Cronaca

Mondo al contrario

Perché difendo la libertà del generale Vannacci

Il free speech è come il garantismo: non si applica solo agli amici. E deve valere anche per il libro del militare incriminato

Generale Roberto Vannacci

Su Vannacci non mi convincono i due fronti in lotta:

  • quelli che lo difendono ma solo perché in realtà condividono ciò che ha scritto;
  • quelli che lo attaccano solo perché non condividono le sue tesi.

Cosa manca o cosa mi pare che manchi? La posizione liberale pro free speech. Quella di chi difende la libertà di parola di Vannacci e al tempo stesso dissente dai suoi contenuti. Anzi, quella di chi difende la sua libertà proprio perché non condivide il contenuto delle parole di Vannacci.

In altre parole, il free speech è come il garantismo: non si applica solo agli amici. Contribuisci a una società libera e aperta se difendi la possibilità di parlare anche di chi dice cose per te detestabili.

Sveliamo un segreto agli illiberali di ogni tipo: puoi difendere la libertà di speech di qualcuno e al tempo stesso puoi dire che quello speech è orribile. Ma se attacchi o difendi solo in base alla condivisione nel merito, sei in una logica di guerra per bande. Altro che libertà.

Daniele Capezzone, 19 agosto 2023


Leggi anche

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli