in

La Cartabia raschia il fondo sul blocco degli sfratti

Dimensioni testo

Le motivazioni con le quali il ministro della Giustizia ha giustificato ieri in Senato il no del Governo alla proposta del Parlamento di correggere il blocco degli sfratti in atto da un anno, lasciano sconcertati.

Un mese fa, alla Camera, la maggioranza più ampia della storia repubblicana aveva concordato un emendamento al decreto Milleproroghe con il quale si anticipava al 31 marzo la fine del blocco, attualmente prevista al 30 giugno in via generale, limitatamente alle situazioni di morosità vecchie di anni e che nulla hanno a che fare con la pandemia. Il Governo chiese ed ottenne che quell’emendamento fosse ritirato, impegnandosi ad agire entro breve termine nella stessa direzione.

Ora il ministro della Giustizia – intervenendo in Senato dopo averlo fatto qualche giorno fa alla Camera – comunica che il “cambio di orizzonte temporale avrebbe potuto mettere in difficoltà diverse persone” e che arrivare a 16 mesi di blocco “non è un sacrificio così eccessivo” per gli interessati. Inoltre, ancorché non esplicitamente, preannuncia addirittura una prosecuzione del blocco oltre il 30 giugno!

Dunque, da oltre un anno migliaia di proprietari sono privi della disponibilità di immobili che i giudici avevano ordinato di restituire loro, non percepiscono alcun canone (spesso unica fonte di reddito), in molti casi sono costretti a pagare rate di mutuo e spese condominiali, hanno dovuto persino pagare l’Imu e non hanno ricevuto alcun risarcimento dallo Stato. In questa situazione, si apprende che la scelta del Governo di respingere una richiesta dell’intero Parlamento era dettata dalla sensibilità del ministro della Giustizia nei confronti delle aspettative di chi da anni occupa abusivamente degli immobili!

Se il Parlamento italiano ha ancora un senso, chiediamo alle forze politiche che lo compongono di riprendere la proposta avanzata un mese fa e di pretendere che sia approvata. È inaccettabile che il diritto (costituzionale) di proprietà continui ad essere calpestato in modo così eclatante.

Giorgio Spaziani Testa, 19 marzo 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
88 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
tommasina la rocca
tommasina la rocca
10 Maggio 2021 22:58

La casa è di lha comprata con il proprio lavoro o con quello dei propri genitori. Ci sono morosi pre-covid che avevano lo sfratto esecutivo per morosità atavica a ridosso del primo blocco e che ad oggi sono ancora in immobili di cui non sono proprietari senza pagare il fitto nè le utenze. Il contraccolpo della pandemia lo hanno subito anche i proprietari , questa situazione ha causato danni economici e ridotto i risparmi delle famiglie. Il blocco indiscriminato degli sfratti non è più sostenibile, è iniquo , contro ogni legittimo diritto dell’uomo libero e ha creato per i morosi , “cattivi inquilini ” la pretesa di un falso diritto

trackback
"Espropriata dall'Italia come ai tempi di nazisti e sovietici" - Redazione
5 Aprile 2021 14:23

[…] ci dobbiamo anche sentir dire dalla ministra Cartabia che è un sacrificio sopportabile; per noi cittadini per bene è una pena inconcepibile, non capiamo cosa abbiamo fatto di male alla […]

giùalnord
giùalnord
22 Marzo 2021 22:41

Il potere delle poltrone accelera la metamorfosi dei politici rendendoli incoerenti e fallaci.
P.S.:Italiani state tranquilli e fate ancora sacrifici(parole della Cartabia).

A.L.
A.L.
21 Marzo 2021 21:10

L’articolo ovviamente è ottimo.

Ministro di quale giustizia?
Cartabia? Colei che accenno’ (e poi basta) a difendere la Costituzione?
Che brutta fine fanno sia le nostre speranze che le nostre illusioni!

Maria
Maria
20 Marzo 2021 8:02

Claudio Armando, finché avremo una sinistra al governo , saremo ostaggio della loro ipocrita ideologia. Sono i primi ad evadere, es. prof.di materie scolastiche che impartiscono lezioni a 30 EUR l’ora, ovviamente a nero e senza ricevuta. Guadagnano il doppio e il triplo dello stipendio, il tutto sperimentato personalmente con prof.ultrasx.
Idem con locatori dichiarati politicamente di sx ,che affittano senza contratto. Professionisti, ing.arch, geometra, avv. Tutti di sx con portafoglio a dx. Una sx opportunista dalla quale mi sono dissociata da molti anni per questo comportamento ipocrita che la contraddistingue. Sicuramente difendono coloro che occupano abusivamente gli immobili, ma solo perché non sono i propri. Capisco il blocco degli sfratti in questo momento così drammatico, non si può mandare fuori una famiglia che non lavora, con bambini che hanno bisogno di dignità e di un tetto. Ma dopo tanti miliardi buttati dal governo Conte, si potrebbe provvedere a pagare i canoni non corrisposti al proprietario. Questa soluzione non riguarderebbe però coloro che da anni sono morosi.

paolospicchidi@
paolospicchidi@
19 Marzo 2021 22:59

@Gianluca Fonte di reddito… stipendio modesto..
Ho pagato le tasse sull’intero affitto… non ho detto che non lo pagano mai è una coppia che vive nella stessa casa)… hanno saltato qualche mese… non è una questione di bontà… quando ero bambino ho vissuto in una casa senza bagno… riscaldamento a stufa… mio padre ha sempre pagato l’affitto… ma credo che si possa far fatica a farlo… ed erano gli anni in cui si cantava a scuola ” aggiungi un posto a tavola, se sposti un po’ la seggiola stai comodo anche tu”… io posso/riesco a farlo… lo faccio… lei no… bene lo stesso… non è ai locatori che spetta fare il ruolo dei servizi sociali o di fare una società migliore… possono, lo vogliono fare lo facciano… non possono, non vogliono farlo non lo facciano… la Cartabia dovrebbe introdurre qualcosa che va in questo senso di sostegno ai conduttori in difficoltà… comunque penso che alcuni locatori potrebbero essere meno esigenti… e alcuni conduttori se ne approfittano e potrebbero benissimo pagare l’affitto, quindi capisco anche l’incazzatura dei locatori tra cui ci sono quelli che magari (come me hanno fatto fatica a comprarsela) e su quell’affitto contano di vivere/ci vivono… le situazioni sono tante e complesse.
.

Paolo Braccini
Paolo Braccini
19 Marzo 2021 22:12

Io ho affittato un immobile che i miei genitori mi hanno lasciato con molti sacrifici è stato affittato per potermi pagare il muto su questo immobile ..bene la persona che lo occupa è una truffatrice non mi ha mai pagato mi ha dato documentazione falsa per quanto riguarda le buste paga e le sue credenziali .Risultato finale gli è stato notificato lo sfratto a dicembre 2019 non è ancora uscita nonostante l’ordinanxa Del giudice ..Morale della favola io sto rischiando di perdere la casa w il nostro ministro della giustizia CARTABIA

Marco
Marco
19 Marzo 2021 21:35

Buonasera Siamo o non siamo, all’interno dell’UE ? le regole dovrebbero essere uguali in tutti i paesi che ne fanno parte ? la risposta è molto semplice, sì ! purtroppo, come ho già detto in altri commenti, di unito in UE non c’è nulla. Mi correggo ! una cosa esiste. L’incapacità dei nostri politici. Sugli sfratti rimango attonito, leggendo certe frasi. “Situazioni di morosità vecchie di anni”. Abbiamo capito bene ? si parla di anni. Il Germania, se lasci scadere anche solo per un giorno, il pagamento dell’affitto, entro 24 h ti suonano il campanello. E chi lo fà, non è il padrone di casa, ma la polizia. Se la tua giustificazione per il mancato pagamento, non viene accolta dal padrone dell’immobile, entro pochi giorni, sei obbligato a lasciarlo. Se non lo fai, interviene il giudice e oltre ad andartene, sei obbligato a pagare le spese del tribunale. Altra cosa da non sottovalutare è il fatto che il giorno che lascerai l’appartamento, prima di consegnare le chiavi al proprietario , lo stesso controllerà che la casa non abbia subito dei danni. In tal caso, sarai obbligato a risarcirli. Se in quel preciso periodo, non potrai farlo, ti verrà decurtata una parte dal tuo stipendio, o dalla tua pensione. Leggi intelligenti, fatte da altrettanto politici intelligenti. Purtroppo siamo in Italia, dove… Leggi il resto »