in

Candidare Rula Jebreal, l’ideona di Matteo Renzi

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 31 ottobre 2018.

00:00 Chi è Rula Jebreal, la nuova candidata Pd (qui, il mio “scambio di vedute” con la signora). Ideona di Matteo Renzi per riconnettere il partito al Paese reale…

02:00 La crescita economica è pari a zero, ma è chiaro che non può essere ancora colpa dei grillozzi e della loro “dignità”.

04:00 Decreto sicurezza, crepe tra giallo e verdi.

04:55 Per Mattia Feltri il governo del cambiamento ha cambiato solo una cosa: il Movimento Cinque Stelle.

05:10 Cesare Battisti sarebbe già scappato dal Brasile.

06:25 Tg Rai, mai così lottizzati, senza un posto all’opposizione.

  • 2K
    Shares

16 Commenti

Scrivi un commento
  1. Esimo Nicola Porro
    vorrei complimentarmi con lei
    Purtroppo le critiche e le interferenze del PD saranno sempre se giornalisti incompetenti scrivono solo dell’odio di chi non vuole più votarli.
    I centri Sociali e i migranti sono un male eterno di uno stato sempre sottomesso come lo è il nostro.
    Se si vota e vince qualcuno quel qualcuno è un pericolo per coloro che a tavolino hanno sistemato certe cose che il popolo non deve sapere.
    Renzi è peggio di Stalin che fece danno a non finire dopo la seconda sua Legislatura Renzi sempre sui social o in TV sta oscurando la libertà di parola degli Altri e per Altri parliamo dei cittadini stufi di Talk Show di Politici che si lamentano di Vitalizi e onoreficenze a chi vuole che l’Italia sia l’Immondezzaio del Mondo e non d’Europa solo.
    Grazie

  2. Credo di aver trovato la soluzione per questa sinistra e tutti i suoi seguaci, mandiamoli su Marte il pianeta rosso, consono alla loro ideologia.

  3. La Jebreal deve la sua fortuna televisiva al fatto che faceva parte del pubblico in sala al tempo della guerra del Golfo, quando Giuliano Ferrara faceva su la 7 una trasmissione filo Usa alle origini di 8 e mezzo. La Jebreal si distingueva per i denti accavallati e per la petulanza. Vedendola adesso mi sembrano migliorati solo i denti. Comunque sia, il suo caso ci deve confermare sulla non opportunità dello jus soli.

  4. La signora Jebreal è senza dubbio un concentrato di politicamente corretto: donna, di origine non-occidentale, mediorientale illuminata, di sinistra (anzi, liberal) …
    Il suo siparietto da Formigli mi ha fatto venire in mente un divertentissimo scandalo (passato sotto silenzio in Italia) che ha coinvolto il mondo accademico americano, anch’esso proverbialmente politicamente corretto: nel corso dell’ultimo anno gli studiosi James Lindsay, Helen Pluckrose e Peter Boghossian hanno inviato falsi articoli a varie riviste accademiche specializzate nell’attivismo o “studi di lagnanza” o “di reclamo” (grievance studies). La loro missione dichiarata era stata quella di esporre quanto fosse facile ottenere la pubblicazione di “assurdità e idee politiche moralmente alla moda come ricerche accademiche legittime “.
    Ad oggi, il loro progetto ha avuto successo: sette articoli sono passati attraverso la peer review e sono stati pubblicati, incluso un estratto di 3000 parole del Mein Kampf di Adolf Hitler, riscritto nella lingua della Teoria di Intersezionalità e pubblicato nella rivista “Affilia” che si occupa di “Gender Studies”.
    Un altro (falso) articolo pubblicata dalla rivista specialistica “Gender, Place and Culture” era intitolato “Reazione umana alla cultura dello stupro ed alla performatività queer in un parco per cani a Portland, Oregon” e affermava di basarsi sull’osservazione in situ della cultura dello stupro canino in un parco per cani di Portland. “I cani subiscono l’oppressione basata sul genere (percepito)?”, si chiedono i simpatici autori.
    Si possono trovare numerose notizie sulla vicenda (decisamente sintomatica della cultura politicamente corretta) digitando i nomi dei tre “studiosi” (che, in realtà, sono effettivamente accademici americani).

    • Bè, ringrazio per il il tuo commento sul mio “intervento”
      Di solito li faccio così, intanto di intelligente su questi tipi e loro modus lavorandi (per dire…), c’è poco da essere seri.

      Salut!

  5. Ormai sono alla frutta, ci manca solo lei, dopo la Kienge , un’altra straniera , non so’ se cattolica o musulmana , c’entra poco….o forse no, ….. questa sinistra senza identita’ non sa piu’ a chi affidarsi , ma di certo una come la Jebreal non credo per niente che possa risolvere neanche uno dei piu’ piccoli problemi che affligge questo paese, per carita’ brava giornalista ,ma dei nostri problemi che ne sa? ma come puo’ venire in mente una cosa simile? vabbe’ che parliamo della sinistra , ma tutto ha un limite! qualcuno anni fa’ in una discussione politica la defini’ piu’ gnocca che intelligente, forse a ragione, visto che si discuteva appunto di immigrazione e ovviamente parteggiava per il popolo magrebino.
    La sinistra a messo in opera una politica di cambiamento, di sostituzione identitaria di un popolo sostanzialmente cattolico ma laico allo stesso tempo, con una invasione musulmana , dico questo perche’ riportando le parole dell’ex presidentA della camera Boldrini …… gli immigrati sono l’avanguardia di questa globalizzazione e presto sara’ uno stile di vita per tutti noi.
    ROBA DA PAZZI, questo e’ cio che vogliono porre in atto!

  6. Forza Jebreal, usarla bene fa bene a te stessa. infatti si vede con chi si sposa.
    Deve essere molto brava. E Renyi forse lo sa.
    Il razzismo gli serve come ariete per farsi conoscere.
    Ehhh le donne, danni e dolore, soprattutto una come lei.
    Per il resto, quanto dice Nicola è vero, ma continua dire, che non ci sono alternative. O così o la fine dell’Italia. E sappiamo di cosa ci aspetta.
    Ricordiamo che tutto questo è figlio di quel passato; fatto male e creato ad hoc!
    E poi sappiamo chi vi all’iterno dei 5m. Che altro dire.
    Tutti vorrebbero cambiare, senza cambiare niete. Molto poetico.
    Ora sig. Gironalista e grande Nicola. faccia un programma sulle banche e di quello che realmente loro stanno facendo in EU.

    Saluti

  7. Al di là della persona della Jebreal, Renzi non ha capito niente della bastonata che il PD e la sx hanno appena preso. Poi non è accettabile allo stato delle situazioni, che il potere vada a una musulmana! Non si tratta di razzismo ma di buon senso!

  8. Caro Nicola, perché mai si pretende di affibbiarci un’etichetta e ci si scandalizza se poi deludiamo le aspettative? Dx Sn ecc. Avevano un senso forse per i nostri Padri costituenti, oggi dire che una cosa è storta chiunque sia il responsabile, ti attira le critiche più feroci se ti va bene se non l’odio e pure minacce di chi sostiene a prescindere la propria parte. Poi il trasformismo, virtù tra le più praticate (a parte il perseverare del dott. Matteo) mescola così bene gli ingredienti che ci si farebbe un ottimo bollito di Allocco con buona pace dei polli.

  9. Grazie ai fenomeni del Pd, per la dx non è nemmeno più necessario fare campagna elettorale, poiché si affossano da soli.
    Candidare la Jelebreal è equivalente a fare i Tafazzi senza conchiglia… Già a sentirla parlare viene voglia di votare il più fascista dei partiti… Avanti così… Poi facciano pure congressi per capire dov’è che hanno sbagliato. . Di sicuro perverranno alla conclusione che è il popolo ignorante e populista quale causa della loro sconfitta.. Da Tai senza se e senza ma

  10. Behhh!!! L’essere Pidiota…..vuole candidare la Rhula….la Kyenge c’è, la morani c’è, la Boschi c’è, qualche altra…stortona ce l’hanno, manca …a loro la Boldrini, poi qualcun’altra con la zucca vuota, poi sono vincitori per una notte sola…… halloween. Non puoi non chiamarli I Dem…enti CRONICI!!!! Ma se sparissero da questo paese, che questi pidioti tanto hanno fatto per cinciarli in queste condizioni. Poveri esseri infimamente Meschini. Beceri!!!!

  11. Urla Jebreal, detta anche “etichettatrice”, in quanto etichetta gli interlocutori di razzismo con estrema facilità, basta contraddirla. Si capisce la strategia della etichettatrice dura pura e credo musulmana, in funzione chiaramente antisalviniana ed antiitaliana. Ottima a mio avviso per far ottenere al PD l’obiettivo sfidante dello ZEROVIRGOLA. Onestamente per sostituire Marzio Martina da Marte, e per ottenere grossi consensi sul pianeta rosso, sarebbe stato molto meglio scegliere Laura Leuguale, decisamente più simpatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *