“Espropriata dall’Italia come ai tempi di nazisti e sovietici”

affitto non pagato
affitto non pagato

Pubblico volentieri questa lettera di una cittadina polacca segnalatami da Giorgio Spaziani Testa. Una lettera, indirizzata al presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, in cui viene impartita una lezione di libertà agli italiani.

Buona Pasqua signor Sindaco,

le scrivo in quanto sindaco della città in cui ho avuto la cittadinanza italiana e in cui ho dato alla luce i miei figli, nonché scrivo al Presidente dell’Anci.

Già nel 1939 e dopo nel 1946 la mia famiglia in Polonia ha subito un esproprio coatto della proprietà privata rispettivamente per mano dei nazisti e dei sovietici; mai avrei pensato che questo potesse riaccadere oggi per mano di uno Stato democratico.

In seguito al trasferimento a Roma per lavoro, a gennaio 2020 affittiamo la nostra casa (a Palese) a una famiglia di tre persone il cui capofamiglia è un pensionato statale con reddito elevato. Da subito sorgono le prime anomalie, fra assegni impagati e bonifici falsificati, così da subito capiamo che hanno deciso di truffarci e non pagarci. Da subito partiamo con l’azione legale e nonostante il giudice abbia emesso subito lo sfratto, i personaggi in questione (da quello che abbiamo capito sono abusivi seriali) sono, grazie al blocco degli sfratti, tranquillamente ancora in casa e fanno una bella vita; questo caso, come ben capisce, non ha niente a che vedere con l’emergenza Covid.

Noi su quella casa paghiamo il mutuo, l’Imu (per la quale può tranquillamente verificare), le tasse su un reddito che non abbiamo mai percepito, ovviamente ci dobbiamo mantenere a Roma (con due figli piccoli), ora siamo arrivati al punto che devo vendere la nostra a casa a Bari perché siamo affogati dai pagamenti. Quella casa è l’ancora che ci lasciava legati alla città chissà per un ritorno nostro o dei nostri figli in futuro, ma per ora dobbiamo abbandonare questo sogno.

Anzi ci dobbiamo anche sentir dire dalla ministra Cartabia che è un sacrificio sopportabile; per noi cittadini per bene è una pena inconcepibile, non capiamo cosa abbiamo fatto di male alla nostra società per meritarci questo trattamento, mentre i delinquenti ladri di case sono al contrario nostro tutelati dallo Stato. Questa mia lettera, come ben sa vale per migliaia di tanti altri cittadini italiani, e quando i “soldi degli altri” finiranno le macerie saranno visibili a tutti; sa benissimo che perpetrando questo blocco degli sfratti e queste leggi completamente a favore degli inquilini (qualunque sia il loro comportamento), un giorno compariranno tristemente sugli annunci di affitto “Non si affittano case alle famiglie”. Purtroppo la cronaca già comincia a riportare vicende dei casi più disperati di gente che comincia a farsi giustizia da sola e questo non va bene…

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
40 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ferdinando gallozi
ferdinando gallozi
7 Aprile 2021 8:37

Ci vogliono imporre briciole di Comunismo in una società capitalista. La scelta del sistema, una volta fatta, va rispettata altrimenti si giustificano i BARI e gli approfittatori. A proposito di comunismo, siete convinti che la cina e la Russia siano ancora comunisti?? Sono nazionalisti e hanno una economia capitalistica con una dose di socialismo. Io non li chiamerei comunisti ma in un altro modo …non vi ricorda nulla la descrizione di questo sistema?? Mancano solo le corporazioni, ma è un dettaglio trascurabile.

ferdinando gallozi
ferdinando gallozi
7 Aprile 2021 8:33

“L’AFFITTO E’ UN FURTO, OCCUPA”; è questa la scritta che quelli di sinistra e i Centri Sociali, scrivono sui muri di Roma. Loro non sanno che siamo in un Paese ove vige la Legge di Mercato e che si applicasse la loro ricetta a tutto e tutti allora saremmo in un regime COMUNISTA che ha fallito ovunque e di cui ne rimnagono tracce solo nella Corea del Nord in una situazione bellica e di conflitto che lo rendono scusabile. Se si possono occupare le case allora si possono anche occupare le automobili. Io ne vedo una per strada e la occupo. Questi geni della Sinistra e del buonismo stanno distruggendo le base della nostra economia. La nostra crisi economica è dovuta in gran parte al loro peloso buonismo. In questo la Chiesa e il Vaticano si sono affiancati alla Sinistra fornendo teorie economiche distruttive e insensate. La meritocrazia, e il punire i furbi e non difenderli sono le basi di una economia sana. Aitare i deboli e gli sfortunati conviene a tutti ma aiutare i furbi e approfittatori mina la convivenza civile. Ma di questo non interessa nulla a certa sinistra e al Vaticano. Ci sono poveri e poveri e chi è diventato povero perché ama fare la bella vita dietro le spalle degli altri, non va aiutato, anche se… Leggi il resto »

marcor
marcor
5 Aprile 2021 18:21

Ha scritto alla persona sbagliata.

Pigi
Pigi
5 Aprile 2021 17:56

Oltre alla già proposta di riforma costituzionale, per cui il titolare del diritto sull’immobile, che risulta nei registri immobiliari, può richiedere ed ottenere in 48 ore la liberazione dell’immobile, occorre istituire un registro di feedback, per inquilini e affittuari.
Come su e-bay, i venditori inaffidabili hanno un basso feedback, che mette in guardia gli acquirenti, un registro simile va istituito per gli affitti.
Se ci fosse stato, le persone come quella dell’articolo verrebbero segnalate e niente affitti per loro.

Giampietro
Giampietro
5 Aprile 2021 17:13

Sig.ra Magdalena tenga duro divulgando il suo caso più che può perché quanto le é successo é un’indecenza, così com’è indecente la difesa di chi tiene parte ai delinquenti (non furbetti) ruba-case. Ha ragione quando dice che é sbagliato farsi giustizia da soli, dal mio punto di vista solo perché in tal caso, paradossalmente e al contrario, lo stato avrebbe certamente la mano pesante…

Pico
Pico
5 Aprile 2021 16:24

Signora, capisce in che letamaio comjnista si viene a trovare? Questo letamaio si chiama ITALIA ed è abitata da gran figli di tr..oia come quell’immondo e schifoso che si forma KIM in questo forum che si meriterebbe tutte le pene che lei e sua famiglia hanno dovuto sopportare prima coi nazisti e poi coi comunisti. Vede cara signora questa bella Italia sarà un paese civile quando sarà approvata una legge in cui nazismo e comunismo saranno dichiarati fuorilegge, e la proprietà privata che è sacrosanta e non roba da mantenuti e falliti statalisti alla KIM sarà protetta da leggi severissime proprio contro quei delinquenti, italiani e meridionali che la stanno fregando. Appena riuscirà a sistemnare le cose scappi da questo paradiso di cog…lioni che si chiama Italia.

Alessandro Caroli
Alessandro Caroli
5 Aprile 2021 16:24

Benvenuta nella DDR del XXI secolo, cara signora. Sono certo che la sua cara Polonia, anche con lo “stato di guerra” del generale Woiciech Witold Jaruzelski non è mai arrivata alla DDR, pardon, all’Italia di oggi.

Matteo
Matteo
5 Aprile 2021 16:16

Be’ penso che in uno stato civile queste cose non dovrebbero succedere che uno non è libero di affittare una casa,e poi x riaverla passano secoli e ci rimette pure dei soldi.giustamente lo stato a da bastonare tutti quegli italiani che vogliono vivere.