Il governo ci prende in giro sul coronavirus

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 31 gennaio 2020

00:00 Coronavirus, continua l’isteria collettiva. Il premier Conte e il ministro Speranza sono i veri allarmisti.

04:40 Italia Oggi racconta che siamo fortunati che il coronavirus non sia nato in Puglia altrimenti come per la xylella avrebbero negato fino alla morte la sua esistenza.

06:46 Brexit, intervista a Antonio Martino del Giornale e le frasi di Boris Johnson.

08:24 Greta Thunberg fa registrare il suo marchio.

08:51 Il Giornale se la prende con Zingaretti e Conte per l’aumento dei senza lavoro. Ma qualche responsabilità ce l’ha anche Salvini con quell’orrendo decreto dignità.

09:39 Il ministro Gualtieri intervistato dal Sole 24 Ore dice che metterà mano a una riforma dell’Irpef e del catasto.

10:14 Giuliano Ferrara su Il Foglio per attaccare Salvini intervista il papà della Borgognoni che dà del comico all’autore di questa zuppa insieme a Maglie e Capezzone perché non la pensano come lui: è diventato come Travaglio.

12:01 Bonaccini critica il Pd e dice che sarebbe pronto a farne parte a livello nazionale e si dimentica di citare le sardine.

12:53 Si allontana la revoca delle concessioni a Autostrade.

13:33 Per fortuna che al Foglio c’è ancora Giulio Meotti che racconta l’incredibile storia del Guardian che non vuole più la pubblicità dell’industria fossile.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

59 Commenti

Scrivi un commento
  1. Vorrei fare solo una considerazine di tipo matematico. Se in questa sbaglio, invito a farmi notare dove sbaglio. Ad ora i contagiati ufficiali sono 17485, i morti 362 e i guariti 503. Non si possono fare considerazioni sui contagiati, in quanto non si sa ancora come finiranno (morti o guariti). Tra chi ha superato la fase di contagio (morti o guariti) sono in totale 865. Ora se faccio 362/865 mi viene una mortalità sopra il 40%. Sbaglio? Mi sembra sopra il 3% dichiarato e giustificherebbe, insieme alla trasmissibilità asintomatica, la reazione (apparentemente eccessiva) del governo cinese.

  2. salve, il suo ragionamento non fa una piega, ma allora cosa ci dice di Matteo Salvini che critica il governo e dice che bisogna chiudere tutte le frontiere? Se Speranza crea il panico Salvini ancora peggio. Grazie (comunque la metafora dell aereo più pazzo del mondo era venuto in mente anche a me…geniale!)

  3. Il governo Conte smentisce gli allarmismi sovranisti di voler chiudere le frontiere:

    Nessuno dei clandestini sbarcati è influenzato !..rilevati scabbia, TBC, malaria, gonorrea, sifilide…Ma niente coronavirus !!

  4. Conte centra per il fatto che è stato lui a lanciare l’allarme corona virus ampliando il problema,

    ha amplificato la paura mentre se lo avesse fatto il ministro della salute Speranza la cosa era meno appariscente.

  5. E’ proprio un virus cinese: bassa qualità e non funziona bene!

    Poi l’ideona di questo governicchio di bloccare i voli dalla Cina all’Italia non fa ridere solo perché questo “coronavirus” non è che una blanda influenza, non fa ridere solo perché l’Italia è l’unico Paese ad averlo fatto. No: fa ridere soprattutto perché qualunque cinese che volesse venire in Italia, potrebbe tranquillamente farlo facendo semplicemente scalo.

    Ma almeno così quell’ipocrita di Conte può farsi fotografare tutto concentrato, facendo finta di star lì a far qualcosa, mentre si atteggia in pose da “grande statista con grandi dilemmi”.

      • Cosa c’entra Conte? E’ solo il Presidente del Consiglio dei Ministri e capo del governo. Ma sì, che c’entra?! Ma che domanda cretina.

        C’entra perché è ridicolo. Prima dichiara che è tutto tranquillo. Poi il giorno dopo, sulla base di 200 tizi morti in Cina su 8000 contagiati accertati, dichiara lo stato d’emergenza e si fa fotografare con pose meditabonde da grande statista preoccupato. Poi si scopre che lo stato d’emergenza dichiarato non è nemmeno un vero stato d’emergenza, perché, tanto per dirne una, il provvedimento risibile di bloccare i voli in arrivo dalla Cina può comunque essere aggirato facendo semplicemente scalo.

        • Sig. Carlo, penso che quanto da lei spiegato (ancorché non sia necessario per una mente normale) in merito al :

          “provvedimento risibile di bloccare i voli in arrivo dalla Cina può comunque essere aggirato facendo semplicemente scalo”

          non è alla portata di tale Sal. Forse si dovrebbe ampliare la frase :

          “facendo semplicemente scalo INTERMEDIO, per esempio, WUHAN > Dubai > Roma/Milano”.

          Mah . . .

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *