino (operatore ecologico), basso (verticalmente svantaggiato) etc.» Così facendo, nota Ricolfi, la sinistra si è messa contro il senso comune della gente, che continua a chiamare le cose con il loro nome “vero”: cieco, vecchio, spazzino… Buon lunedì!

  10. Con Lorenzo Fioramonti avremo la scuola italiana all’avanguardia, pensate che insieme alla tassa sulle merendine ha deciso di aderire al movimento della gretino e lo manifesta nel modo migliore, basta che gli alunni mangino più merendine come stabilito dai dirigenti.
    Più merendine più tasse, la matematica non è una opinione, lo dice Lorenzo Fioramonti e inizia la grande adesione nelle scuole napoletane.
    Napoli la grande città di De Magistris sindaco, l’icona dei porti aperti dove tutto è corretto, la città è pulita, non ci sono disoccupati, non ci sono sprechi e c’è lavoro per tutti. La delinquenza e la corruzione un ricordo del passato.
    Ma dai non sparare stupidaggini. ^_^
    La mia è grande ma aspettate che il governo giallo rosso vi incarti la prossima, ci farà piangere tutti quanti.

  11. Metteteci pure la VERGOGNOSA evasione fiscale (per cui molti imprenditori dichiarano meno dei propri dipendenti) e praticamente tutta la casta dei lavoratori autonomi dichiara a proprio piacimento (quasi niente)….
    etvoilà il paese va avanti grazie alle tasse pagate dai lavoratori dipendenti.

    • Esimio Sal, in merito alla sua roboante sparata :
      “Metteteci pure la VERGOGNOSA evasione fiscale (per cui molti imprenditori dichiarano meno dei propri dipendenti)”,
      ovviamente ci sarà “anche” chi evade, ma le ricordo che non sono pochi i casi di imprenditori che si decurtano gli incassi pur di assicurare lo stipendio ai loro dipendenti (che considerano facenti parte della famiglia) come pure ci sono stati diversi casi di imprenditori che si sono suicidati (grazie a questi governi di cacca; il lodenato Mr Monti in primis) per la vergogna di non poter pagare i propri dipendenti.
      A voi trinariciuti, neanche la 3a narice è più sufficiente ad ossigenare opportunamente la scatola cranica.
      P.S. Ero lavoratore dipendente, ora pensionato, ma non trinariciuto.

  12. La sua listanon é completa, sono quasi sicuro che ci sará la tassa sui ritire dai conti correnti, dopo tutto non é quello che si faceva nel medio evo? Si tassava il contadino alle porte delle cittá quando portava il frutto dei suoi lavori al mercato. Vero non c’era IVA ne tassaa sulle vendite, ma evidentemente i governi delle cittá medievali avevano meno spese dei governi moderni e che chi portava merce al mercato non vendesse tutto era solo un dettaglio senza importanza. Queste scoperte di continenti sconosciuti é la la scenza del cerotto. Si governa applicando cerotti a piaghe che non guariscono col solo nasconderle.

  13. Se siamo uno dei Paesi più tartassati al Mondo è proprio perchè siamo uno dei Paesi con più coglioni al mondo , ma non è CHI mette le tasse ma COLORO che le subiscono in silenzio.

    • Non solo, mettici anche i tanti furbastri che, invece di guadagnarsi la pagnotta, con le tasse pagate dai coglioni ci campano. È la presa per il culo che la sinistra cattocomunista tanto cara a Bergoglio chiama equità o riequilibrio sociale.

      • Bravo Valter.
        I primi a guadagnare dalle tasse pagate da noi coglioni sono i politici: acquisiscono risorse da spendere, con cui ottenere potere e voti.
        Poi, certo, ci sono tutti i soggetti pseudo-privati, in realtà loro amichetti e soci, che da perfetti parassiti ci guadagnano.
        Il bello è quando li chiamano “imprenditori” e quando parlano di “creazione di posti di lavoro”.

2 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.