in

Il voto a Palazzo Madama

Governo, al Senato l’esito del voto: la Meloni ottiene la fiducia – LIVE

L’esecutivo del leader di FdI si presenta a Palazzo Madama dopo la fiducia incassata alla Camera. Attesa la replica della Meloni

meloni ficucia senato

Dimensioni testo

: - :

Il giorno del Senato. Dopo aver incassato la fiducia della Camera dei deputati, Giorgia Meloni si presenta a Palazzo Madama per il secondo giro di dichiarazioni e voto. Stavolta niente discorso programmatico: il premier ha depositato ieri il testo scritto e dalle 13 si parte direttamente con la discussione generale. Se ieri però c’era attesa per il programma del Meloni I, oggi gli occhi sono tutti puntati sui voti. Al Senato infatti la maggioranza ha numeri più risicati rispetto a Montecitorio, considerato anche che dei 24 ministri ben 9 sono senatori e, dunque, difficilmente saranno presenti durante la legislatura per votare in Aula.

Grande attesa per il discorso che di Silvio Berlusconi, il primo dopo la “cacciata” dal Senato a causa della Legge Severino. Ieri l’ex premier ha fatto sapere di aver apprezzato il discorso della Meloni, ma all’interno della maggioranza ci sono state delle fibrillazioni sulle caselle dei ministri e restano delle tensioni per i posti da sottosegretario.

Leggi: “Non arretreremo mai”. Il discorso completo della Meloni a Camera e Senato

Qui sotto la diretta video del Senato (in fondo gli aggiornamenti scritti più attuali):

Per approfondire

Figuraccia Boldrini: attacca Meloni ma fraintende il suo discorso

Sallusti: “Meloni ha fatto un Colpo di Stato (e vi spiego perché)”

Liberale, conservatrice: la vera destra della Meloni

Perché il discorso della Meloni è diverso da tutti gli altri

 

12.59 Il programma della giornata

La seduta dell’Aula inizierà alle 13 con la discussione generale sul testo del discorso programmatico pronunciato ieri alla Camera. La replica di Meloni è prevista per le 16,30, seguiranno le dichiarazioni di voto e, alle 19 circa, la chiama.

13.00 Inizia la seduta del Senato

13.01 Grande attesa per il discorso di Silvio Berlusconi

13.20 L’intervento di Mario Monti

Il senatore a vita Mario Monti fa un intervento in cui sulla fiducia si asterrà e “valuterò in seguito i provvedimenti”. E probabilmente si tratta di una decisione a sorpresa.

13.30 Sud chiama Nord si astiene sulla fiducia

13.32 Mariastella Gelmini: “Iv-Azione farà opposizione repubblicana”

La Gelmini fa sapere che non sarà una opposizione ideologica o “sul maschile e il femminile”, ma sui contenuti. “Sarebbe sciocco non riconoscere che lei è la prima donna premier: le facciamo le congratulazioni per un risultato storico. Ma non faremo sconti”.

15.00 Prosegue la discussione generale al Senato

16.31 Raffaella Paita (IV-Azione): “Sì alla commissione d’inchiesta sul covid”

“Abbiamo apprezzato le parole di Meloni sull’indicazione della commissione di inchiesta sul Covid: siamo stati i primi a chiederla per chiarire molte opacità sulla gestione della pandemia, dall’acquisto di dispositivi sanitari alla missione dei russi nei nostri ospedali durante il governo Conte. Crediamo inoltre sia giusto vada alle opposizioni “.

16.41 Parla Licia Ronzulli

Dopo le “liti” e il “non voto” verso Ignazio La Russa, al Senato prende la parola Licia Ronzulli. “Ci hanno voluto rappresentare divise, ma lei sa quante cose ci uniscono: abbiamo combattuto e continueremo a combattere le battaglie per affermare i nostri diritti e i nostri ideali. Lei ha chiesto il nostro sostegno e non sarà mai sola verso la rinascita del Paese”.

17.30 Berlusconi: “Votiamo convintamente la fiducia”

Ecco l’audio della risposta data da Silvio Berlusconi ai cronisti entrando al Senato. A chi gli chiedeva se il governo è compatto e coeso, il Cav risponde che “la situazione è difficile” ma “comunque noi diamo convintamente la nostra fiducia”. Evidentemente il nodo dei sottosegretari non è ancora stato sciolto.

17.35 Attesa per la replica della Meloni. Berlusconi è arrivato al Senato

17.42 Meloni: “Povertà in Italia è quello che ereditiamo”

17.45 Ho fatto la scelta di disegnare l’Italia del futuro, poi sceglieremo i provvedimenti

A chi la contestava di non essere entrata nel merito delle questioni, Meloni replica che la sua scelta è stata quella di “disegnare l’Italia del futuro” e solo dopo verranno scelti i provvedimenti per realizzare quel progetto.

17.50 Non si passi da dipendenza dalla Russia a quella dalla Cina

17.53 Meloni: contro il caro energia pronti alla lotta alla speculazione

17.55 Meloni: riprendere estrazione del gas italiano

Per la Meloni l’impatto ambientale sarebbe lo stesso: se quel gas lo estrae qualcun altro, inquina lo stesso. Ma ci costa di più.

17.56 Meloni: “Per le bollette soldi da pieghe bilancio e extraprofitti”

In attesa del price cap o di altri provvedimenti che incidano sul costo dell’energia, Meloni intende “lavorare con molta puntualità a interventi calibrati per le imprese e le famiglie e recuperando risorse dalle pieghe del bilancio, dagli extraprofitti (con una norma che per me è da riscrivere) e dai ricavi dello Stato”.

17.57 Meloni: “Senza price cap Ue, faremo disaccoppiamento”

Meloni fa sapere che in Ue “si ragiona sul price cap dinamico, vedremo i tempi. Incalziamo l’Europa a dare soluzioni comuni e c’è il tema della separazione del gas da altre fonti energetiche. Siamo pronti e se anche l’Europa non darà risposte” allora il governo penserà a un “disaccoppiamento crescente anche sulla base delle determinazioni europee”.

18.00 Meloni: “Scelte sul covid senza evidenze scientifiche”

Meloni torna a rispondere a chi difende il “modello Speranza: “Sono d’accordo con Lorenzin sul riconoscimento del valore della scienza- ha detto- e per questo penso che dobbiamo scambiarla mai con la religione. Infatti, quello che non abbiamo condiviso dei vostri governi è il fatto che non ci fossero evidenze scientifiche alla base dei provvedimenti che prendevate”

18.05 Meloni: no a salario minimo, la soluzione è il taglio al cuneo fiscale

18.10 Meloni replica a Monti: flat tax è merito a chi si rimbocca le maniche

“Ho parlato di regime forfettario e flat tax incrementale, cioè una tassa piatta del 15% su quanto dichiarato in più rispetto all’anno precedente: per chi è in difficoltà e si rimbocca le maniche è un segnale di merito”, lo ha detto Giorgia Meloni rivolgendosi al senatore Mario Monti.

18.12 Meloni: “Flat tax solo per gli ipermilionari?”

Ricordando la misura della tassa piatta a 100mila euro per gli ultramilionari stranieri che vengono a investire in Italia, Meloni si rivolge al Pd e chiede: “La tassa piatta va bene solo per gli ipermilionari e non per le partite Iva?”.

18.14 Meloni “frega” la sinistra sul tetto al contante

Giorgia Meloni mette in campo un “trabocchetto” verso i parlamentari del Pd. Parlando del tetto al prezzo del gas legge alcuni virgolettati, i seguenti: “Voglio dirlo con chiarezza: non c’è correlazione tra intensità del limite del contante e la diffusione dell’economia sommersa. Ci sono Paesi in cui il limite non c’è e l’evasione fiscale è bassissima”. A quel punto Meloni si rivolge verso i parlamentari del Pd e chiede: “Non siete d’accordo?”. Alla risposta negativa del gruppo dem, lei tira fuori il coniglio dal cappello: “Beh, sono parole di Pier Carlo Padoan, ministro dell’economia del governo Renzi e del governo Gentiloni. Sono parole del ministro Pd. E io sono d’accordo col ministro del Pd Pier Carlo Padoan”.

Inoltre, Meloni ha confermato “che metteremo mano al tetto al contante” che tra l’altro, “penalizza i più poveri”.

18.19 Meloni: “Non ho mai organizzato manifestazioni per vietare a qualcuno di parlare”

Parlando dei fatti della Sapienza, Meloni dice: “Non erano manifestanti pacifici, ma gente che stava facendo un picchetto per impedire a persone pacifiche di parlare”. E ancora: “Se qualcuno della mia parte politica facesse una manifestazioni per impedire a qualcuno di parlare, sarei il primo a condannarlo”.

18.27 No alla capitolazione dell’Ucraina

Meloni è tornata a ribadire che l’Italia non smetterà di inviare armi all’Ucraina perché non cambierebbe l’esito del conflitto (“Londra manda più armi di tutta l’Ue”), ma metterebbe in difficoltà il posizionamento italiano nel contesto internazionale. Inoltre, Meloni ha ricordato che sono più gli scambi economici con l’Occidente che quelli con la Russia.

18.32 Iniziano le dichiarazioni di voto

18.33 Noi Moderati vota a favore della fiducia

19.00 Renzi: “Governo legittimato”

Renzi afferma che il discorso della Meloni è stato “molto politico”. “Oggi voi avete vinto e dovete governare”, dice Renzi. “Lei ha fatto un’apertura importante sulla Riforme Costituzionale. Se vorrete sfidarci davvero sull’elezione diretta del premier, noi ci saremo”. Poi una battuta: “Per esperienza personale non le suggerirei di andare avanti da sola”, in riferimento al referendum fallimentare su cui Renzi aveva scommesso nel 2016.

19.07 Renzi: “Folle fare polemiche sul merito”

19.08 Renzi attacca il Pd su “il” o “la” premier

Renzi fa buona parte del suo intervento “contro” le altre opposizioni, più che contro la Meloni. Al Pd e al M5S chiede come sia possibile fare polemica su “il” o “la” presidente del Consiglio. “Per me può anche farsi chiamare con l’asterisco, anche se non credo, ma possibile che tra tutte le cose che si possono dire alla Meloni dobbiamo attaccarla per il suo essere donna?”.

19.13 La Russa: “Bentornato al presidente Berlusconi”

19.15 Berlusconi annuncia: “Appena nato il mio 17esimo nipotino”

19.18 Berlusconi: “Voteremo convintamente la fiducia”

19.22 Berlusconi: “Noi dalla parte dell’Ucraina”

Berlusconi torna a parlare della situazione internazionale e ricorda di essere sempre stato al fianco della Nato e degli Stati Uniti. Poi ricorda il famoso accordo di Pratica di Mare tra Usa e Russia che “pose fine alla guerra fredda” e che “fu considerato da tutti un miracolo”. “Il mio progetto era quello di recuperare la Russia all’Europa. Questo progettavamo per poter affrontare insieme con un’occidente rafforzato dalla Russia la grande sfida sistemica del 21esimo secolo: quella dell’incombente espansionismo cinese. Purtroppo l’invasione dell’Ucraina ha vanificato il nostro disegno. In questa situazione noi non possiamo che essere nell’occidente a difesa di un Paese libero e democratico come l’Ucraina. Dobbiamo lavorare per la pace nel rispetto della volontà del popolo ucraino. La nostra posizione è ferma e convinta. E non può essere messa in dubbio da nessuno”.

19.25 Berlusconi alla Meloni: “Saremo al suo fianco”

19.26 Berlusconi a Meloni: “Auguri per i prossimi 5 anni di lavoro”

Il discorso di Silvio Berlusconi si chiude con l’applauso di quasi tutta l’aula, compresa Giorgia Meloni che si è alzata in piedi.

19.28 Il Movimento Cinque Stelle vota no alla fiducia

19.37 Per la Lega parla il capogruppo Salvatore Romeo

19.46 Romeo: “Discontinuità con Speranza”

La Lega chiede di fermare le cartelle esattoriali con le multe per chi non si è vaccinato, parlando di “pacificazione nazionale”. Inoltre domanda di fermare “i tamponi a tappeto che mandano in tilt gli ospedali”. E di cambiare approccio rispetto a Speranza.

19.49 Romeo: “Pace in Ucraina? Deve decidere la comunità internazionale”

Sulla diplomazia, la Lega richiama la Meloni a non aspettare solo le decisioni dell’Ucraina ma a guardare anche all’interesse internazionale.

19.50 Per il Pd parla Simona Malpezzi

20.14 Malpezzi: “Alzare il tetto al contante favorisce l’evasione”

20.53 Meloni ottiene la fiducia con 115 voti a favore, 79 contrari e 5 astenuti