in

Mafia Capitale era una balla!

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 23 ottobre 2019.

00:00 Adesso il ministro Bonafede ci spiega la “svolta storica” della lotta di evasione. Ma per favore!

03:10 Polito sul Corsera ci spiega come il centrosinistra è da 25 anni che spaventa gli italiani con il tintinnio delle manette.

03:54 Mattia Feltri su La Stampa ci racconta come i grillini sappiano tutto dell’evasione. Grillo, Fico e i papà di Di Maio e Di Battista ne sanno qualcosa.

06:31 Mafia Capitale non c’entra nulla, era un’associazione a delinquere. Povera Raggi!

08:37 I proprietari dell’Ilva minacciano di andarsene. Ma chissenefrega tanto Taranto vive con il mercato delle cozze pelose… come sostiene Barbara Lezzi.

10:08 Zigaretti ricorda a Renzi che il vero avversario è il centrodestra.

10:47 La letterina Ue.

11:38 I genitori di Renzi accusati di aver evaso, rischiano il carcere secondo le nuove norme del governo giallorosso.

12:25 Ormai ci siamo, domani uscirà il mio nuovo libro Le tasse invisibili.

La libertà d’espressione è sacra (tranne se sei di destra)

Poteri forti, il rischio di fidarsi del CamaleConte

Le tasse invisibili che uccidono il Paese

 

Condividi questo articolo

17 Commenti

Scrivi un commento
  1. …quindi anche i milioni delle varie mafie, anche straniere, che, pare, siano dietro ai mega centri commerciali, e non solo, acquisendo sull’economia italiana potere, comando, guadagni o modi per riciclare denaro sporco e peso “politico”, sono tutte balle, la mafia non c’entra e possiamo stare tranquilli che chi vi partecipa, per “affari”, non è mafioso, no, magari è solo un po’…mafiosetto, o forse mafiosino, oppure è da annoverare tra le…mafioballe…eh!?

  2. Non si capisce il titolo trionfale di questo post.
    A che serve? A esultare perchè i ladri se la cavano? A screditare la Magistratura?
    Restano i gravissimi reati di corruzione.
    Quindi nessuna balla!

  3. PURTROPPO IL GRADO DI IGNORANZA POLITICA MOLTO ELEVATO ALLA FINE PRODUCE I RISULTATI ATTUALI.
    IL VOTO DATO AI 5 STELLE E EVIDENTE CHE E UN VOTO DI PROTESTA.
    RIPORTARE IL PD AL GOVERNO E LA COSA PIU LURIDA CHE CI POTEVA ACCADERE.
    PAROLA DI UN CITTADINO DEL PROFONDO SUD CHE HA MILITATO DA GIOVANE NELLA FEDERAZIONE GIOVANILE COMUNISTA.
    E NE HA VISTE DI COTTE E DI CRUDE .QUESTE NUOVE TASSE OCCULTE E NESSUNO PARLA DEI COSTI DI OGNI IMMIGRATO
    MAGARI IL VATICANO E STATO ACCONTENTATO E DA 20 EURO AL GIORNO SONO PASSATI A 42 EURO E VIVA IL PARROCO.
    L’ERRORE DI SALVINI E ZAIA E STATO QUELLO DI PARLARE SUBITO DI AUTONOMIA.

  4. [Sito zeppo di trackers e cookies traccianti]

    Se fosse stata una balla non ci sarebbero statti tanti arresti e altri ce ne saranno!
    Balla? Conntinui pure a ballare che appena arriva il gatto…

    • > Se fosse stata una balla non ci sarebbero statti tanti arresti e altri ce ne saranno!

      Lo dica a quelli della “P4”. Ah già, mai esistita (tutto disintegrato in fase processuale).

  5. Ecco il ridente futuro di Taranto: chiudere l’ILVA e su quel terreno edificare la cattedrale della religione green dedicata a Greta. Milioni saranno i visitatori da tutto il mondo, altro che il Cammino di Santiago de Compostela ! E dopo le funzioni tutti i gretini correranno ai chioschi ad abboffarsi di cozze pelose veraci.
    Due soli appunti a Porro: il libro sarebbe meglio girarlo e mostrarlo dalla parte della copertina; il nodo della cravatta dovrebbe essere un po’ più strizzato, così assomiglia a quello di Salvini che notoriamente ha imparato a fare il nodo alla cravatta da Bossi.

  6. Sì, giusto il carcere, se ci sono le prove però che si è assassini e stupratori (tralasciamo il discorso spaccio e consumo che è tutta un’ipocrisia), perché caro art3mide forse lei non è al corrente che in Italia ci sono almeno mille casi all’anno di carcerazioni immotivate e non si contano i casi di uomini finiti in carcere con sentenze in giudicato per reati sessuali senza una sola prova degna di questo nome a loro carico, ma solo su accuse de relato, ovvero perché una donna , una moglie o una figlia hanno denunciato l’uomo, il marito, il padre di turno a parole. In carcere si dovrebbe dunque andare solo quando si hanno le incontestabile prove materiali che qualcuno ha commesso un reato e non perché si costruisce un teorema sulle chiacchiere, cosa di prassi in questo paese scellerato in cui tutti invocano la forca, per gli altri naturalmente, perché se dovesse capitare al proprio figlio di sbagliare, allora per incanto si vanno poi a tirar fuori tutti i diritti costituzionali e i diritti dell’uomo. E poi per tutta una serie di reati, tra cui l’evasione fiscale, sarebbe molto più produttivo per la società far pagare multe calcolate, per esempio, sul triplo della somma evasa, le quali se non saldate aprirebbero le porte del carcere. Vedreste che, così facendo, si combatterebbe molto meglio l’evasione fiscale, risparmiando anche sulle spese di detenzione, che sono a carico del contribuente.

  7. 1. Confermo, nella mia città Grillo per i suoi show voleva almeno il 50% della parcella in nero.
    2. “Stranamente” nessuno parla delle coop che hanno una quota di utile esente da tasse ed alcune delle rosse sono giganti che operano in tutto il mondo e di cooperativo hanno solo il nome.
    3. Nessuno ha ancora capito che l’economia in nero, compresa quella illegale, fa parte …… dell’economia (piaccia o non piaccia). Colpirla, affondarla, eliminarla, significa farlo con un pezzo di economia. Bisogna farla emergere o sanarla, non ucciderla; in quest’ottica i tanto vituperati condoni (sicuramente immorali e creatori di “aspettative”), sono un modo tecnicamente logico ed efficace per usufruire dell’economia nera.

  8. Spiegate al malofede che per colpire la grande evasione, parlo di quella dei giganti del Web dei giganti dell’industria e di quelli della finanza, ci vuole una task force di gente che riesca a spulciare negli interstizi di bilanci miliardari e che in termini di competenze dia dei punti a banche di affari e società di revisione tipo le big statuinitensi. Pertanto la “grande evasione”, che loro colpiranno è quella di chi si arrabatta a vivere in un paese dove prosperano i malfidati statalisti retribuiti da Pantalone A PRESCINDERE. Malafede ha preso i voti per aprire il parlamento come una scatoletta, poi ha perso l’apriscatole, ed alla fine dice e fa le stesse cose per le quali UFO PD, è stato sconfitto dal M5S. Ossia servire lo statalismo parassitario ed i big della finanza dell’industria e del web che pagano tasse quanto a loro garba applicando la pianificazione fiscale internazionale, a scapito delle partite iva che hanno votato i malafede.

  9. Bonafede: “Carcere come svolta epocale e culturale” … cominciate a tenere in carcere assassini, spacciatori, stupratori etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.