in

Cina: fuori dal baratro

La nuova consulenza passa per il digitale
La nuova consulenza passa per il digitale

Dimensioni testo

L’ economia cinese è cresciuta del 4,9% tra luglio e settembre, secondo i dati del governo; la Cina diventa la prima grande economia a riprendersi dalla pandemia da Covid-19.

L’espansione su base annua, sebbene leggermente inferiore alle aspettative degli analisti, rappresenta una drammatica inversione dal primo trimestre di quest’anno quando si era ridotta del 6,8%, la maggior contrazione della Cina dal 1992, quando i funzionari hanno iniziato a conservare i dati trimestrali del PIL.

Il governatore della banca centrale cinese Yi Gang ha dichiarato domenica che i funzionari prevedono una crescita annuale di circa il 2%. “L’economia cinese rimane resiliente con un grande potenziale. È prevista una ripresa continua, che andrà a vantaggio della ripresa globale “, ha affermato.

La Cina dovrebbe essere l’unica economia del G20 a crescere quest’anno. Secondo il Fondo monetario internazionale, l’economia globale dovrebbe contrarsi del 4,4%, la flessione più veloce dalla Grande Depressione.

Il Covid-19 è nato a dicembre e all’inizio di aprile i blocchi sono stati rimossi poiché il paese ha gradualmente riaperto fabbriche e attività mentre le restrizioni sui viaggi sono state allentate. I responsabili politici hanno rilasciato misure di stimolo mirate da tagli fiscali e tassi di interesse più bassi per il credito ai governi locali e prestiti più economici per le imprese. La maggior parte delle città cinesi è tornata alla normalità con la riapertura di scuole e uffici. Prima di una nuova epidemia nella provincia orientale dello Shandong, il paese aveva passato quasi due mesi senza nuovi casi trasmessi localmente. La Cina ha ufficialmente segnalato 4.634 decessi per coronavirus e oltre 85.000 casi confermati.

I dati di lunedì hanno mostrato che la produzione industriale a settembre è aumentata del 6,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le vendite al dettaglio sono aumentate del 3,3%. Anche le vendite di auto nel mese sono aumentate del 12,8%, mentre i viaggi aerei interni hanno superato i livelli pre-pandemici. La spesa dei consumatori ha ricominciato a salire, illustrata da una ripresa del turismo durante un giorno festivo di una settimana a ottobre noto come Golden Week.

Gli osservatori affermano che la forza della ripresa economica cinese rimane ancora incerta di fronte alla perdita di posti di lavoro, alla crescita irregolare in tutto il paese, ai livelli elevati di debito delle famiglie e delle imprese, nonché alle frizioni commerciali poiché i legami con gli Stati Uniti e altri partner commerciali continuano a deteriorarsi. Altri dubitano dei dati economici ufficiali, che in passato sono stati gonfiati dai governi locali.

La leadership cinese, anticipando una crescita più lenta e un contesto internazionale più difficile, sta perseguendo una nuova strategia nota come “economia a doppia circolazione”. Il concetto, proposto per la prima volta da Xi Jinping a maggio, mira a ridurre la dipendenza del paese dai mercati e dalla tecnologia d’oltremare e a promuovere il consumo interno e i progressi tecnologici.

“La globalizzazione sta affrontando un’inversione di tendenza, con un crescente protezionismo e unilateralismo. L’economia mondiale si sta indebolendo mentre il commercio internazionale e gli investimenti, la scienza, la tecnologia … la sicurezza e la politica stanno subendo profondi cambiamenti “, ha detto Xi in un discorso a Shenzhen mercoledì scorso. “Stiamo formando un nuovo modello di sviluppo con il ciclo economico interno che gioca un ruolo di primo piano. La nostra economia si trova in un periodo critico di trasformazione, ma anche di crescita “.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments