Esteri

3.1k Visualizzazioni

Giornata mondiale del rifugiato, pretesto per le solite accuse all’Occidente

Ogni anno il 20 giugno si celebra la Giornata mondiale del rifugiato e pochi giorni prima l’Unchr, l’Alto commissariato Onu per i rifugiati, pubblica un rapporto aggiornato sulla situazione globale sia dei profughi all’estero, che detengono lo status giuridico di rifugiato o sono richiedenti asilo, sia di quelli interni, molti di più (chiamati anche sfollati), […]

12.5k Visualizzazioni

Armi Usa a Kiev col contagocce, mentre i russi rischiano lo scontro diretto in Siria

Contrariamente alla percezione prevalente, gli Stati Uniti sono molto cauti nel fornire a Kiev armamenti pesanti, preoccupati che gli ucraini possano usarli per colpire troppo duramente i russi, addirittura sul loro territorio, rischiando di provocare una escalation e un coinvolgimento diretto della Nato. Dei lanciamissili Himars, di cui molto si è parlato nelle scorse settimane, […]

2.8k Visualizzazioni

Perché l’interventismo Usa, anche se imperfetto, è preferibile al disimpegno

Ayn Rand definì gli Stati Uniti d’America la prima società morale della storia, un posto dove l’individuo potesse giovarsi di libertà personale ed economica, mezzo necessario per essere realmente indipendente e capace di perseguire il raggiungimento dei propri obiettivi di vita, ricercando il benessere e la felicità terrena. Il rispetto della libertà è ciò che […]

4.9k Visualizzazioni

Putin fa la voce grossa contro l’Occidente, ma ecco perché lo Zar è nudo

Da San Pietroburgo, davanti a una platea ridotta e teoricamente amichevole, Vladimir Putin annuncia “la fine dell’ordine unipolare guidato dagli Stati Uniti”. Ma le sue parole assomigliano più a un disco rotto che a una dichiarazione d’intenti, nel mezzo di una guerra che non riesce a vincere e non può perdere. Un solco tra Kiev […]

7.7k Visualizzazioni

Per stanchezza ed errori rischiamo una “pace” premessa della prossima guerra

A prescindere da quel che Draghi, Macron e Scholz abbiano promesso al governo di Kiev, i tre leader dell’Europa occidentale si presentano agli ucraini rappresentando opinioni pubbliche stanche di una guerra che non stanno combattendo. Cosa pensano le opinioni pubbliche Un sondaggio Datapraxis/Yougov che fotografa la situazione di maggio, rivela due dati particolarmente interessanti sull’opinione […]

5.8k Visualizzazioni

A Kiev passo verso il negoziato: status di candidato Ue in cambio di territori

Lascia sconcertati il trionfalismo con cui i media italiani hanno celebrato, più che riportato, il vertice di ieri a Kiev tra i leader dei principali Paesi Ue – il presidente francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, il premier italiano Mario Draghi – e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Ci sta che i leader, […]

2.8k Visualizzazioni

La nuova strategia militare di Xi: Ucraina-Taiwan, gioco di sponda Mosca-Pechino

Il capo supremo Xi Jinping ha delineato la nuova strategia militare della Repubblica Popolare per il prossimo futuro. Ne parla con dovizia di particolari l’agenzia ufficiale cinese Xinhua, secondo la quale la suddetta strategia si articola in 59 articoli e 6 capitoli. “Azioni militari diverse dalla guerra” Scopi ufficiali sono, tra gli altri, la protezione […]

8.4k Visualizzazioni

Macron, Scholz e Draghi a Kiev: vanno a chiedere la resa agli ucraini?

Come abbiamo segnalato nell’articolo di ieri, è impossibile non intravedere una correlazione tra la visita di oggi a Kiev, dal presidente ucraino Zelensky, dei leader dei tre principali Paesi Ue, Olaf Scholz, Emmanuel Macron e Mario Draghi (soprattutto il primo) e il taglio delle forniture di gas diretto alla Germania via Nord Stream 1 (e […]

8.8k Visualizzazioni

Le sanzioni cominciano a far male: all’Occidente. Prime ammissioni dalla Casa Bianca

Non che le sanzioni non abbiano avuto un serissimo impatto sull’economia russa, riconosciuto anche dalle massime autorità, come la governatrice della Banca centrale Nabiullina (“le condizioni per l’economia russa sono cambiate drammaticamente“). E, d’altronde, lo ammettono implicitamente ogni volta che denunciano le sanzioni come “un atto di guerra” contro la Russia, bollando come “ostili” i […]

5.3k Visualizzazioni

La morte solo apparente di Nord Stream 2: pronto per il controshock energetico

Abbiamo visto nel terzo articolo come Angela Merkel abbia ottenuto il completamento del gasdotto Nord Stream 2, Vladimir Putin fatto pressione per accelerare la messa in esercizio e Joe Biden per rallentarla. Sino a che l’invasione dell’Ucraina congelò lo stallo. La nuova crisi ucraina Come inizio della nuova crisi ucraina abbiamo scelto il 7 dicembre […]

4.1k Visualizzazioni

Putin pronto a conflitto prolungato confidando nella stanchezza occidentale

Dal 24 febbraio scorso ad oggi la situazione in Ucraina continua ad apparire poco chiara, a prescindere dai progressi rivendicati, o dagli insuccessi patiti quotidianamente, sia da parte di Kiev che da parte di Mosca. Fin dal primo momento vi sono stati un aggressore palese e un aggredito altrettanto indiscutibile, e nulla è cambiato finora. […]

Vedi altri articoli