in

La vergogna del Parlamento chiuso - Seconda parte

Dimensioni testo

Abbiamo un governo che ha sostituito il Parlamento con il Decretamento, spegnendo le luci del sacrario democratico e puntando i riflettori su chi sta profanando il tempio della democrazia ostinandosi ad occupare la poltrona di primo ministro. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella interrompa lo scempio istituzionale della preponderanza caotica della normativa secondaria del governo su quella primaria delle Camere e si faccia promotore di un governo di unità nazionale nella formula più confacente al coinvolgimento di tutte le forze politiche.

Il momento drammatico che il Paese sta vivendo, con il primato mondiale dei contagiati, esige quella coesione che attuale e dilettantesco esecutivo sta disgregando.

Andrea Amata, 23 marzo 2020