in

Germania: Pronti al razionamento di Luce e Gas . Si comincia da Amburgo

Germania: Pronti al razionamento di Luce e Gas . Si comincia da Amburgo
Germania: Pronti al razionamento di Luce e Gas . Si comincia da Amburgo

Dimensioni testo

: - :

E’ l’Italia? Mentre in Germania tra polemiche e conterstazioni, ci si prepara al razionamente delle fonti primarie per l’energgia? E l’Italia? In Italia sembra andare tutto benissimo. Non bene, benissimo. Benissimo finchè qualcuno non decida che  arrivato il momento di razionare anche da noi.

Ma intanto..la Germania si sta preparando per la carenza di gas naturale, dice il cancelliere Scholz mentre EconMin Habeck avverte sul rischio di una spaccatura sociale nel caso in cui si verificasse un incubo energetico a causa della mancanza di forniture di gas dalla Russia. Intanto, come vediamo dalla grafica, il gas in Europa è già 8 volte più costoso che negli Stati Uniti.

Germania: Pronti al razionamento di Luce e Gas . Si comincia da Amburgo

 Due giorni fa, la seconda città più grande della Germania, Amburgo, ha comunicato ai propri cittadini di prepararsi per il razionamento dell’acqua calda in determinate ore del giorno a causa della ” nuova grave carenza di gas “.

Ma anche il più grande proprietario di casa della Germania (Vonovia) ha avvertito gli inquilini che quando la stagione del riscaldamento inizierà in autunno, potranno portare la temperatura fino a 17°C  solo tra le 23:00 e le 6:00.

Vonovia ha spiegato che la mossa aveva lo scopo di risparmiare energia e consumo di gas durante l’attuale crisi. La società ha aggiunto che il cambiamento non influirà sulle temperature diurne e che l’accesso all’acqua calda non sarà influenzato, il che significa che gli inquilini possono lavarsi e fare la doccia come al solito. 

Le modifiche al sistema di riscaldamento verranno fatte durante la manutenzione ordinaria e si prevedono risparmi per circa l’8% sui costi di riscaldamento.

Nel frattempo, la Federal Network Agency tedesca ha spinto per un cambiamento delle temperature minime legali per gli inquilini – con il presidente Klaus Müller che ha detto al Rheinische Post il mese scorso che gli inquilini dovrebbero subire pressioni per ridurre il loro consumo di energia prima dell’inverno.

“Nella legge sulla locazione, ci sono specifiche secondo le quali il proprietario di casa deve impostare l’impianto di riscaldamento in modo da raggiungere una temperatura minima compresa tra 20°C e 22°C”..

In questo momento la temperatura minima legale è attualmente di 16-17°C di notte e di 20-22°C (68-71,6°F) durante il giorno.

Con la Germania che si affretta a rifornire la sua fornitura di energia per l’inverno, il ministro dell’Economia Robert Habeck (Verdi) ha fissato severi obiettivi legali per gli impianti di stoccaggio del gas, con solo il 40% delle consegne abituali che fluiscono attraverso il gasdotto Nord Stream 1 dalla Russia.

Se la situazione continua a peggiorare, limiti al consumo di energia o altre misure, come la riduzione delle temperature nei complessi di appartamenti, potranno essere ordinati a livello federale.

 

09/07/2022  LEOPOLDO GASBARRO