in

“I rom? Non si vogliono integrare”

Sempre da Quarta Repubblica, un altro estratto sul tema dell’intergeazione o meni dei rom. Ad animare (è proprio il caso di dirlo) il dibattito: Daniele Capezzone, Fillippo Facci, Piero Sansonetti e Vauro Senesi.

00:00 Vincenzo De Luca: “I rom? Persone “garabate”…

00:39 Capezzone: “Inutile girarci attorno, la maggior parte delinque”

01:56 Sansonetti: “I rom sono perseguitati. Come gli ebrei…”

02:50 Capezzone: “Sansonetti, così offendi l’Olocausto”

04:15 Facci: “Il lavoro non è nella cultura rom”

05:20 Sansonetti: “Facci, le tue sono frasi razziste”

06:33 Vauro: “Facci, parli come Goebbels…”

Dalla trasmissione del 15 aprile 2019

Condividi questo articolo

40 Commenti

Scrivi un commento
  1. Caro Terramoccia, visto che le rispondo oggi, felice lunedì dell’angelo. Quando lancio una provocazione sono felice se qualcuno la raccoglie senza sbraitare e mi risponde argomentando come fa lei senza usare il tifo da stadio che c’è negli altri commenti ( qui a favore di Facci e Capezzone, sul sito dei dem a favore di Sansonetti e Vauro). I Rom che rubano devono andare in galera come gli appartenenti alle altre etnie (scrivo così perché per chi non lo sapesse tra i Rom ci sono pochissimi extracomunitari, sono quasi tutti italiani o europei) quindi cose come “buttarli fuori” “mandarli al loro paese” non hanno senso, chi lo dice è solo ignorante in materia! Io contesto il fatto che chi si è preso l’onere di governare il paese, se vuole l’onore se lo deve guadagnare risolvendo i problemi! Salvini e Di Maio, capi delle due componenti del governo, finora hanno messo in atto provvedimenti inutili per il Paese e continuano a “vendere” robe che non hanno senso o non sono applicabili,. “Il reddito di cittadinanza” , tecnicamente parlando, fa schifo (se io ho 400 euro di pensione e mi aggiungi 40 euro mi sento perlomeno preso in giro) . “Quota cento” crea solo una riduzione di personale, basta pensare ai comuni (anche amministrati dalla lega) che hanno protestato perché l’attuazione del provvedimento lascerà molti uffici pubblici “sotto organico” per un paio d’anni, il danno in questo caso lo pagheremo con i disservizi! Quindi Salvini che dice “o i Rom si integrano oppure per loro è finita la pacchia” ha risolto qualcosa? Ovviamente no, quindi quando i cittadini tireranno le somme, finirà come l’altro Matteo, il genio degli 80 euro! Ho fatto tutto questo discorso per dire che mentre ci distraggono parlando del problema dei Rom, della sicurezza, degli extracomunitari(che tra l’altro servono al paese, anche se mi fa schifo pensare in termini utilitaristici quando si parla di persone), si fanno i c….i loro, si fottono i rimborsi, salvano le banche(con soldi veri pagano debiti inventati! L’economia non deve salvare la finanza, ma in Italia non vale nemmeno il liberismo! Hanno svenduto lo stato ai privati, privatizzando gli utili e socializzando le perdite! La sanità sta diventando un affare per ricchi, sempre più famiglie (considero solo quelle italiane, così non mi accusate di internazionalsocialismoleninistaislamico) non riescono ad accedere a cure essenziali, mentre i ricchi spendono patrimoni per rifarsi le chiappe o il nasino alla francese!). Ora capisce perché sono incazzato? Hanno lobotomizzato una popolazione che se la prende con sé stessa o con quelli ancora più deboli!
    Forse mi sono dilungato, ma anche ai pacifisti a volte girano le palle, soprattutto se cercano di fregarmi!
    Per quanto riguarda il mio “1,6% fascistoide” ci sto lavorando, speriamo che io non venga folgorato dall’apostasia, altrimenti come insegna la storia potrei fare grossi danni! Buona pasquetta

    • Egregio EMILIO , sono d’accordo con Lei al 48,4% ! Per la quota 100 è fumo negli occhi. Se non sbaglio ci vogliono come minimo 62 anni . Ultimamente ho conosciuto persone che hanno 102 , 103 ed anche di più . A parte questo piccolo dettaglio , bisogna considerare che è una libera scelta e se non ci saranno ricambi sufficienti la colpa è della Fornero ( qualunque cosa accada sarà sempre colpa sua ). Farei una netta distinzione tra ROM e ZINGARI come tra MIGRANTI e CLANDESTINI ma esprimerei solo opinioni personali. Condivido al 100% la critica all’attuale servizio sanitario di cui subisco ogni giorno che passa gli effetti negativi perchè , caso strano , con la pensione sono arrivati molti acciacchi ( sarà l’età o colpa della Fornero ?). Non intendo iniziare una gara con Lei a CHI è più inkatzato , diciamo che mentre noi ci inkatziamo gli altri godono , perchè più uno si agita più il nemico penetra . PS: conosco una persona che facendo la guardia giurata ( non armata ) con 144 ore di lavoro mensili ha preso 615 euro netti ( 4,9 euro l’ora lordi). S’immagini se non mi incazzo quando vedo che ne danno 780 a CHI non fa un K….! Cordiali saluti.

      • Io contesto a tutti i governi che si susseguono, da quello del dottor sottile in poi, un continuo salasso dei contribuenti, con quello che abbiamo pagato finora il debito pubblico non è diminuito di un euro! Anzi continua ad aumentare a sei miliardi di euro al mese! Buona sera

  2. Vauro e Sansonetti sono vomitevoli, io mi chiedo come si faccia a dare spazio a simili soggetti.
    Perchè gli date spazio nelle trasmissioni e soprattutto chi sono i loro ‘lettori’?

  3. Da avvocato mi ripugna che sono costretto a finanziare, pagando i bollettini di cassa forense, l’insulso giornale di questo cialtrone di Sansonetti

  4. Come al solito la rissa in TV! Possibile che gli italiani vadano ancora dietro alle str… Ate che dicono i giornalisti, di destra o di sinistra che siano! Siamo nell’era dell’informazione e nessuno che pensa di leggere due numeri per capire il fenomeno (in questo caso i Rom ma vale anche per le altre questioni). I Rom sono lo 0,15% della popolazione italiana! Il 90% lavora e non dice di appartenere a questa etnia per paura (di perdere il lavoro, di essere considerati male dai conoscenti o dai vicini di casa). Bisognerebbe, quando si fanno le trasmissioni televisive, partire dai dati chiedere a chi studia il problema, non a quattro tifosi di destra e sinistra che non sanno niente del problema e parlano del niente! Invece no, si usa il sensazionalismo per distrarre la gente dai problemi reali del paese! Buona Pasqua a tutti, cristiani e non, e a tutti coloro che vogliono un mondo migliore!

      • La metà di loro sono italiani, ma anche se non lo fossero dubito ci sia un po’ più ladro degli italiani. Faccio solo un esempio per arrivare ai 49 milioni sottratti dalla lega allo stato, sa quanti furti ci vogliono? Credete pure alle favole, mentre voi ve la prendete coi poveracci, chi ha il potere ci fotte alla grande (e non mi riferisco solo all’attuale governo)!!!! Guardate chi c’è nelle liste, prima di votare. Facile vare la voce grossa coi deboli, più difficile coi potenti! Spegnete la tv, usate la rete per informarvi, incrociate i dati, non bisogna credere a qualsiasi cosa. I giornalisti intervenuti alla trasmissione o sono ignoranti(non conoscono i dati) o sono in mala fede! I problemi sono a monte non a valle! Felice pasqua a lei e a tutti coloro che hanno voglia di capire!

        • Egregio EMILIO , innanzi tutto Buona Pasqua . La faccenda dei 49 milioni ” rubati ” è una leggenda. Non ho letto da alcuna parte che ci sia stata una rapina nel caveaux della Banca d’Italia . Sono , se non sbaglio , rimborsi elettorali ” ingigantiti ” e ” deviati ” per l’acquisto di qualche ” brillantino africano ” e anche ” deviati ” in qualche bel Paradiso Fiscale. Sembra che abbiano 99 anni per restituirli , quindi verranno restituiti ( forse ) . Non ho letto fino ad oggi che gli zingari si siano impegnati a restituire il ricavato dei loro furti entro un determinato periodo di tempo. Per quanto riguarda le liste Lei sa meglio di me che sono liste bloccate per cui con il sistema elettorale attuale sono i Partiti e/o movimenti che decidono CHI deve essere eletto. Concordo con Lei sul fatto che alcuni Giornalisti siano in malafede e molto molto ignoranti .Quelli che non fanno parte della categoria sopra citata sono messi in condizione di non nuocere . L’ultima volta mi sono dimenticato di dirle che dovrebbe preoccuparsi di quel 1,6% fascistoide che c’è in Lei , io sto facendo enormi progressi per avvicinarmi al 100%. Cordiali saluti.

          • Caro Terramoccia, visto che le rispondo oggi, felice lunedì dell’angelo. Quando lancio una provocazione sono felice se qualcuno la raccoglie senza sbraitare e mi risponde argomentando come fa lei senza usare il tifo da stadio che c’è negli altri commenti ( qui a favore di Facci e Capezzone, sul sito dei dem a favore di Sansonetti e Vauro). I Rom che rubano devono andare in galera come gli appartenenti alle altre etnie (scrivo così perché per chi non lo sapesse tra i Rom ci sono pochissimi extracomunitari, sono quasi tutti italiani o europei) quindi cose come “buttarli fuori” “mandarli al loro paese” non hanno senso, chi lo dice è solo ignorante in materia! Io contesto il fatto che chi si è preso l’onere di governare il paese, se vuole l’onore se lo deve guadagnare risolvendo i problemi! Salvini e Di Maio, capi delle due componenti del governo, finora hanno messo in atto provvedimenti inutili per il Paese e continuano a “vendere” robe che non hanno senso o non sono applicabili,. “Il reddito di cittadinanza” , tecnicamente parlando, fa schifo (se io ho 400 euro di pensione e mi aggiungi 40 euro mi sento perlomeno preso in giro) . “Quota cento” crea solo una riduzione di personale, basta pensare ai comuni (anche amministrati dalla lega) che hanno protestato perché l’attuazione del provvedimento lascerà molti uffici pubblici “sotto organico” per un paio d’anni, il danno in questo caso lo pagheremo con i disservizi! Quindi Salvini che dice “o i Rom si integrano oppure per loro è finita la pacchia” ha risolto qualcosa? Ovviamente no, quindi quando i cittadini tireranno le somme, finirà come l’altro Matteo, il genio degli 80 euro! Ho fatto tutto questo discorso per dire che mentre ci distraggono parlando del problema dei Rom, della sicurezza, degli extracomunitari(che tra l’altro servono al paese, anche se mi fa schifo pensare in termini utilitaristici quando si parla di persone), si fanno i c….i loro, si fottono i rimborsi, salvano le banche(con soldi veri pagano debiti inventati! L’economia non deve salvare la finanza, ma in Italia non vale nemmeno il liberismo! Hanno svenduto lo stato ai privati, privatizzando gli utili e socializzando le perdite! La sanità sta diventando un affare per ricchi, sempre più famiglie (considero solo quelle italiane, così non mi accusate di internazionalsocialismoleninistaislamico) non riescono ad accedere a cure essenziali, mentre i ricchi spendono patrimoni per rifarsi le chiappe o il nasino alla francese!). Ora capisce perché sono incazzato? Hanno lobotomizzato una popolazione che se la prende con sé stessa o con quelli ancora più deboli!
            Forse mi sono dilungato, ma anche ai pacifisti a volte girano le palle, soprattutto se cercano di fregarmi!
            Per quanto riguarda il mio “1,6% fascistoide” ci sto lavorando, speriamo che io non venga folgorato dall’apostasia, altrimenti come insegna la storia potrei fare grossi danni! Buona pasquetta

        • magari prima di ripetere il mantra della sinistra becera, provi ad informarsi.
          Bossi ha sottratto alla lega da 1 a 3 mln (non sono riusciti a quantificare), i 49 mln sono i rimborsi elettorali che la lega ha percepito (e speso) come tutti gli altri partiti, ma che la magistratura di sinistra, in questo caso vuole indietro.

          e non lo dico io ma gente intellettualmente onesta di sinistra.

          • Il mantra è una cosa seria, con buona pace sua e di chi lo usa a sproposito, se il PM Cozzi è di sinistra io sono babbo natale, la lega attuale poteva costituirsi parte civile come ha fatto il parlamento, perché danneggiata dalla vicenda! Invece Salvini che sa come accrescere i suoi voti, ha detto una frase a effetto e tutti a dargli ragione, mi sembra di essere tornato agli anni cinquanta, mi ricorda un comunista del secondo dopoguerra…

          • Mantra: formula che viene ripetuta molte volte … e voi ripetete le vostre formule A SPROPOSITO molte volte.
            La lega non è la Margherita che ha pensato bene di scaricare i suoi collaboratori per salvarsi … il didietro.
            Ciò non toglie che NON sono 49 mln, e non li ha sottratti la lega. ma c’è chi fa finta di non capire … o forse non capisce affatto una cosa semplice.
            Ha ragione si è tornati agli anni ‘5o, dove i sinistri, neanche se sbattono il muso contro la verità riescono a riconoscerla troppo occupati a fomentare la caccia alle streghe di chi non la pensa come loro strumentalizzando tutto il possibile.

          • Lei ha una sua verità, i sinistri hanno la loro, io provo a stare nella realtà. Purtroppo a lei i dati reali non interessano, le sentenze non hanno valore, la lega è intoccabile, Salvini il messia (risorto ieri col mitra in mano!), contenta lei…

    • Ha ragione lei. Non si riesce a parlare più di nulla. Urlano tutti, si offendono a turno. È uno schifo. Guardi anche questo blog…..io leggo i commenti e a volte non ci credo…

        • Cara Sandra, la ringrazio ma io non voglio avere ragione, vorrei solo che si abbassasse il livello di odio contro “il diverso” che viene alimentato ad arte per incattivire le persone! Ieri il comunicatore multimediale di Salvini lo ha fatto apparire con un mitra in mano, io so che Salvini non sparerebbe a nessuno, ma siccome il clima è teso e di esaltati in giro c’è ne sono parecchi (non solo tra gli italiani) fomentare l’odio non mi sembra una genialità comunicativa!!! Ma qui viviamo e qui dobbiamo combattere per un mondo migliore!

          • ed eccolo qua! il tizio di sinistra conformato a tutti gli altri tizi di sinistra che strumentalizzano l’ennesima caso creato ad arte, contro Salvini! (l’ennesimo MANTRA d’indottrinamento sinistroide)
            ma andate avanti così, gli state facendo solo un favore.

  5. Campi di concentramento questa volta, non con camere a gas, ma campi di lavoro a spaccare pietre 16 ore al giorno, o a risanare i terreni inquinati, quei terreni che loro stessi hanno aiutato a inquinare in tutta Italia. per i loro figli, internamento in collegi (NON DAI PRETI) e lavar loro il cervello!!!

  6. Trasmissioni che aizzano i soliti predisposti alla rissa che fa ascolti. Gli italiani amano moolto vedere zuffe e risse. Tutto per fare audience !

  7. BEH INSOMMA CAPISCO PORRO, ANCHE NEI MIGLIORI CIRCHI CI SONO I GIULLARI COME sansonetti e vauro, CHE SERVONO PER INNESCARE ILARITÀ. QUESTI DUE POVERETTI PIÙ CHE GIULLARI SONO DEI VERI PAGLIACCI.

  8. ma cosa stanno a discutere a fare con personaggi che negano la realtà: i rom rubano.
    e chi lo nega è un falso e un ipocrita.

  9. Sicuramente non ci tengono ad integrarsi, se lo facessero dovrebbero lavorare e prendersi responsabilità. Sono privi di civiltà e d’amor proprio, e noi non dobbiamo cadere nel becero affermando:- i poverini sono discriminati!!- Personalmente e volentieri li mando a quel paese senza sentirmi colpevole .

  10. Ma come fa un giornalista di vaglia, come Facci, ad andare a confrontarsi con il pensiero unico dei compagni comunisti. Sansonetti è rosso sino al midollo. Beninteso rosso, all’italiana, perché i comunisti veri sono diversi.Dove sono i comunisti,quelli veri come i Castro, i Kim Jiong- un, etc..i rom non ci sono e nemmeno hanno voglia di andarci. Parlare con una capra, poi, o con Vauro è la stessa identica cosa, forse ragiona meglio la capra etc. Se io fossi Facci, non andrei mai a parlare con personaggi del genere, che hanno un solo frasario su certi argomenti: fascista, nazista, razzista, xebofobo, etc.etc . Impossibile un dialogo. Solo sgarbi ce la potrebbe fare, ma si è rotto di pxlle anche lui.

  11. c’é gente come sansonetti che vive nel mondo di barbie …dove basta utilizzare “luoghi comuni” per cercare di dire frasi interessanti !!!

  12. Perché date voce a questi personaggi e non sapendo già come la pensano i talk show sono pietosi da vedersi ci prendono per i fondelli si parlano sopra in continuazione e chi sta a casa non capisce una mazza, ci rimane solo che girare canale.

  13. Capezzone dovrebbe sapere che i rom sono stati sterminati per odio razziale nei lagher nazisti, come ebrei e per odio culturale Testimoni di Geova. I rom erano particolarmente odiati dai vertici nazisti, perché secondo uno studio scientifico, erano la vera pura “razza ariana”. Non così per i biondi e con gli occhi azzurri. Cosa vuoi, legge del contrappasso. Che la cultura rom da centinaia di anni non si sia integrata con il modo di vivere della cultura stanziale un fatto indiscutibile. Integrarli significherebbe sopprimere la loro cultura. Leggi serie, ben applicate potrebbero indurli a lavorare onestamente, mantenendo la lro tradizione nomade, ma siamo in EUUUUUU………

  14. Quando ha iniziato a parlare Vauro con la storia del pane calpestato ho girato canale. Per lui che rubino, scippino e , tutto il resto (vicino a casa mia una Rom che ora avrà 45 anni, ben vestita come una qualsiasi milanese, da circa vent’anni la vedo sempre pregna, o ha una protesi sotto i vestiti o è gravida veramente, è stat colta a borseggiare più di una volta ma poi la si vedeva sempre in giro) non è così importante come i poveri bambini che hanno visto calpestare i panini donati da gentaglia razzista romana. Mi viene veramente da vomitare a sentire la grottesca ipocrisia di questo comunista con il Rolex.

  15. Titola IlGiornale: “Non si vogliono integrare…” Èd è contro duro in tv sui rom

    E assumere alfabeti invece di scimpanzé? O usate i rom per scrivere i titoli?

  16. Siamo sicuri che certa intelligentjia e i buonisti siano realmente ‘integrati’ nel nostro Paese e , più in generale’, nella cultura occidentale?

    • Io, che lungi dal considerarmi intellighente sono stato eletto buonista da due veterani di questo blog, non mi sento integrato in un sistema in cui la maggior parte delle persone rispettano di più la propria autovettura che la vita umana, dove vengono approvate leggi che permettono di difendere la proprietà privata con le armi, dove i deboli vengono sbeffeggiati e i potenti culoleccati, dove si vota per moda e non per coscienza! Ma sono buonista….

  17. per qual motivo uno dovrebbe abbandonare la propria identità culturale per abbracciarne un’altra in cui non si riconosce?
    Proviamo a chiedere ad una qualsiasi intellettuale globalista se sarebbe disposta ad integrarsi nella società islamica dell’Arabia Saudita?
    Questa storia dell’integrazione è una colossale menzogna, è la versione politicamente corretta di assimilazione.
    Ma se proprio si vorrebbero far estinguere i rom (o qualsiasi altra cultura) l’unica soluzione sarebbe quella di prelevare i loro figli (prima dei due anni) e di farli crescere ai Parioli in famiglie culturalmente evolute, oppure si potrebbero castrare chimicamente i maschi o asportare l’utero alle donne. Ma ciò si chiamerebbe eugenetica, leggi razziali, pratiche disumane. Qualcuno verrebbe questo?
    Abbiamo a che fare con ‘ndrangheta, mafia nigeriana, quella dei colletti bianchi, cosa nostra, gomorra…. anche questi individui avrebbero necessità di “integrazione”, non solo i rom.
    Integrazione significa solo prelevare soldi dall’erario per retribuire operatori socio-cooperanti ed intermediari culturali, a null’altro. Ed è per questo che è un pallino fisso del cattocomunismo.
    Chiediamoci piuttosto perchè in Italia è così facile delinquere?
    Perchè da tutto il mondo arrivano culture ed etnie che la prima cosa che imparano è come fottere il prossimo?

      • Dicasi cultura:” Il concetto moderno si può intendere come quell’insieme di conoscenze e di pratiche acquisite che vengono trasmesse di generazione in generazione.

        Tuttavia il termine cultura nella lingua italiana denota più significati di diversa interpretazione:

        Una concezione pragmatica (Positivismo/utilitarismo) presenta la cultura come formazione individuale, volta all’esercizio di acquisizione di conoscenze “pratiche”. In tale accezione essa assume una valenza quantitativa, per la quale una persona può essere più o meno colta (pseudo-saperi);
        Una concezione (antropologia/etica), metafisica presenta la cultura come un processo di sedimentazione dell’insieme patrimoniale delle esperienze condivise da ciascuno dei membri (Morale/Valori), delle relative società di appartenenza (Sociologia/Istituzioni), dei codici comportamentali condivisi (morale/costumi), del senso etico del fine collettivo (Escatologia/Idealismo), e di una visione identitaria storicamente determinata (antropologia identitaria/etnicità), come espressione ecosistemica di una tra le multiformi varietà di gruppi umani e civiltà nel mondo. Concerne sia l’individuo, che i grandi gruppi umani (sociologia/collettività), di cui egli è parte. In questo senso il concetto è ovviamente declinabile al singolare, riconoscendosi ciascun individuo quale membro “di diritto”, del gruppo etno-culturale di appartenenza etno-identitaria, nonché nel “patto di adesione sociale” e nelle sue regole etiche ed istituzionali volte al fine della “autoconservazione” del gruppo etnico stesso.
        Una concezione di senso comune è, inoltre, il potere intellettuale o “status”, che vede la cultura come luogo privilegiato dei “saperi” locali e globali, tipico, delle istituzioni “superiori”, come le “conoscenze specializzate” (scienza/tecnologia), la politica (parlamento/partiti), l’arte (spettacolo/rappresentazione), l’informazione (media/comunicazione), la interpretazione storica degli eventi (storia/ideologie), ma anche la influenza sui fenomeni di costume (società/modelli), di (musica/mistica ed esoterismo) e sugli orientamenti (Filosofia/Credenze religiose), delle diverse popolazioni, fino a livelli di misura planetaria.
        Una concezione di tipo istituzionale (educazione/pedagogia), che vede la cultura come strumento di formazione di base e di preparazione al lavoro nell’ordine di una società economica, meritocratica e delle competenze remunerabili;

        È opportuno ricordare che il 13 settembre del 2007, a New York è stata approvata la “Dichiarazione dei diritti dei popoli indigeni” (45 articoli), con voto quasi unanime (4 contrari), che sancisce: “Le popolazioni indigene hanno il diritto di praticare e vivere le loro tradizioni e costumi, di essere rispettati nei loro diritti religiosi e spirituali e nelle loro proprietà intellettuali”. Tale Dichiarazione fa seguito a quella precedente della “Autodeterminazione dei popoli” della Carta delle Nazioni Unite del 1945, del Patto Internazionale sui diritti civili e politici (ONU) del 1966, nonché del trattato CSCE ad Helsinki nel 1975. ”
        (da wikipedia)
        Soddisfatto? 🙂
        Gli intellettualoidi, però, credono che cultura significhi solo leggere Pasolini, andare alla Scala, comprare i quadri di Picasso (che sa fare anche un bambino di tre anni!), recitare il copione delle Rane.
        Ohhhh violino tziganooooooo.
        Questa storia dei rom è solo l’ennesima polvere nascosta sotto il tappeto, la cultura italiana è fatta non solo da Dante e Manzoni, ma sopratutto da bravi, don Abbondi, don Calogero, l’Innominato, terroni e polentoni.
        però, dovrebbe afferrare il senso del commento; in breve: nessuno si può integrare se non rinuncia alla propria cultura, ossia lingua, tradizioni, usi e costumi.
        Che i rom rubino non mi stupisce di più dei lavoratori a nero o degli imprenditori che non pagano le tasse, in fondo tutti stanno rubando qualcosa a qualcun’altro. E’ la cultura italiana. Purtroppo!
        Buona pasqua

        • Caro Rocco, così crea il caos nella lega! Pensi cosa potrebbe succedere a dare dell’indigeno a un soggetto appartenente all’etnia “padana”! Buona giornata e grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.