in

Quel diabolico dispositivo per toglierci libertà

Dimensioni testo

Sì agli spostamenti ma con il “pass”; sì a pranzo e cena ma soltanto all’aperto; sì alle uscite ma con il coprifuoco; sì alle visite familiari ma in non più di quattro e – mi raccomando – occhi allo spione. Tutti questi casi – e molti altri se ne potrebbero aggiungere: dalla parola “assembramento” all’uso della mascherina all’aperto – prima di indicare delle soluzioni pratiche inefficaci e persino controproducenti, segnalano una mentalità in cui le libertà delle singole persone non sono delle garanzie inviolabili ma delle concessioni statali. Alexis de Tocqueville diceva una cosa splendida: “Chi cerca nella libertà altra cosa che la libertà stessa è fatto per servire”.

Regole moraliste

L’Italia non riesce ad uscire dalla logica dell’emergenza perché prima di avviare le riaperture pratiche è necessario conquistare la riapertura mentale ma, purtroppo, la cultura politica italiana è chiusa. Il dibattito pubblico, ad un anno e oltre dall’inizio dell’epidemia, è tutt’ora concentrato sui comportamenti delle persone invece che sui necessari servizi sanitari come le cure, le terapie domiciliari, l’organizzazione territoriale. Il lavoro giornalistico, sia sulla carta stampata sia in televisione sia sui social – con le dovute eccezioni, si capisce – invece di svolgere la critica delle azioni di governo si è specializzato nel moralismo delle regole con l’idea autoritaria di trasformare ogni persona in un soldatino. Nasce così, passo dopo passo, un diabolico dispositivo totalitario in cui partiti, giornali, società diventano i volenterosi carnefici di sé stessi che estromettendo la libertà in nome della sicurezza e della salute si autocondannano da un lato al servilismo e dall’altro all’insicurezza e alla malattia.

Abusi sulla libertà

Più si cerca di immaginare e di realizzare una vita e una società immuni dal virus e dai rischi del virus e più la vita e la società, che per loro natura non sono immuni, sono sistematicamente esposte al contagio, alla insicurezza, alla morte. La fonte della sicurezza – il governo – diventa essa stessa la radice dell’insicurezza perché le si attribuiscono poteri straordinari e illimitati che non possono garantire risultati ma soltanto abusi sulla libertà, mortificando così proprio quella forza sociale e morale che sempre in casi straordinari è la risorsa umana per eccellenza per rispondere con intelligenza e resistenza ai mali della storia e della natura.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
stefano.f
stefano.f
24 Aprile 2021 18:59

A ottobre dopo avervi dato il contentino vi richiudono tutti per bene lì )))) E questo,fino a primavera 2022 o SEMESTRE BIANCO.

Quando al posto della cariatide comunista attuale ne elegeranno ,a loro scelta un altra simile ,e fanno 3)))

Nel durante mini mario ,perchè di super non ha proprio nulla,anzi prima ve lo togliete da torno meglio per voi,vi copre di tasse tutte le vecchie ma aumentate per bene.

Unico che può salvarvi in un momento di lucidità Salvini assieme alla Meloni ma sembra utopia pura…

Il paese lì sembra la brutta copia della Turchia….completamente fottuto.

CLAUDIO
CLAUDIO
23 Aprile 2021 18:47

IL GOVERNO DRAGHI E’ORGANIZZATO PER LO STROZZINAGGIO ….
DI TUTTO IL RESTO GLI FREGA NULLA……
LA STAMPA E LE TV GLI VANNO DIETRO SU TUTTO PERCHE’ FA’ PARTE DEL PROGRAMMA …DARE IN PASTO NOTIZIE DA DIATRIBE….PER OSCURARE IL VERO FABBISOGNO DEGLI ITALIANI E LA CRUDA REALTA’ DI UN POPOLO ALLA FAME ……RICORDO SEMPRE LA DATA 1 MAGGIO DATA DI RIAPERTURA DELLE FAUCI DELLA RISCOSSIONE CHE IL DISUMANO DRAGHI E COMPAGNI HANNO FORTEMENTE VOLUTO ….
SE CI PREME LA NOSTRA VITA E QUELLA DEI NOSTRI FIGLI URGE UNA RIVOLUZIONE SERIA E COMPATTA CHE TIRI GIU’ DAL TRONO QUESTI ESSERI ORRIBILI SENZA ANIMA..SPRECATE LA VOSTRA PENNA PER QUESTA CAUSA

alessandro
alessandro
23 Aprile 2021 17:58

Almeno, 1 BUONA NOTIZIA!!!!!!!!

Il garante per la Privacy stoppa le “certificazioni verdi”, ovvero i “pass vaccinali” che serviranno per spostarsi tra regioni:

“Gravi criticità e violazioni” ……………..

Avrà letto l’ORDINE ESECUTIVO del Governatore della FLORIDA???

https://www.flgov.com/wp-content/uploads/orders/2021/EO_21-81.pdf

Son FELICE, che in Italia, ancora, qualche “Istituzione ” abbia tutti i NEURONI dentro al cervello. MOLTO BENE HA FATTO il GARANTE DELLA PRIVACY, speriamo non lo CACCINO VIA ed a suo POSTO METTANO altro Criminale di GUERRA….
W l’ITALIA che si RISVEGLIA!!!

Tannino
Tannino
23 Aprile 2021 16:38

La Costituzione, più che altro, è perennemente utilizzata strumentalmente solo per zittire l’avversario della Sinistra, che da decenni si è eretta a detentrice della Verità Assoluta ed indica a tutti il modo corretto di vivere, pensare ed esprimersi.

trackback
Quel diabolico dispositivo per toglierci libertà – Il Nuovo Arengario
23 Aprile 2021 16:18

[…] . […]

Mario
Mario
23 Aprile 2021 13:13

Desiderio,

Da ateo della politica in genere, poco schierato, mi preoccupa il “con le dovute eccezioni e la trasformazione di ogni persona in soldatini” e sopratutto quando scrive “la Costituzione celebrata nei giorni di festa e negletta nella quotidianità”.

Se così non fosse condividerei OGNI SINGOLA PAROLA.

Valter Valter
Valter Valter
23 Aprile 2021 12:54

Lo stato “etico” é un tragico abominio che però, nel paese culla del cattocomunismo, si trasforma nella sua caricatura: lo stato “moralistico”. Colpa di quegli italiani che hanno votato per farsi rappresentare da certi politici. Anche se, ad onor del vero, Bergoglio non l’ha votato nessuno.

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
23 Aprile 2021 11:35

Va bene che l'”affaire” Palamara le avrà un po’ scosse, ma le solerti toghe, sempre così attive per le “cene eleganti” del Cavaliere od i “sequestri di persona” di Salvini, sulla totale, anticostituzionale, protratta compressione delle libertà personali di un’intera nazione, non hanno nulla da dire?