in

Non perdiamo di nuovo il treno del nucleare - Seconda parte

La volta buona dell’atomo: un’opportunità da non farsi sfuggire

Dimensioni testo

Il Covid, dicono gli esperti, diventerà endemico ed è cosa buona. Il costo folle del gas e dell’energia pure, e non è cosa buona. Occorre un governo che questi processi li affronti. Il «Whatever it takes» di Draghi su questo si dovrebbe concentrare. L’emergenza è già qua. Investire oggi sul nucleare, rompere la folle fermata sulle trivellazioni, riprendere a cercare gas e petrolio in Italia, sono tutte scelte che solo un governo autorevole e pienamente in carica può prendere. Ogni mese perduto è un macigno nei conti degli italiani e un’impresa che muore. La nostra è un’industria che trasforma e per farlo ha bisogno di energia.

L’Europa ha appaltato, a parte la Francia, la sua sovranità energetica alla Russia. Se veramente oggi l’Italia vuole avere un ruolo nel continente e pensare il suo futuro non appalti il problema energetico a Greta.

Nicola Porro, 7 gennaio 2022