in

Il virus sessista che cancella il lavoro delle donne: persi 800 miliardi di redditi

Il nuovo rapporto di Oxfam International evidenzia tutti i numeri del disastro

Dimensioni testo

Secondo un nuovo rapporto di Oxfam International, lo scorso anno le donne hanno perso almeno 800 miliardi di dollari di reddito. Covid_19 riporta il mondo femminile indietro di decenni. Lotte di genere, diritti ottenuti a fatica, parità ed equilibri familiari, emancipazioni professionali. Tutto cancellato in poche settimane.

Covid_19 riporta le donne indietro di decenni. Lotte di genere, diritti ottenuti a fatica, parità ed equilibri familiari, emancipazioni professionali. Tutto cancellato in poche settimane. Così, mentre si continua a parlare di quote rosa e di parità di genere, un virus microscopico ha continuato a lavorare nella direzione opposta e molte donne si sono ritrovate a vivere incubi del passato senza neanche rendersene conto.

Milioni di donne in tutto il mondo sono state colpite dai licenziamenti, molte altre sono rimaste a sopportare il peso delle massicce interruzioni dell’assistenza all’infanzia e dell’istruzione. 
Secondo un nuovo rapporto di Oxfam International, lo scorso anno hanno perso almeno 800 miliardi di dollari di reddito. 
Le ricadute economiche della pandemia Covid-19 stanno avendo un impatto più duro sulle donne, che sono rappresentate in modo sproporzionato in settori che offrono bassi salari, pochi benefici e posti di lavoro meno sicuri, ha evidenziato nella presentazione del rapporto, Gabriela Bucher, direttore esecutivo di Oxfam International.
L’organizzazione cita la perdita di reddito totale come una “stima prudente” che non tiene conto dei “salari persi dai milioni di donne che lavorano nell’economia informale” come lavoratrici domestiche, venditrici di mercato e lavoratrici del settore manifatturiero.
 
Su scala globale, le donne hanno perduto più di 64 milioni di posti di lavoro.
Da OxFam sottolineano come il contraccolpo economico di quelle perdite è stato ancora più catastrofico.
 
E il drastico impatto della pandemia sulle donne potrebbe avere conseguenze a lungo termine.
Anche prima della pandemia, le donne soffrivano di enormi disuguaglianze nei salari e nel lavoro. Le donne, in tutto il mondo, guadagnano solo 77 centesimi per ogni dollaro guadagnato dagli uomini, le Nazioni Unite. L’assalto ha solo esacerbato le disuguaglianze di genere e potrebbe peggiorare ulteriormente il divario retributivo di genere.
 
Difficile trovare una soluzione immediata a tutto questo. Ed al di là della mera parte retributiva, rischia di essere, soprattutto la pratica dello smartworking a creare una nuova classe di professioniste-casalinghe. Si tratta di un numero impressionante di donne impossibilitate, magari per la mera gestione dei figli rimasti a casa in DAD, a reprimere tutta la loro potenzialità professionale ed a costringersi a vivere quel ruolo di mamma-moglie-casalinga che le rende incapaci di immaginare e vivere crescite personali nel mondo del lavoro, sia che si tratti della carriera da operaia, come nel caso della protagonista del famosissimo Flash Dance, sia che si tratti del primario di medicina di uno dei più importanti ospedali delle nostre città.
Cosa accadrà quando la pandemia sarà passata?
 
 
Leopoldo Gasbarro
 
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments