Cultura, tv e spettacoli

Sai cosa ti dico, Ghali? La tua è una frase del cavolo

Il rapper da Fabio Fazio dopo Sanremo: “Che mondo strano, ci insegnano la pace ma poi non possiamo averla”

ghali che tempo che fa-1

Oggi, soprattutto i giornali legati a La7 (vale a dire il Corriere della Sera e tutto il circoletto buono), parlano di Gali che, ospite da Fabio Fazio, dice la seguente frase. Io ve la leggo e voi capite quanto il mondo si sia totalmente rincoglionito se questa viene considerata addirittura una affermazione importante da ricordare e che i nostri figli metteranno su TikTok. Che bella frase del cavolo, dico io. Sentite: “Che mondo strano è questo, ci insegnano che la pace è giusta, ma poi non possiamo averla”.

Ora, voi spiegatemi che frase è mai questa. “Ci spiegano che la libertà è importante, ma non possiamo averla”. Certo, ma dobbiamo combattere per la libertà. “Ci spiegano che la pace è giusta”. Certo che è giusta, ma dobbiamo combattere per la pace. Io capisco che c’è una generazione di ragazzini che amano Ghali e che pensano che le cose giuste gli siano dovute, ma non è così. Il mondo non è fatto così. Se la pace è giusta, la devi conquistare.

Leggi anche:

Poi chiedo al mitico Ghali: la “pace non è giusta” forse perché i tuoi amichetti, quelli che secondo te stanno combattendo per la pace, il 7 ottobre hanno preso i loro kalashnikov e hanno stuprato, ucciso e ammazzato 1.300 innocenti. Hanno preso bambini di un anno e di quattro anni e li hanno portati a Gaza. Che cosa vuol dire “la pace è giusta ma non possiamo averla”?

Sai, per me è giusto anche avere una Lamborghini, ma non la posso avere. Sapete cosa vuol dire questa frase? Che è tutto dovuto! E invece non è dovuto per un corno. La nostra libertà non è dovuta, dobbiamo combattere per averla ogni istante. E stessa cosa vale per la pace. Cari amici di Ghali, questa è la realtà. La pace è giusta, ma la dobbiamo conquistare.

Nicola Porro, 19 febbraio 2024

Nicolaporro.it è anche su Whatsapp. È sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati (gratis).

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli