Zuppa di Porro: rassegna stampa del 25 luglio 2020

Oggi sono abbagliato dai giornali

Condividi questo articolo


00:00 Oggi sono abbagliato! Sono davvero abbagliato degli scoop incredibili del Corriere della Sera che apre con le indagini su Fontana.

03:20 Sono anche abbagliato dalla Verità che mette in prima pagina le indagini sul compagno di Casalino.

04:20 Gli affarucci a Capri e gli scooter di Palamara.

05:20 La Meloni arriva al 18% con Fratelli d’Italia.

06:15 I soldi del Recovery fund arriveranno a settembre 2021. Perché bisogna prendere subito il Mes.

10:00 Il ministro Costa dice che ci sono un sacco di soldi contro il dissesto idrogeologico. Toc toc!

10:57 Appalto da 3 miliardi per i banchi di scuola. Da leggere Giordano e Ricolfi.

12:53 Gli statali tornano al lavoro… forse. E scopro il termine “attività smartabili”.

14:18 La preghiera di Santa Sofia raccontata bene da Repubblica.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


8 Commenti

Scrivi un commento
  1. Egregio Porro, mi piace la sua “zuppa” ma perché continua a cambiare idea sul “Mes”, all’inizio della pandemia era d’accordo con la destra sul no al Mes adesso ha cambiato idea. Cerchi di essere un po’ più indipendente. La saluto

  2. Egregio Signor Nicola, riguardo al MES che la vede favorevole ma anche e sopratutto contrariato da una ostilità che definisce “ideologica” da parte di alcuni settori della politica italiana, le chiedo se sa che tali “quattrini” sono utilizzabili solo per esigenze sanitarie, vere o presunte, targate virus cov19. Quindi non ospedali (e chi da noi li realizza in due mesi?), non stipendi e assunzioni per personale sanitario. Forse i banchi per le scuole? No perché c’è il nuovo scostamento di bilancio per garantire i sodali di Arcuri. E allora? Quindi niente cassa integrazione, niente aiuti all’agricoltura, forse soldi per straordinari delle forze dell’ordine per controlli sanitari. Di sicuro c’è l’impegno per i vaccini. Il Signor ministro Speranza parla di 1000 euro a dose che sommati ai 1000 euro per la gestione (vaccinaxione obbligatoria) fanno 18 mln di dosi per 36 mld. La prego di considersre o indagare la tesi complottista che con la Lorenzin (ma va bene chiunque ci fosse stato) l’Italia è stata venduta per questo esperimento sanitario. Concludendo, poiché questi “quattrini” sono comunque nostri basterebbe non versarli alla mitica Europa per averli senza doverli poi prendere ad interesse e vincolati ad una sola voce. Praticamente gli italiani dovrebbero versare soldi ad un fondo, riprenderli poi in prestito e solo per procurarsi delle dosi di brodaglia da iniettarsi in corpo: comprare un vaccino pagandolo a rate. Indaghi su questo. Apprezzando il suo lavoro la seguo con interesse e solidarietà nella sua battaglia per la verità. Salvatore.

    • Lei sicuramente non ha letto un mio commento di qualche ora fa.
      Non è che il MES finisce in un conto corrente blindato, da cui attingere solo per le spese sanitarie.
      Finisce nel bilancio statale, insieme a tutte le altre entrate. Poi in uscita bisogna prevedere le stesse somme per le spese sanitarie, ma potrebbero volerci anni per essere spese.
      Nel frattempo, i liquidi freschi del MES aumenteranno la cassa, e serviranno per TUTTE le spese.
      Ma quanto può durare prendere soldi in prestito per coprire uno squilibrio strutturale tra entrate e spese?
      La Grecia è vicina.

  3. vorrei solo aggiungere un cosa alla zuppa di oggi.. Toc Toc, ma i 14 milioni spesi dalla regione Lazio per delle mascherine mai arrivate? non ne parla più nessuno? non ci sono indagini in corso?

  4. Banchi con le ruote? E per quale motivo?
    Chissà come si divertiranno in classe a fare l’autoscontro con i banchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *