in

La fake news del Corriere sul ministro Lamorgese

Non ci crederete ma il quotidiano più autorevole d’Italia, il Corriere della Sera, oggi in prima pagina, nell’editoriale firmato da Alesina & Giavazzi, ha riportato una vera e proprio fake news che riguarda il neo ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Vi racconto tutto in questo mio video…

Condividi questo articolo

17 Commenti

Scrivi un commento
  1. Quante storie per un errore! Le fake news sono altra cosa, per esempio quelle che vi piace diffondere sull’immigrazione. Porro mi delude ancora, ormai la sua è una gara con La Verità per dimostrare di essere “il più di destra”.

  2. In questo meraviglioso mondo dove il progresso sembra abbracciare ogni settore ed attività – malgrado Piketty non se ne stia accorgendo – il CORRIERONE, stranamente, continua ad andare in senso opposto…

    Chissà per quale motivo?

    Forse, ha bisogno di vendere sensazionalismi per stimolare nuovi lettori e compensare i lettori persi?

  3. Ah ah ah, alla faccia della fake news!!!! Si sono dimenticati che per ben due volte il Ministero degli Interni era stato già affidato ad una donna…..Caspita Porro che erroraccio che hai scoperto. Gli errori e le fake-news di Trump sono briciole rispetto al tozzo di pane che hai scoperto. Sei bravissimo, continua così, abbiamo bisogno del tuo giornalismo-inchiesta che scava in profondità e riporta alla luce tutti i misfatti dei media main stream. Mi raccomando non mollare, la verità ha bisogno di te. Pensare che ci hai costruito anche un video!!!!!! Sto morendo dalle risate…chissà che mi credevo

  4. Si chiama CANCELLIERI e non CANCELLERI. E dire che ti sarebbe bastato schiacciare un pulsante per cercare su internet per trovare il nome giusto.
    Ogni tanto uno rimane basito dalla supponenza di certi professori…

  5. A sentire i Tg lo spred è sceso i migranti sono sistemati conte è il massimo che uno statista può esprimere sono tutti all’apice della più grande svolta epocale che un governo avrebbe potuto fare in sette giorni neanche la Madonna di Lourdes avrebbe potuto fare tanto e così bene

  6. Ovviamente la versione online dell’articolo è stata corretta ma, guarda un po’, non c’è nessuna traccia dell’errore precedente (se ho ben capito presente su versione cartacea).
    Giornaletto imbarazzante come sempre.

  7. perche voi pensavate che; dato che sono scriventi sul corriere della sera siano istruiti??? fake news, sono ignoranti come capre, sono ideologicamente disturbati , in poche parole sono imbecilli di sinistra.. e non capisco chi: al corriere non rilegge le cazzate dei suoi** intellettuali**

  8. Grazie Porro per come metti in evidenza le assurdità di certi informatori che ci vogliono influenzare nell’orientamento politico in maniera dispotica per fortuna che c’è molta gente che non ascolta. Grazie ancore per il servizio che rechi alla comunità.

  9. Fake news?
    Diciamolo in Italiano: cazzata!
    Cazzata, come quella scritta da La Repubblica (delle banane) a proposito del murale di TvBoy che raffigura le Tre Grazie con le fattezze di Di Maio, Conte e Zingaretti con, in mano, una mela ciascuno variamente colorate.
    Il “giornalone” dice che l’artista si rifà all’opera “Le Tre Grazie” di… BOTTICELLI!!!
    Ora: l’Opera di Botticelli in cui, oltre altri personaggi, sono raffigurate le Tre Grazie, senza mele in mano, si intitola “La Primavera”, mentre l’opera cui si rifà il TvBoy è “Le Tre Grazie”, queste sì con le mele in mano, ed è di RAFFAELLO!!!
    IGNORANTI!!!

  10. Gli SCHETTINO esistono in tutti i settori. Persone arrivate a certi livelli più per la capacità della lingua che per capacità proprie. Traduco capacità della lingua : A) saper vendere fumo alla Wanna Marchi e/o alla Renzi B) Utilizzare la lingua per lisciare il k…al padrone.
    Non conosco i due personaggi , non so come l’hanno utilizzata ma certamente l’hanno utilizzata per avere il privilegio di scrivere katzate sulla prima pagina del 1° quotidiano italiano. Traduco katzate : Fake news.

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.