in

Ambiente: la finanza fa molto meglio della politica

Gli investitori ESG hanno avuto un impatto positivo sull’ambiente

Dimensioni testo

Un obiettivo degli investimenti ambientali, di governance e sostenibili (ESG) è ridurre le emissioni di carbonio e migliorare la qualità dell’ambiente. 

 

Una nuova ricerca mostra che questo sforzo sta avendo successo.

Dal 2014 al 2018, gli investimenti sostenibili sono cresciuti dal 18% al 26% del patrimonio gestito negli Stati Uniti, raggiungendo un totale di 12 trilioni di dollari. Nello stesso periodo, l’intensità media di carbonio delle società Nasdaq, AMEX e NYSE è diminuita di circa il 30%. La tendenza al ribasso delle emissioni di gas a effetto serra delle imprese può essere in parte dovuta alla pressione esercitata dagli investitori verdi che si sforzano di sottopesare o escludere dai loro investimenti le società a più alta intensità di carbonio, aumentando così il loro costo del capitale.

Tiziano De Angelis, Peter Tankov e David Zerbib hanno esaminato se gli investimenti verdi spingono le aziende a ridurre le proprie emissioni di gas serra e, in tal caso, quali fattori portano le aziende ad adeguare le proprie emissioni. Il loro database copriva 348 fondi “verdi” che investivano in azioni statunitensi a dicembre 2018 e le loro partecipazioni nel periodo dal 2007 al 2018.

 

Gli investitori verdi

Le priorità ambientali degli investitori verdi spingono le aziende a ridurre le proprie emissioni di gas serra aumentando il costo del capitale. Le aziende sono più propense a farlo se i loro costi di riduzione sono bassi e la proporzione e il rigore degli investitori verdi sono alti. Ad esempio, poiché internalizzano ampie esternalità negative per l’industria del carbone, gli investitori verdi hanno indotto un aumento annuo dell’1,73% del rendimento dell’industria del carbone rispetto ai servizi di pubblica utilità. 

Interiorizzando l’impatto degli investitori verdi sulla loro valutazione finanziaria, le aziende sono incentivate a pagare un costo per mitigare le proprie emissioni adottando tecnologie a minore intensità di carbonio per abbassare il costo del capitale. Ad esempio, quando la percentuale di investimenti verdi raddoppia dal 25% al 50%, l’intensità di carbonio diminuisce del 5% su un orizzonte di un anno.

Questi risultati sono una buona notizia per gli investitori ESG, poiché dimostrano che le loro azioni stanno riducendo le emissioni, uno dei loro obiettivi. Tuttavia, come con qualsiasi analisi statistica, dobbiamo ricordare che “la correlazione non è causalità“. Le aziende potrebbero ridurre la propria impronta di carbonio per un numero qualsiasi di ragioni virtuose e le partecipazioni di fondi ESG potrebbero monitorare tali movimenti indipendentemente dal fatto che siano loro a causare tali movimenti.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments