in

Manca una legge: guai per il green pass

green pass
green pass

Dimensioni testo

Il pasticciaccio brutto del cosiddetto green pass ci fa scendere parecchi gradini verso l’inferno di una sostanziale abolizione dello Stato di diritto, a vantaggio di un inverosimile regime sanitario che tende quasi per inerzia ad accrescere il proprio asfissiante controllo sulla popolazione. Solo il fatto, ammesso più o meno esplicitamente ai vertici del potere politico-sanitario, di utilizzare questo illiberale salvacondotto come leva per convincere i più riottosi del “gregge” italico a vaccinarsi costituisce un abominio senza precedenti nella storia repubblicana. Un abominio che, insieme a tante altre misure liberticide, viene accettato senza fare una piega anche da chi, qualche lustro addietro, organizzava mastodontiche manifestazioni in piazza contro il presunto rischio eversivo di un premier proprietario di alcuni canali televisivi.

Green pass, pastrocchio illiberale

Eppure in meno di due anni, prima che un virus a bassa letalità ci facesse sprofondare in un incubo senza fine, è cambiato tutto: oggi solo per potersi sedere al tavolo di un ristorante al chiuso occorre vaccinarsi, o in subordine sottoporsi ad un tampone, munirsi del citato green pass, portarsi dietro un documento d’identità e indossare la mascherina secondo le regole imposte dall’onnipotente Comitato tecnico-scientifico. Sul tema caldo del documento d’identità poi, il cui controllo ha determinato il solito caos all’Italiana circa chi abbia realmente competenza a realizzarlo, sembra che alla grande informazione sia sfuggito un aspetto giuridicamente assai rilevante. Mi riferisco al piccolo dettaglio, che a quanto pare risulta sconosciuto al nostro fenomenale Garante per la privacy, secondo cui non esiste una legge che imponga ai cittadini italiani di uscire di casa con un qualunque documento d’identità, salvo per ciò che riguarda la patente di guida quando ci si trova al volante di un mezzo di trasporto. Nel caso di un eventuale controllo da parte delle forze dell’ordine, e non certamente di un esercente privato o di un suo dipendente, gli stessi cittadini debbono solo declinare le proprie generalità. Questo almeno fino a quando il nostro ordinamento non è stato letteralmente soppiantato da un informe pastrocchio illiberale in cui tutto si giustifica in nome del bene comune.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
193 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Carlo
Carlo
16 Agosto 2021 9:26

Io mi sono vaccinato 2 dosi di astrazeneca, non sono sicuro del suo effetto ma a causa dei miei problemi di salute ho preferito vacinarmi, ma quello che il nostro mondo politico e economico ci impone è a dir poco vomitevole, ci impongono il vaccino ma dobbiamo accollarci tutte le responsabilità, se i nostri politici avevano gli attributi(le palle) visto il rischio che continuano a sventolare,
Avrebbero dovuto imporre per legge il vaccino assumendosi tutte le responsabilità civili.
Siamo un popolo di pecoroni e non riusciamo a vedere oltre il nostro naso

Federico
Federico
14 Agosto 2021 19:48

Questi articoli a cosa servono? Intanto siamo sotto la dittatura sanitaria e non possiamo ribellarsi. A cosa serve?

Adelina
Adelina
14 Agosto 2021 19:04

È una VERGOGNA il green pass una descriminazione x i non vaccinati ma non raggiungeranno mai l immunità di gregge con il vaccino ci sono tanti ignoranti ma ci anche persone intelligenti

Angelo 57
Angelo 57
14 Agosto 2021 18:27

Ottimo articolo complimenti.Tanti anni fa se si incontravano persone come quelli che hanno il green pass si diceva Povera Italia per questi ha perso la guerra gente che nonostante siano istruiti non capiscono la bomba che hanno in tasca cioè che se si infettano dovranno pagarsi a loro spese le cure perché hanno firmato una cambiale in bianco vaccinandosi

Masia B. Antonio
Masia B. Antonio
14 Agosto 2021 17:27

Perché sei l’unico o quasi a parlare di questo pastrocchio pseudo democratico, dove sono finiti tutti i tuoi “colleghi” gli hanno tolto la spina dorsale o per fanginta di nulla gli hanno gonfiato il portafoglio con annessa poltroncina fantozziana in parlamento? Non potrò meravigliarmi più di tanto oramai in quanto il vostro caro e beneamato presidente Mattarella è complice principale di questo pastrocchio e come dice sempre lui e concludo il nostro è un grande paese, il più bello del mondo il pare culla della civiltà, ma ditemi voi è possibile ricordargli che prima do un gran paese siamo o forse no una Nazione?

cristina
cristina
14 Agosto 2021 15:11

Un grazie di cuore per il tuo articolo; lì per lì non credevo ai miei occhi…leggere qualcosa di sensato, sta diventando sempre più raro. Buona Vita…

geogio
14 Agosto 2021 12:49

Ci rinchiudono in casa per mesi, senza motivo, seguiti dai droni, terrorizzati giornalmente, con le immagini di camion militari che alla fine trasportavano 60 cadaveri che Conte aveva propibito di fare autopsia e siccome stavano decomponendo le onoranze funebri si erano rifiutati di trasportare, in una provincia di piu’ di un milione di abitanti, parliamo di 60 cadaveri in 80 camion. Ci impediscono di lavorare dandoci un elemosina ridicola. Continuano a minacciare chiusure. Ci costringono a inocularci vaccini fatti in fretta dopo aver firmato che se stai male te e le tua famiglia vi arrangiate. Se chiedi ma… ti dicono e ma allora …

Franca
Franca
14 Agosto 2021 10:51

Sopratutto in virtù del fatto che non eseguono e non hanno mai eseguito autopsie, per cui nessuno sa a causa di cosa siano morti quei 4mln di persone,però tutti sappiamo che per malattie respiratorie ne muoiono 7,5 mln l’anno,per tumori ne sono morti,nel 2020,10 mln, per malattie cardiovascolari,nel 2016, 17,9mln, ma noi lasciamo che una dittatura nasca in nome di 4,33mln di morti di cui non se ne conosce la causa