Zuppa di Porro: rassegna stampa del 3 giugno 2020

Se manifesta il centrodestra, la piazza fa schifo

Condividi questo articolo


00:00 Se a manifestare è il centrodestra tutti i giornali descrivono quella piazza orrenda.

02:38 Il Corriere della Sera con Massimo Franco ci spiega che la piazza avrebbe dimostrato difficoltà…

04:20 Travaglio scrive che la riforma del Csm di Bonafede è favolosa. Non avevamo dubbi!

05:10 Sallusti e Belpietro difendono la manifestazione del centrodestra.

05:44 Il socialista Sala ci spiega che più ricchezza crea più povertà.

08:08 La Cina ha taciuto sul virus e adesso se ne accorge pure l’Oms.

09:08 Trump e le rivolte in America, ma le ragioni vanno oltre l’uccisione dell’afroamericano…

10:08 Una signora chiede il bonus baby sitter e l’Inps risponde di far fare domanda alla figlia di un anno. Che vergogna!

11:40 Sciopero contro Zuckerberg, ma questa volta ha ragione lui.

13:50 Addio a Roberto Gervaso, un maestro coraggioso per molti di noi.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


11 Commenti

Scrivi un commento
  1. Nicola sei un Grande, uno tosto con le palle, seguo sempre la tua trasmissione e quella di Giordano, ma ti voglio fare una domanda:
    Perché inviti ancora queste merde cattocomunisti in tv? Ne abbiamo abbastanza di sentire le solite stronzate, ditemi, faremo stiamo studiando…..
    Ciao Nik
    W LA PATRIA

  2. certo la sinistra può fare quello che vuole e se non parla male della destra non dorme….ma per piacere che si mettessero a governare e non a criticare sempre…che VERGOGNA

  3. Tutto scontato la sedicente sinistra è talmente piena di se da considerare nulla o peggio immondizia quello che gli altri pensano o fanno. Purtroppo è così da tanto tempo. Ultimamente poi è un atteggiamento incomprensibile visti i continui arbitri “sinistri” che vengono scoperti. Quelli sono espressione di vero disprezzo della democrazie e delle istituzioni, no cero le manifestazioni del centrodestra. Speriamo che presto si torni a votare un governo legittimo.

  4. Che dire, Conte e la sua cricca di servitori e lacchè si sono letteralmente impadroniti del paese e sanno benissimo che noi siamo un popolo di idioti e senza ********. Noi scendiamo in piazza solo nel caso in cui il calcio non riprenda, i sindacati manifestano per il niente, perché rappresentano il niente, il vuoto assoluto! Mi chiedo quando il popolo italiano si sveglierà per scendere in piazza sul serio, per spodestare questa cricca di delinquenti bolscevici senza arte ne parte. Certo che Conte metta all’angolo il Professor Zangrillo, perché va contro le sue idee di dominatore dei popoli. L’unico collante che mantiene unita questa maggioranza è l’incutere paura per il virus e legiferare con i vari dcpm come face Beria ai tempi si Stalin. Con il bene placido del Quirinale, ormai fantoccio nelle loro mani. Un Quirinale che tenta di farsi ascoltare attraverso discorsi inutili e patetici che neanche ai tempi di Mazzini e Garibaldi attecchivano negli animi di un’Italia dilaniata dopo tre guerre d’indipendenza, dove il famoso “tessitore” svendette terre nostre per un tozzo di pane putrido per ottenere qualche fantomatico aiuto dai francesi. Mi chiedo solo una cosa, da italiano imperfetto e pieno di difetti quale io sono: chi scelse di votare nel 2018 i grillini, lo ha fatto credendo che avessero il buon senso politici e civico di migliore una nazione attraverso riforme strutturali necessarie, invece di caricare ancora la spesa pubblica con il reddito di cittadinanza e altre scemenza simili?? I loro elettori si sono mai chiesti che stavano votando delle persone senza la benché minima esperienza politica, civica, morale, nazionale e territoriale, affidando a degli ominicchi e smidollati il destino del paese? Mi riallaccio alle parole di Paolo, che cita le parole finale del Manzoni nella sua ode “Il 5 Maggio”, ai posteri l’ardua sentenza! Anche se di arduo sarà il nostro futuro e specialmente quello dei nostri figli, con una scuola che fa schifo, insegnanti pro-sinistrorsi che non hanno il coraggio di dire la verità in faccia ai loro allievi. una volta si diceva che la scuola è maestra di vita. Se la scuola oggi è così, poveri i nostri figli. Personalmente mi auguro che qualcuno faccia ribaltare questa situazione stagnante, declassante e velenosa per tutti noi “normali” del popolo. E smonti giù dal piedistallo questo nuovo “Napoleone” che emette dcpm a iosa contro qualsiasi libertà sancita dalla nostra Costituzione ….

  5. Ieri sera ennesima uscita del premier Giuseppe Conte ,sono rimasto esterrefatto,dal modo ha deviato le risposte sul sociale,da come ha messo all’angolo il professore Zangrillo ,e la secca risposta a Confindustria in merito all’inserimento statale attraverso gli aiuti economici!! Non riesco proprio a capire ,non dovrebbe aiutare a far finire il terrore ,la paura creata?Forse sbaglio ma sembra quasi ci si auguri che tutto ciò non debba finire ai posteri l’ardua sentanza

  6. Mattarella intanto invita alla concordia. Anche Zingaretti, quello che non è interessato a parlare di diritti costituzionali violati. Anche Conte. E io mi ricordo “Contessa”, la vecchia canzone di Pietrangeli:
    “Voi gente per bene che pace cercate,
    la pace per far quello che voi volete”
    Invece di fare questo genere di prediche, tanto per dirne una, non si potevano evitare gli aspetti farseschi della tragedia, tipo la gimkana per andare a mangiare la pizza, l’app immuni quando il virus se ne sta andando da solo, il terrorismo psicologico e le disquisizioni su amici e congiunti, le strida contro l’imprudente circolare della ministra dell’interno che concedeva la passeggiatina intorno a casa di un genitore con il figlio minore e via discorrendo?
    Perché dovremmo essere tutti d’accordo e volerci bene, e cioè sostanzialmente non rompere i ******** e non contrapporci ecc. ecc. quando c’erano polizia e esercito a vigilare e multare e se volevi fare un giretto dell’isolato un po’ più prolungato dovevi farti prestare il cane da un parente se già non ne avevi uno?
    Anche quello è stato fatto per il nostro bene.
    Preferisco le contrapposizioni: sono più chiare dell’ipocrisia

  7. Finalmente è saltato fuori uno studio serio sulla famigerata clorochina, che risponde alla prima delle domande su questo farmaco: cioè, può prevenire l’infezione dopo esposizione?

    Nonostante un certo numero di limiti dello studio (tra cui la diagnosi di malattia), la risposta attuale è “no”. Non c’è stata alcuna differenza tra chi ha preso placebo verso chi ha preso idrossiclorochina nella probabilità di contrarre la malattia (14% contro 12%).

    Però se i giornali vi dicono che non è una cura, non credetegli. Questa non era la domanda a cui rispondeva questa sperimentazione (e l’editor del New England Journal of Medicine non è nemmeno così sicuro che la risposta sia esaustiva anche a questa domanda).

    Per quello servono altre sperimentazioni, come il RECOVERY nel Regno Unito, un’altra da parte dell’University of Minnesota (che ha fatto anche questo studio), e il SOLIDARITY dell’OMS (fortunatamente ripartito).

    Notare che comunque non si è assolutamente vista la famigerata cardiotossicità (quindi che il farmaco causasse frequentemente problemi al cuore) indicata nel criticatissimo (e ormai ampiamente screditato) lavoro scientifico pubblicato da Lancet settimana scorsa.

    Personalmente, non sono deluso dai risultati. Serviva una prima risposta: se poi i dati non vanno nelle direzione di cosa pensiamo, non è importante, sono loro a validare le nostre ipotesi, e non viceversa. Questo è fare scienza in modo serio.

    E faccio una precisazione importante: il fatto che spesso critichi le posizioni ufficiali del CTS, o dei Burioni o Brusaferro di turno, non significa che appoggi incondizionatamente le teorie opposte. Penso che i farmaci possano essere più utili del vaccino in questo momento, ma non voglio essere nemmeno lontanamente associato ai cosiddetti no vax (anche se non approvo assolutamente l’idea di silenziarli). Il fatto che voglia permettere a Montanari, o Tarro, di continuare ad esprimere le proprie idee non significa che io sia d’accordo con quello che dicono (anzi, non potrei pensare in modo più diverso). Sono favorevole all’uso del plasma iperimmune, ma se Big Pharma mi tira fuori un farmaco altrettanto utile, ben venga!

    Infine, il fatto che pensi che la letalità del virus sia enormemente sovrastimata e così il rischio non significa che io approvi quello che dice Pappalardo o chi dice che è colpa del 5G.

  8. Chi sa perché a Codogno nessuno ha parlato di assembramento. La foto sul Manifesto di oggi è eccezionale. È stato transennato il percorso di Mattarella, da proteggere come se fosse una specie in via di estinzione insieme ai suoi accompagnatori, tutti con le loro mascherine d’ordinanza. Bene, bravi, bis. Oltre le transenne però si vede una calca di persone che volevano assistere alla passerella del Presidente della Repubblica. In sintesi gli assembramenti per omaggiare il Presidente sono cosa buona e giusta. Gli assembramenti per manifestare contro il governo sono azioni di energumeni tatuati. No, anzi sono quasi dei reati che per più di qualcuno andrebbero bloccati.

    • Addirittura il sig. Berlusconi ha aggiunto che la manifestazione a cui ha partecipato il suo fido scudiero, Taiani, non sarebbe dovuta avvenire. Anzi, questa sera in un suo canale ti, Rete 4 ormai ben peggiore di Otto e 1/2, hanno presentato come un grande Sacerdote il Paglia. Basta andare a Terni di cui e’ sta vescovo per molti anni per rendersi conto di chi sia stato realmente. Ancora, Evviva l’informazione?

      Meglio stendere un velo pietoso su determinati individui. E che Dio, il vero Dio, abbia misericordia degli italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *