in

Super green pass: siamo i “migliori” ma perseguitiamo i non vaccinati

Il cdm approva il decreto: ecco cosa cambia su restrizioni e green pass

draghi super green pass

Dimensioni testo

Le voci di una resistenza leghista, avanzate per tutto il pomeriggio, alla fine si spengono. I ministri di Salvini, così come tutti gli altri, votano “sì” all’unanimità dell’ultimo decreto appena approvato dal Consiglio dei ministri. “La situazione è sotto controllo”, assicura Mario Draghi. Ma arrivano nuove strette: il super green pass, innanzitutto; poi restrizioni per i no vax già dalla zona bianca; infine un orizzonte temporale più o meno ristretto, che prevede le nuove misure in vigore dal 6 dicembre al 15 gennaio. “Vogliamo prevenire per preservare”, dice il premier in conferenza stampa. “Evitare i rischi e conservare quello che abbiamo conquistato nel corso di quest’anno”. In pratica ci lodiamo e ci sbrodiamo auto-eleggendoci come al top nel mondo in tema di vaccinazioni e contenimento dei contagi (“siamo i migliori”, ha detto Speranza), ma poi senza un perché ci accaniamo su un manipolo, ristretto, di non vaccinati. Ricordiamolo: a Londra, ma anche in Spagna, il Natale sarà “libero”. Da noi invece il premier si prepara a mettere in campo “le forze di sicurezza” in maniera “totale, completa, piena”. Non proprio un sinonimo di libertà.

Il super green pass

Tira una brutta aria per i non vaccinati. Lo Stato garantisce libertà di scelta sul siero anti Covid, ma poi “punisce” chi esercita questa libertà. Per super green pass si intende il lasciapassare ottenuto esclusivamente con vaccino o guarigione, escludendo dunque chi fino ad oggi si faceva un tampone ogni due giorni. Già in zona bianca, il super green pass servirà per accedere a tutte le attività ludiche e ricreative, come bar, ristoranti, cinema, discoteche, feste, cerimonie pubbliche e teatri.

Il green pass “base”

Non cambia nulla, invece, sul lato del lavoro: i no vax potranno lavorare presentando i test negativi anti-covid. Lo stesso dicasi per entrare in albergo, fare attività sportiva e utilizzare gli spogliatoi.

La durata del test anti-Covid

Nessuna novità per la durata dei test. “Restano invariate le tipologie e la durata dei tamponi“, si legge nel decreto.

Nuova stretta sui treni e autobus

Il green pass “base” (quindi anche col tampone), finora riservato alle tratte a lunga percorrenza e ad alta velocità, dovrà essere mostrato anche su treni regionali e interregionali. Dubbi e rimostranze su come sarà possibile controllare la massa di pendolari che tutte le mattine salgono sui vagoni regionali, soprattutto perché il controllo dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere preventivo. “Servono controlli campionari e frequenti, anche i controlli vanno intensificati e anche la polizia municipale sarà mobilitata – dice Draghi – Bisogna fare controlli in più e bisogna muoversi”.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
312 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giùalnord
Giùalnord
27 Novembre 2021 1:31

Vi ricordo che oggi c’è stato l’ultimo colpo di coda del PdR avendo sottoscritto un patto bilaterale con Macron senza che se ne parlasse in parlamento.
Cosa abbiano discusso e sottoscritto non è lecito saperlo.

Mantegazza Donatella
Mantegazza Donatella
26 Novembre 2021 14:21

Peccato che chi per motivi di salute non può essere vaccinato valgano le stesse regole dei no vax, infatti il foglio di esenzione rilasciato dal centro vaccinale (che dovrebbe avere gli stessi diritti di un green pass) non ha un QR e non viene accettato da nessun locale, treno, aereo, etc
Quindi si è comunque discriminati!
Questo problema di chi si ritrova nel limbo è taciuto!

Brunella
Brunella
26 Novembre 2021 11:39

Draghi e company si devono solo vergognare, feccia di una società che era libera con la costituzione più bella del mondo che sta piangendo lacrime di sangue!

Alessandro
Alessandro
25 Novembre 2021 22:19

Il super green pass è un provvedimento grottesco, Abominevole e perverso. Si può comprendere la tessera verde che consentiva di entrare nei locali, bar ristoranti anche con il tampone, perché già è una limitazione ma ovviamente si vuole evitare il peggio, ma la super tessera verde no! 1) Chi non si può vaccinare ed entra dove tutti sono vaccinati rischia sette volte di finire in terapia intensiva (c’è anche ora il problema)! 2) Come si fa ad escludere un cittadino SANO dalla vita sociale!? Si fa il tampone per assicurasi che è sano! 3) Non dissero che il tampone tracciava il virus? Un vaccinato è difficile che si fa il tampone.

dino
dino
25 Novembre 2021 21:38

Oggi, Gismondo e Crisanti (come tnti altri medici e scienziati in Italia e nel mondo): NO a vaccinare i bambini, studi e dati non validi e insufficienti

Benny
Benny
25 Novembre 2021 21:16

Ci sarebbe da spararsi un colpo alla tempia di fronte a questo spettacolo infame. Se il Padre Eterno non esistesse.

zax
zax
25 Novembre 2021 19:20

Speranza sempre più ridicolo , si lava la bocca dicendo che siamo i migliori ma de che, essere spregevole

Giovanna
Giovanna
25 Novembre 2021 19:09

Da vaccinata dico in che mani siamo, è una vergogna, si legge di tutto e di più, solo ora si accorgono che i vaccini non sono validi, e bisogna anticipare la terza dose, se sei stato vaccinato con A.Zeneca bisogna fare attenzione, perché di Moderna bisogna utilizzare solo mezza dose, perché? STIAMO ATTENTI, ma questi vaccini cosa sono:
ACQUA SANTA, se dopo 4/5 mesi il vaccino non funziona! A questo punto chi più ne sa, più ne dice, I VIROLOGI, il bello che sono due anni che ce la raccontano, e noi tutti i vaccinati per non perdere la libertà, se si chiama libertà ubbidiamo come cani addestrati. E fra 4 mesi ci sarà una quarta dose????