Salvini, 4 motivi per cui la sentenza è folle

Ci sono almeno quattro motivi per i quali la sentenza che sequestra 49 milioni alla Lega di Salvini è folle.

  1. Si tratta di una condanna a morte, decisa senza ancora una sentenza definitiva.
  2. Si punisce un segretario, Salvini, per atti (eventualmente) commessi da altri.
  3. Veramente è sempre giudiziaria la via all’opposizione?
  4. Ma possibile che l’unico partito a pagare qualche sua truffefetta sia la Lega?

Insomma, la decisione della sentenza proprio non convince e nel video vi spiego meglio i motivi.

Condividi questo articolo

9 Commenti

Scrivi un commento
  1. Intervista del 9 luglio 2018 a Roberto Calderoli, ex ministro della Lega Nord (all’epoca in cui era ministro era quello il nome) su Il Corriere della Sera https://www.corriere.it/politica/18_luglio_09/calderoli-ho-verificato-persona-quei-soldi-non-sono-spariti-tutti-spesi-fare-politica-4d9ca6e0-82ef-11e8-8c19-eee67e3476a0.shtml le parole salienti di Calderoli: “Come si fa a dire che quei soldi sono spariti? È tutto certificato, pubblicato sul nostro sito. Non c’è un solo euro che non sia stato speso in politica”, “Noi siamo parte lesa”, “Se qualcuno ha sottratto ai fondi della Lega 500 mila euro, o 800 mila, come fai a contestarmi un finanziamento di 49 milioni, basato sul numero di voti presi? Non deve risponderne la Lega, ma gli interessati. E comunque ok, paghiamo i 500 mila… Ma perché 49 milioni?”. La questione che affronta Calderoli nell’ultima frase che ho riportato credo sia tanto importante quanto ignorata: come mai vengono contestati 49 milioni di euro come se fossero stati tutti rubati? Non ho che informazioni superficiali, ma leggendo Calderoli non posso che dargli ragione, almeno su quel ragionamento.
    Un secondo punto: mi sa che quelli che s’impuntano sul fatto che “la legge è legge” forse non hanno capito bene il senso del discorso di Porro, e cioè che il problema è che la legge è legge quando si vuole, mentre si chiudono gli occhi quando non fa più comodo, e questo mi sembra il caso, o credete che non sia così?

  2. Ma la magistratura soffre di disattenzione selettiva ? Esempio : Chi fu indagato del governo (allora il capo era Prodi) quando la nave militare italiana Sibilla speronò la nave albanese causando 81 morti, 27 dispersi ? Risposta facile : Nessuno

    https://it.wikipedia.org/wiki/Naufragio_della_Katër_i_Radës

  3. La sentenza e’ condivisibile sotto il profilo processuale. Si tratta di ordinario provvedimento di sequestro cautelativo finalizzato alla confisca, cui e’ sottoposta la Lega come soggetto giuridico, salvi gli aspetti penali che sono sempre ad personam.Nel merito, vedremo gli appelli. Non esistono tra l’altro scorciatoie in quanto l’obbligazione patrimoniale conseguente, se non soddisfatta dalla Lega, riverbera nei confronti degli amministratori secondo il cd fenomeno successorio e stante il principio, applicabile ai partiti,della loro responsabilita’ illimitata e solidale . Le menate piagnone di una giustizia pregiudivizivole mi sembrano indegne, caro Porro.

    • menate piagnone? LA LEGA è stata derubata, non lo stato! derubata di 600000 euro, non di 49 milioni. finora gli italiani si sono limitati a ribellarsi con la matita, proseguendo così passeranno a qualcosa di più solido e non sarà colpa loro ma di quelli come te.

    • Qualche dubbio sul funzionamento pregiudizievole della “giustizia” mi resta.
      Canale di Otranto 1997. Morti 81 albanesi. Governo Prodi. Ministri indagati : NESSUNO. Figuriamoci se condannati. Per chi avesse scarsa memoria oppure memoria selettiva può fare riferimento al link indicato più sotto, caro Moretti

      https://it.wikipedia.org/wiki/Naufragio_della_Katër_i_Radës

  4. Si indaga su 49.000.000 €. (finanziamento pubblico) per annientare la Lega così in passato (recente) per Berlusconi. Mi chiedo: ma tutti gli altri politici sono onesti? La verità caro Nicola è sempre la stessa. Morte tua vita mia.
    I solerti magistrati, che ultimamente sono alla ribalta, perchè non indagano URGENTEMENTE sul sequestro di 40.000 minori rinchiusi nelle comunità e sottratti alle loro famiglie. Minori i quali sono sottoposti ad ogni violenza e maltrattamenti ogni giorno con la complicità delle istituzioni tra cui ass. dei servizi sociali e giudici onorari dei T.M. che sono anche azionisti di case famiglia e ogni altra struttura. Il Giudice dott MORCAVALLO del tribunale dei minori di Bologna è l’unico che ha denunciato questo sopruso e questa violenza. I minori sono facilmente sottratti, per volere dei giudici, perchè sono merce di scambio e interesse economico pari se non superiore a oltre 5 mld di euro.
    Nicola, ti chiedo, come padre, di dare voce a questi minori SEQUESTRATI DALLO STATO.
    Grazie e saluti

  5. Il fatto preoccupante è che, in questo Paese, la magistratura (cioé, uno che è lì solo per aver superato un concorso), ha il potere di neutralizzare governi (cioé gente mandata lì dal popolo sovrano in base a democratiche consultazioni elettorali). Preoccupante perché non più fatto episodico, ma sistematico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *