in

Il vostro nuovo ufficio è pronto? E Noi siamo pronti?

Il vostro nuovo ufficio è pronto?
Il vostro nuovo ufficio è pronto?

Dimensioni testo

Perché serve una nuova cultura per l’ufficio virtuale

Da sempre il mondo dei consulenti finanziari (ma non solo) dedica particolare attenzione alla cura dei propri uffici. Location sempre più centrali dove ci sono ampi spazi accoglienti per i clienti e video giganteschi per esaltare l’uso della tecnologia, con uffici personali di dimensioni notevoli e curati nei minimi dettagli. Una tendenza che negli ultimi 10 anni è stata sempre più spinta.

Poi è arrivata l’emergenza legata alla diffusione del Covid19 e abbiamo scoperto, tutt’a un tratto e in modo massivo, l’efficacia dell’utilizzo delle tecniche di comunicazione a distanza che oggi sono facilitate dalle nuove connessioni sempre più veloci (tra poco arriverà anche il 5G), dai costi contenuti dei software e dalla facilità di impiego. Ma dedichiamo al nostro ufficio virtuale la stessa attenzione che fino a poco tempo fa abbiamo riservato a quello fisico, reale?

Osservando e vivendo, come ormai tutti, il mondo delle video conferenze la risposta è sicuramente negativa. Tranne rarissime eccezioni. Connessioni scadenti, telecamere modeste e poco performanti, microfoni inadatti, hardware obsoleti e immagine di sé a volte poco curata, sono spesso questi i biglietti da visita dei nostri uffici virtuali.

Da adesso in poi, che piaccia o meno, l’ufficio virtuale assumerà un’importanza sempre più rilevante ed è necessario che tutti noi investiamo in modo mirato, oltre che sulla formazione per sviluppare skill dedicate, anche nel creare un luogo che ci rappresenti adeguatamente come professionisti, ponendo particolare attenzione anche alla nostra presenza e visibilità sui social.

Al riguardo ci sono già diverse realtà che possono aiutare nella creazione di un ufficio virtuale che sia al passo con i tempi. Tra le tante, vi cito ad esempio coderblock.com, una start up innovativa che grazie ad una piattaforma digitale ottimizza le collaborazioni in smart working attraverso un ufficio virtuale in 3D. Questo sarà il futuro ed è bene fin da subito farlo proprio. Ne trarremo beneficio noi e, migliorando la qualità del nostro lavoro, i nostri clienti.

Economia della Lealtà.
L’Eldorado della relazione con i clienti.

Trasformate i vostri clienti in Fan! La qualità assoluta del servizio al cliente come mantra. Amazon insegna.

La rivista Harvard Business Review riprende all’interno un interessante articolo di Rob Markey. La ricerca mostra che le aziende che sono campioni di fidelizzazione dei propri clienti fanno crescere i loro ricavi circa 2,5 volte più velocemente dei loro concorrenti, con un ritorno agli azionisti da due a cinque volte superiore per i prossimi dieci anni. E’ necessario alzare lo sguardo dai soli profitti e ricavi nel breve periodo per concentrarci sul vero asset rappresentato dai nostri clienti che rimangono la fonte ultima del valore di un’azienda. Lo si dice spesso ma a volte si tende a dimenticarlo.

Da Consulente Finanziario a (anche)Terapista Finanziario?

Il Financial Time mette in evidenza l’importanza di aiutare i clienti a gestire la forte emotività e lo stress che situazioni come la pandemia, le incertezze economiche e politiche generano nella gestione dei propri soldi.

In questi momenti i clienti diventano più ansiosi e depressi e hanno ancor più bisogno di qualcuno che gli aiuti a parlare dei propri investimenti e li rassicuri sul futuro.

Oggi c’è un fortissimo bisogno anche di Terapisti Finanziari (https://lnkd.in/d3qcgCN) che sappiano unire in modo professionale le competenze di gestione dei patrimoni alle capacità di capire lo stato d’animo reale dell’individuo (e della famiglia) nella gestione del denaro e di aiutarlo in chiave di coaching (altra area in forte crescita).

Questa è una delle chiavi per il successo futuro della professione del CF. Per farlo in modo serio serve voglia di imparare cose nuove e dedicare il giusto tempo. Chi lo farà avrà un grande vantaggio competitivo nei prossimi anni. Se abbiamo nel nostro network qualche conoscente psicologo o espero di coaching potremmo cominciare con il proporre a loro una partnership.

Il Covid ha sparigliato ancora di più le carte. Chi innova vincerà la partita.

Già prima del Covid le nostre aziende avevano bisogno di essere ricapitalizzate per affrontare con rinnovata competitività il futuro e creare valore per gli azionisti e occupazione nel nostro Paese.

In Italia abbiamo una grande ricchezza: il nostro risparmio che cuba oggi 4.400 miliardi di euro.
Spostare parte di questa ricchezza improduttiva in termini di “performance” in un mondo a tasso zero verso le nostre imprese attraverso strumenti di economia reale (private equity, venture capital e private debt) è la sfida con cui 6 anni fa nasce il progetto Azimut Libera Impresa.

“Democratizzare” questi investimenti con soglie di accesso di 5.000 e 10.000 euro era un sogno oggi diventato realtà con quasi 18.000 clienti e 1,8 MLD di asset investiti in economia reale in Italia e nel Mondo. E siamo solo all’inizio.

Grazie agli Eltif e ai PIR alternativi è possibile oggi investire con grandi vantaggi fiscali fino a 1,5 mil di euro in 5 anni azzerando l’imposta sul capital gain. Possiamo offrire ai clienti un’opportunità “microeconomica” senza precedenti ottimizzando il rapporto rischio rendimento oltre ad offrire diversificazione e difesa dall’inflazione.

Un’alternativa concreta ed efficiente per investitori, aziende e Paese Italia.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments