Zuppa di Porro: rassegna stampa del 9 luglio 2020

Trasformeranno in vittime persino i Benetton

Condividi questo articolo


00:00 Tutti contro i Benetton, Conte e governo. Ma intanto gli danno la gestione del ponte Morandi. Un governo incapace di decidere dicono insieme Sallusti, Giannini e Cappellini.

05:00 La folle idea di poter fare a meno dei privati sta bloccando la Liguria…

06:24 Il primo presidente di Cassazione sarà di sinistra racconta il Riformista.

07:18 La modifica dei decreti sicurezza è ormai diventata una priorità. E vogliono ridurre le pene per le Ong.

08:45 Il manifesto dei 150 intellettuali contro la calcel culture.

11:10 La tap che doveva distruggere la Puglia parte ma non si vede come ci racconta Jacopo Giliberto sul Sole 24 Ore.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


20 Commenti

Scrivi un commento
  1. Non sono razzista,
    ma a causa del Covid-19 abbiamo chiuso le frontiere, gli aerei sono a terra, e con tutto ciò andiamo a prendere in mare poveracci, che senz’altro sono ad alto rischio malattie… e non solo Covid-19!

  2. Porro ha visto che schifo Zaia?
    3 casi e lui vuole chiudere tutto e poi si presenta nella tenuta di Vespa insieme ad Emiliano senza mascherine, tutti assembrati e si baciano pure
    La poltrona si compra chiunque

    • Ci sono in giro (minimo) 300 Bengalesi positivi con certificazioni false comprate per 50 euro, uno di questi arrestati dopo aver girato a zonzo per una settimana con febbre e tosse, nel frattempo continuate pure a pensare ossessivamente a quello che dice o fa Zaia, che risulta primo tra i migliori governatori di regione italiani.

      • Primo tra quelli con tendenze dittatoriali (anche se tra lui e De Luca è una bella gara). Lui è al servizio della popolazione, non può permettersi di comportarsi da te illuminato che governa sudditi ignoranti!

          • Ci sara’ un motivo per cui nel mondo esistono sanzioni che si chiamano multe, perche’ quelli che tu chiami sudditi non amano rispettare le regole, persino quelle che ti garantiscono la salute e la sopravvivenza, per cui non dobbiamo meravigliarci se chi ci governa deve adottare misure severe.
            Ognuno di noi e’ dotato di intelletto , per cui dato che siamo ” forse” in democrazia siamo liberi o meno di seguire le direttive senza polemizzare, senza danneggiare gli altri e cercando di tutelare noi stessi.
            Fare i negazionisti rifiutando che il virus sta comodamente circolando, danneggia soprattutto i negazionisti stessi.

  3. Pene ridotte per le ONG…di male in peggio! Con tutti i casini che stanno facendo- portandoci tutta l’Africa in casa- e con tutte le loro vispe Terese eque e solidali sparse in giro per il (terzo) mondo, che partono da qui pensando di fare le novelle madre Terese di Calcutta e che poi tocca riportare a casa contrattandone la liberazione con i peggiori gruppi di assassini e tagliagole e a suon di vagonate di euro, adesso possono liberamente fare i loro loschi affari e agire come gli pare perché tanto non accadrà loro nulla. Ma qui siamo alla follia totale! Che schifo

  4. Viene il dubbio che questo popolo, italiano, abbia smarrito il razzocinio ed il buon senso, che non sappia più distinguere tra il bene ed il male. L’Italia è stata trascinata, nelle attuali disastrose condizioni, da soggetti che ancor oggi scorazzano nei meandri della politica e dell’economia. Soggetti di cui si conoscono le loro malefatte in danno al popolo italiano. Ci sono documenti che ne accertano le responsabilita, soggetti che andavano inquisiti e processati ma contro i quali nulla é stato fatto. La storia, maestra di vita, ci insegna che quando i popoli sono spinti nella disperazione rompono i margini di ogni legalità dando inizio ad ogni sorta di rivalsa verso quelli che hanno creato le loro difficoltà. Tutti sanno chi sono gli autori che hanno ridotto il nostro Paese nelle attuali condizioni, ed oggi siamo molto vicini ai nuovi vespri siciliani molto più vicini di quello che si pensi.. Questa Italia è da rifondare con al comando persone serie e competenti e rieducare il popolo ai sani ed onesti principi di convivenza. Noi potremo risorgere solo se avremo la volontà di attuare un cambio radicale di questa classe politica . Italiani SVEGLIA questo è il momento.

  5. Il problema dell’ Italia sono gli italiani…Leo Longanesi docet….11 milioni di coyyoni imbecilli, unico caso nel mondo civile, votano x un mo.vi,mento guidato da un comico pluriassassino e pluripregiudicato tanto da non poter più usufruire della condizionale (sent. C. App. Torino 4.12.18) che predica onestà e legalità, per gli altri, nel silenzio omertoso di tutti i media. Mentre Essebi, ancora oggi, giudicato un filo sotto Rijna. E dopo 30 anni di propaganda di sx antipolitica. Salvo poi allearsi con i peggiori antipolitici e populisti….purché non siano leghisti. Cioè la parte sana del Paese che mantiene l’ altra. I Benetton sconfitti alla c.costituzionale, premiati nella stessa giornata da un governo criminale.
    Notazione tecnico giuridica. Alla Consulta si è andati per decisione di un giudice/tar…un venduto del giro Palamara, immagino. Come si fa a giudicare non manifestamente infondata la richiesta dei benetton con 43 morti sulla coscienza. Più le migliaia da anni per cattiva manutenzione?

  6. In un paese minimamente serio benetton, zonin e company sarebbero stati frustati a sangue e poi fucilati alla schiena. In italy, paese corrotto, verranno premiati.

    • Forse non se ne è accorto, o è distratto, ma il Paese Normale sarebbe quello che le vogliono far credere i 5S con il PD a rimorchio. Le fucilazioni le lasci a Toninelli che è il responsabile ignaro ad aver firmato il documento che rimetteva i Benetton in corsia. Capisco che è difficile seguire una politica fatta da schizofrenici da ricovero, ma ci pensi bene (non vuol essere una critica a quello che lei sostiene in modo forse un tantino “giacobino”, sia chiaro). Un Paese Normale per esserlo, basterebbe che la classe dirigente fosse fatta da persone serie, istruite (guardi: non necessariamente laureati, visto che la laurea la danno a cani e porci da almeno 40 anni, ed infatti veda i grillini col pezzo di carta e quello che combinano, a partire da Bonafede) e con esperienza gestionale amministrativa, e con una visione prospettica del mondo. De Gasperi diceva che il vero politico è quello che riesce a vedere oltre la punta del proprio naso: ora le cose son due…o i nostri governanti hanno un naso troppo lungo, oppure sono ciechi…a lei la scelta.

      • Caro Ghino senza nome,
        La scelta io la farei fare a lei.
        Tanto per iniziare nella storia del contratto di Autostrade c’è lo zampino di Berlusconi e del suo governo che garantiva un enorme indennizzo anche in caso di colpa grave. Poi purtroppo la vicenda è andata così e bisognerà in qualche modo rimediare. Oggi Nicola, lo ascolti, ha spiegato benissimo perchè si è giunti a questo punto, senza dare la responsabilità a destra, sinistra e centro.
        Io, personalmente, non vedo in Italia nessuna classe politica e dirigente come lei sostiene. Figuriamoci se vedo la serietà, l’istruzione e la capacità gestionale.
        Vedo e sento solo dei cialtroni social e i loro militanti.
        I più stupidi delle loro affermazioni sono loro.
        La storia italica racconta tante altre verità.
        Quelle verità di chi ha il nasino lungo e vede le cose con gli occhi chiusi. Come lei.

  7. Mi sa che Kim deve studiare o almeno ripassare un po’ di storia. Il capitalismo era già stato dato per prossimo alla dipartita da Karl Marx a metà del XIX secolo, ma la realtà ci dice che l’unico defunto, per ora, è il sistema che lui e il ricco signore che lo ha mantenuto per tutta la vita consideravano ideale: quello che attribuisce allo stato la gestione di ogni cosa. Porro ha ragione sulla vicenda del ponte genovese, è l’ennesima dimostrazione dell’insipienza governativa della sinistra. Certo che se uno come Prodi, campione di un establishment putrescente dedito al malaffare globalizzato, arriva a sdoganare l’arcinemico Berlusconi nell’eventualità di un suo ingresso al governo, vuol dire che la casta di burattinai alla quale dobbiamo l’esistenza dell’attuale governo è alla canna del gas. Possibile che l’opposizione non se ne accorga ed esiti a rinforzare adeguatamente la propria azione di contrasto?

    • Caro Locatelli, vede…ci sono patologie cliniche spesso incurabili, e soprattutto in psichiatria. Il nostro Kim (o Napalm 52?) so tutto io, è una di queste, quindi perché perdere tempo dietro a un qualcosa di incurabile? Concentriamoci su altro di più ben serio. E’ consiglio che le dò.

      • Egregio Ghino, il suo è certamente un buon consiglio, solo che quando il troppo è troppo risulta difficile rimanere inerti. Il fatto è che siamo circondati da orde numericamente assai rilevanti di barbari armati di falce e martello, talmente ignoranti da sfigurare persino di fronte a chi barbaro sapeva esserlo davvero. Ricorda Attila?…A come atrocità, doppia T come terremoto e tragedia, I come ira d’Iddio, L come lago di sangue, A come adesso vengo e ti rompo le corna. Quelli di adesso l’erba non solo la fanno crescere, ma poi se la fumano pure.

  8. Giuseppi è sempre più indaffarato a rinviare le decisioni a dopo: ma se è vero, ed è vero, che l’81% dei decreti attuativi relativi agli aiuti Covid manca ancora all’appello, significa molto semplicemente che in quell’immenso stagno delle promesse mancate, mentre il pavone Conte si delizia a specchiarsi nel fiume di parole vuote che produce a getto continuo, è destano a marcirvi anche lo Stivale.
    Ed è solo una parte del problema. In Sicilia, i poliziotti continuano ad avere le mani legate e così gli extracomunitari irregolari, per gentile concessione del ministro dell’interno, lì a migliaia scaricati dalle Ong, al fine di essere sottoposti a quarantena, sono liberi di fuggire. Di contra per gli italiani riottosi i sindaci dispongo i TSO obbligatori.
    A questo punto, e prima che in Sicilia qualcuno cominci a pensare di dare il via ai Vespri siciliani bis, Lamorgese, che nel governo è l’espressione della volontà quirinalizia, deve in punta di legge spiegare agli italiani da dove attinge l’autorità che le permette di continuare a mortificare gli italiani e, soprattutto, del perché continua a tradire la Costituzione.

    • Viene il dubbio che questo popolo, italiano, abbia smarrito il razzocinio ed il buon senso, che non sappia più distinguere tra il bene ed il male. L’Italia è stata trascinata, nelle attuali disastrose condizioni, da soggetti che ancor oggi scorazzano nei meandri della politica e dell’economia. Soggetti di cui si conoscono le loro malefatte in danno al popolo italiano. Ci sono documenti che ne accertano le responsabilita, soggetti che andavano inquisiti e processati ma contro i quali nulla é stato fatto. La storia, maestra di vita, ci insegna che quando i popoli sono spinti nella disperazione rompono i margini di ogni legalità dando inizio ad ogni sorta di rivalsa verso quelli che hanno creato le loro difficoltà. Tutti sanno chi sono gli autori che hanno ridotto il nostro Paese nelle attuali condizioni, ed oggi siamo molto vicini ai nuovi vespri siciliani molto più vicini di quello che si pensi.. Questa Italia è da rifondare con al comando persone serie e competenti e rieducare il popolo ai sani ed onesti principi di convivenza. Noi potremo risorgere solo se avremo la volontà di attuare un cambio radicale di questa classe politica . Italiani SVEGLIA questo è il momento.

  9. Ma il crollo del ponte ha coinvolto in pieno Delrio unico responsabile governativo che malgrado le segnalazione avevano avvisato dei pezzi di cemento cadevano dal ponte se ne è fregato altamente. Dare la gestione del ponte ai Benetton è un errore. Gli va data la gestione di solo manutenzione e il pedaggio attraverso il sistema a vignette direttamente allo stato come la maggioranza degli stati europei. Porro stai diventando filo Berlusconi?? Spero di sbagliarmi.

  10. Certo che i Benetton sono vittime… dopo tutti i milioni di tangenti che hanno dovuto far piovere sui vari governi che si sono succeduti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *